Connect with us
final-fantasy-xv-consigli-recensione final-fantasy-xv-consigli-recensione

Gaming

I consigli di Alessandro: Final Fantasy XV

Published

on

Consigliare Final Fantasy XV a un videogiocatore, da videogiocatore, è sempre una mossa azzardata e il perché può essere racchiuso in due parole: action-RPG. Al giorno d’oggi i giochi di ruolo con elementi di azione al proprio interno sono i favoriti del pubblico – basti pensare al successo che ha portato con sé Final Fantasy 7 Remake – ma quando usciva FFXV, ossia nel 2016, le cose erano un po’ diverse e Square Enix si cimentava per la prima volta in un titolo così “ibrido”.

È vero, anche Final Fantasy XIII aveva alcuni elementi di action, ma nulla a che vedere con la libertà che è concessa al giocatore durante uno scontro in FFXV. Però è solo una questione di gameplay? Oppure Final Fantasy XV ha molto altro da offrire, in termini di storia e di caratterizzazione dei personaggi? Ve ne voglio parlare in questo articolo.

Quattro amici, un lungo viaggio e… smartphones?

Il volgo, quando pensa a Final Fantasy, pensa a un mondo fiabesco e simil-medievale con cavalieri e mostri. E in realtà non sbaglia poi tanto: in questo quindicesimo capitolo, però, le cose sono un po’ diverse. Se da una parte abbiamo ancora nobili paladini della giustizia e mostri da cacciare, dall’altra abbiamo anche automobili, smartphones e televisori. Insomma, una tecnologia tutta contemporanea che “fa un po’ strano” – non capita tutti i giorni di scattarsi un selfie subito dopo aver ucciso un brutale Behemoth – e, nonostante ciò, ci accompagna nel mondo di Noctis e amici.

E i protagonisti sono proprio loro. Quattro amici che partono all’avventura per scoprire il mondo e maturare: Noctis Lucis Caelum, Gladiolus Amicitia, Ignis Scientia e Prompto Argentum sono i personaggi principali, con cui giocheremo nel corso della nostra avventura ad Eos. In particolare Noctis, il vero protagonista della storia, è il principe ereditario del regno di Lucis che dovrà partire alla volta della città di Altissia, per sposare l’oracolo Lunafreya Nox Fleuret. Durante il viaggio, però, il suo regno viene attacco dall’Impero di Niflheim e toccherà al principe riconquistare la sua patria.

Amicizia: il leitmotiv di un’avventura che trascende il semplice gioco

Final Fantasy XV quasi certamente non passerà alla storia come il miglior capitolo della saga; alcuni personaggi molto importanti un po’ troppo abbozzati, un gameplay divertente ma non solidissimo – figlio, probabilmente, di eccessiva inesperienza da parte del team Square Enix, che si è voluto staccare dal modello (quasi perfetto) di Kingdom Hearts – e alcuni buchi di trama hanno fatto sentire il loro peso su questo titolo. Detto questo, però, FFXV è definito soprattutto da un aspetto: l’amicizia.

I quattro protagonisti che citavo prima sono il cuore del gioco, ognuno di loro è caratterizzato a meraviglia – sia dal punto di vista delle interazioni che in termini di stile di combattimento – tanto che, dopo qualche ora, vi sembrerà di averli conosciuti da tutta una vita. Si dimostreranno dei veri e propri compagni di viaggio, ai quali ripenserete anche dopo aver spento al console. Ma quello che sorprende ancora di più è il legame che Noctis, Gladio, Iggy e Prompto stringeranno nel corso dell’avventura. Un nemico ostico sconfitto assieme, una partita in multiplayer davanti allo smartphone, un’accesa discussione a cena, tutti questi momenti attrarranno l’attenzione del giocatore in maniera totalizzante; tanto che a volte ci si domanderà se mai Noctis e Gladio faranno pace, dopo quella litigata, invece di preoccuparsi dell’enorme rinoceronte corazzato che sta caricando verso di noi.

Quindi, Final Fantasy XV merita di essere giocato?

