Eventi

Bambini e ragazzi passano sempre più tempo davanti allo schermo

Published

on

Secondo il rapporto “Connected More Than Ever: Apps and digital natives: the new normal”, condiviso da Qustodio, società di sicurezza digitale, i giovanissimi passano sempre più tempo guardando video online, sui social media, con videogiochi e app educative – i dati si riferiscono a Stati Uniti, nel Regno Unito e Spagna.

  •         In media un bambino negli Stati Uniti guarda quasi 100 minuti di YouTube al giorno
  •         Un bambino nel Regno Unito trascorre circa 70 minuti su TikTok al giorno
  •         Un bambino in Spagna gioca a Roblox per oltre 90 minuti al giorno
  •         Il 100% in più dei bambini in tutto il mondo trascorre del tempo imparando online

Dal rapporto 2020 sulle abitudini digitali dei più giovani emerge che, già prima del Coronavirus, i bambini passano sempre più tempo online e adesso più che mai diventa necessario anche per i genitori conoscere questi strumenti online per proteggere la privacy dei più piccoli, la loro sicurezza e benessere.

Stare al passo delle tendenze dei propri figli è un’impresa, ma ci sono sempre più mezzi grazie ai quali i genitori possono informarsi sulle app che i loro figli usano e per capire qual è il comportamento tipico dei bambini o il loro modo di apprendere in ambito digitale, il tutto per creare le condizioni per un rapporto positivo con il web.

Eduardo Cruz, uno dei CEO e co-fondatore di Qustodio, spiega:

Viviamo in un mondo con circa 25 miliardi di dispositivi connessi online. Molti sono nelle mani di bambini. In questi tempi di iper-connettività, dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi per proteggere i nostri figli. È nostro compito fare tutto il possibile proteggerli e guidarli online. Se abbiamo figli digitali, dobbiamo essere genitori digitali.

Un compito non facile per tanti genitori che al mondo online si sono affacciati tardi e spesso solo per esigenze lavorative – e questo può creare dei problemi come ricordiamo per il caso Fortnite. Una mancanza che si riscontra anche a livello legislativo, con molti Paesi (purtroppo la maggior parte) che non si sono ancora dotati di leggi ad hoc in questo campo.

Ecco i punti fondamentali del rapporto:

  •   YouTube è ancora la piattaforma più usata per vedere video online, per i bambini tra 4-15 anni (nonostante sia destinato a bambini 13+) ma per quanto? TikTok e Netflix sono in grande crescita
  •   I bambini passano fino a 85 minuti al giorno su YouTube e addirittura negli USA fino a 100.
  •   TikTok sta conquistando i social media e ha guidato la recente crescita nell’uso delle app social, del 100% nel 2019 e del 200% nel 2020. Adesso i bambini passano 80 minuti al giorno su TikTok.
  •   L’uso dei social si interrompe solo quando i bambini dormono, ma continua ad invadere le ore di scuola ed è usato come diversivo.
  •   Roblox supera Fortnite, negli USA e UK, per quanto riguarda le preferenze dei più giovani sia nel 2019 che nel 2020. I bambini ci passano in media 20 minuti in più rispetto ad altre videogame app.
  •   I bambini passano circa un’ora al giorno a giocare ai videogame.Questa dato è rimasto stabile durante il 2019 ma è impennato durante la pandemia.
  •   Come i social media, anche i videogame hanno invaso le ore di scuola.
  •   Le app educative stanno diventando familiari, specialmente Google Classroom che è usata dal 65% dei bambini in Spagna.

Dati che devono far riflettere e che riportano l’attenzione sulla necessità di una formazione digitale anche per i più piccoli.

E voi che ne pensate?

Click to comment

Trending

Sito web creato da Silvia Pegurri
Daily Nerd è un Magazine che tratta di cultura Nerd e Geek
Contatti: redazione@dailynerd.it
Copyright: Daily Nerd 2020

Exit mobile version