La risposta è si. FFXV merita di essere giocato non perché è un titolo perfetto da un punto di vista tecnico: la grafica è estremamente godibile, le musiche sono eccelse – d’altronde parliamo di Square Enix – e alcune trovate sono piuttosto interessanti, restano però delle imperfezioni a livello di gameplay e di trama che compromettono il titolo; il vero motivo per cui bisognerebbe giocare a Final Fantasy XV è dato dai suoi protagonisti. Tutti e quattro vi rimarranno nel cuore e vi ritroverete, alle volte, ad immaginare come sarebbe fare un bel campeggio in una landa desolata; aiutando Gladio a metter su la tenda, assaggiando i manicaretti di Ignis, mettendovi in posa per la macchina fotografica di Prompto e giocando a un videogioco con Noctis. Il tutto ricordandovi che dopo la notte più lunga e buia, arriva sempre l’alba.

Volete anche voi un Uniporco? Lo trovate nello shop online di Nixie Creations!

Giurista appassionato di videogiochi che ama passare delle ore a guardare anime e serie tv, sembra una descrizione strampalata ma quando si aggiunge anche un sano amore per la palestra... il risultato è ancora peggio. Eppure una volta ero capace di vendermi bene.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gaming

Final Fantasy VII Remake Parte 2 sfrutterà le capacità di PS5

Published

on

Final Fantasy VII Remake Parte 2 sfrutterà le capacità di PS5

Final Fantasy VII è sulla bocca di tutti in questi giorni, grazie all’ultimo State of Play è stata gettata un po’ di luce su quelli che sono i piani futuri di Square Enix per proseguire con la settima fantasia finale, e soprattutto il suo vasto mondo. Presentati Final Fantasy VII Remake Intergrade ed Ever Crisis, si torna brevemente a parlare della Seconda Parte del Remake, grazie alle parole del direttore del progetto Tetsuya Nomura. Egli si è sbilanciato su quelle che saranno le potenzialità di PS5 sfruttate dal futuro titolo.

Sul sito giapponese Famitsu, Nomura ha lasciato qualche commento relativo a FFVII Intergrade – che ricordiamo sarà disponibile solo per PS5 – e al Remake Parte 2, per come sarà su next-gen:

In termini di grafica, la luce e le texture saranno gli aggiustamenti migliori (in Intergrade), ma gli effetti dei fondali come la nebbia sono stati a loro volta aggiunti per aumentare il senso di realismo e immersione all’interno del mondo.

Per quanto riguarda i grilletti adattivi, saranno supportati parzialmente. Tuttavia, in termini di utilizzo totale delle peculiarità di PlayStation 5, vi chiedo di aspettare il prossimo gioco grazie al quale potremo iniziare da capo.

Quindi, per Nomura, con Intergrade si farà un passo in avanti rispetto alla versione “base” di Final Fantasy VII Remake ma occorrerà aspettare il secondo capitolo delle avventure di Cloud e company per riuscire a vivere un’esperienza che sappia sfruttare totalmente le varie caratteristiche della console next-gen di Sony.

Un ultimo cenno di Nomura è stato lanciato a tutti i fan che attendono con ansia notizie relative alla Seconda Parte, in particolare riguardo un suo possibile periodo di uscita. A tal riguardo il director ha detto che vorrebbe far uscire il titolo: “Il prima possibile”. Di sicuro questa non è una risposta che possa far intravedere qualche data, ciononostante è rincuorante perché ci fa capire che il team è ansioso di portare a compimento anche quest’altra fatica.

Se ancora non avete giocato a Final Fantasy VII Remake, date un’occhiata alla nostra recensione per farvi un’idea più precisa del gioco.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

Slasher High School, il gioco di ruolo che non ti aspetti

Published

on

Slasher-High-School

Sono aperte le iscrizioni al liceo più sanguinoso del mondo – la SLASHER HIGH SCHOOL! Tutto è partito da un’idea di Federico Guerri drammaturgo, scrittore ed esperto di narrazione.

Ma di cosa si tratta? Parliamo di un gioco di ruolo nel quale si potranno interpretare i personaggi archetipici di uno slasher movie alla “Halloween”, “Nightmare”, “Venerdì 13” o “Scream” alle prese con problemi adolescenziali e killer mascherati, ovviamente divertendosi, con un gruppo di amici, a tentare di sopravvivere risolvendo scenari horror (o morendo nel tentativo).

Tutto parte dalle Dead-Alus Academies, scuole che, in tutto il mondo, educano vittime e Final Girls perfette in vista di un futuro Slashageddon. Le Slasher High non sono fatte solo di quotidiane lezioni di letteratura e matematica, ma hanno anche un sofisticato sistema di realtà virtuale – un ponte ologrammi di Star Trek o una Stanza del Pericolo degli X-Men, per chiarirci le idee – in cui gli allievi possono rivivere scenari slasher del passato e acquisire informazioni, indizi ed esperienza.

I giocatori si ritrovano così a rivestire il ruolo non solo degli studenti di una moderna Accademia ma anche quelli di chi, nel passato, è caduto sotto i colpi dei Killer e la cui storia è importante per scongiurare un’apocalisse inevitabile.

Dopo alcuni playtest effettuati con successo è nato di recente un gruppo Facebook, con anticipazioni, concept art e discussioni in cui presto verranno annunciate le prime sessioni di gioco in anteprima. Ma quando i Leviathan ci mettono lo zampino il progetto non può che essere transmediale e, in caso di successo dell’iniziativa, chissà che non arrivino fumetti ambientati nell’universo di SHS.

Affilate i coltelli e oliate le motoseghe… Qualcosa di sanguinoso sta per arrivare!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

Elden Ring leak: in rete alcuni video del titolo FromSoftware

Published

on

Elden Ring leak

Trapelano in rete dei video leak di Elden Ring, l’attesa ultima fatica di From Software. Il rischio che dei materiali promozionali vengano diffusi prima del tempo è spesso proporzionale alla quantità di aspettativa e impazienza (o, più banalmente, “hype”) del pubblico per un determinato prodotto.

E la quantità di hype per Elden Ring, l’ultima fatica di Hidetaka Miyazaki e FromSoftware in collaborazione con George R.R. Martin, è davvero spropositata nella community dei cosiddetti “Soulslike”. Complice anche un silenzio che si protrae ormai da quasi due anni (l’annuncio del titolo è stato fatto all’E3 2019), la totale assenza di video gameplay ufficiali e solo un pur ottimo remake di Demon’s Souls a colmare il vuoto, l’impazienza tra i fan dei titoli FromSoftware era cresciuta in maniera esponenziale.

Nella giornata di ieri – 1 marzo -, tuttavia, è avvenuto proprio ciò che si preannunciava a inizio articolo: in rete sono cominciati a comparire alcuni video leak di Elden Ring. I video in questione sono tutti ripresi da una telecamera che punta uno schermo e sono a bassa risoluzione, pertanto non fanno certo giustizia alla fatica che il team di sviluppo ha messo e sta continuando a mettere nello sviluppo del gioco.

Sebbene le clip siano trapelate a più riprese e “incollate” online in video di varie lunghezze, sembrerebbe che le fonti da cui arrivino siano principalmente due: la prima sembrerebbe un trailer di presentazione, con una voce che narra sopra alcuni spezzoni di esplorazione e combattimento e una tonante soundtrack in sottofondo. La seconda, invece, parrebbe provenire da un vero e proprio gameplay, che mostra l’ingresso in una stanza e il filmato di presentazione di quello che sembrerebbe essere un boss.

Elden Ring leak

Elden Ring leak: i video sono davvero presi dal gioco?

Sebbene naturalmente non sia arrivata alcuna conferma o smentita ufficiale riguardo alla veridicità delle clip da parte di FromSoftware, è estremamente improbabile che i frammenti di video trapelati in rete siano semplicemente falsi. Oltre a ricordare molto da vicino lo stile grafico e di gameplay degli altri titolo della serie Souls, infatti, i video mostrano alcune delle nuove meccaniche introdotte in Elden Ring la cui presenza nel titolo è già stata confermata, come ad esempio la presenza di cavalcature e ambienti più ampi ed aperti.

Alla luce di ciò, i rumor dei giorni precedenti che volevano imminente la presentazione al pubblico di un trailer ufficiale di Elden Ring parrebbero farsi più sostanziose. Non possiamo far altro che attendere e sperare.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending