Gaming

I numeri del business dei videogiochi in Italia nel 2019

Published

on

Anche quest’anno IIDEA (Italian Interactive Digital Entertainment Association) – sulla base di diverse fonti di ricerca come Game Sales Data (GSD), GameTrack e AppAnnie, nell’ambito dell’osservatorio permanente sul settore promosso dalla federazione europea ISFE – ha presentato un interessante rapporto che ci mostra quale sia il mercato dei videogiochi in Italia, i titoli di maggior successo e il profilo dei giocatori. Un documento che in definitiva ci aiuta a comprendere la grande portata dell’industria videoludica in termini di investimenti e pubblico.

Il mercato dei videogiochi in Italia

Nel complesso il mercato dei videogiochi registra una crescita del +1,7% rispetto al 2018, generando un giro d’affari pari a 1 miliardo e 787 milioni di euro. Il settore continua a essere trainato dalle vendite di hardware e software, che realizzano rispettivamente un fatturato di 358 milioni di euro e 1.4 miliardi di euro – anche se bisogna segnalare che il mercato dell’hardware ha subito un leggero calo in vista dei nuovi lanci annunciati (PS5). 

Le console home (239 mln di euro) la fanno ancora da padrone rispetto a quelle portable (18 mln di euro) che però segnano un +78% rispetto all’anno precedente. E di 950.800 console di gioco 852.102 sono home, 98.787 portable e 33.391 unità retro.

Il mercato del software registra un trend generalmente positivo. In particolare il software digitale – comprensivo di digital download su console e PC e di app – è il segmento maggiormente in espansione, con un fatturato di 1 miliardo e 429 milioni.

Il segmento degli accessori rimane stabile (segna -0,1% rispetto al 2018), con un fatturato totale di 101 milioni di euro.

I titoli più venduti del 2019

Ecco l’elenco dei titoli più venduti dello scorso anno (immagine da rapporto IIDEA)

Il profilo dei videogiocatori italiani

Veniamo adesso a definire chi sono i videogiocatori: gli Italiani che hanno avuto un’esperienza di gioco nel corso del 2019 sono stati 17 milioni, ovvero il 39% della popolazione italiana compresa tra i 6 e i 64 anni. 

Di questi, gli uomini rappresentano il 53%, mentre le donne il 47% (con un divario che di anno in anno si assottiglia). Sono soprattutto i più giovani ad usare i videogiochi, con una concentrazione maggiore tra gli 11 e i 24 anni

Per quanto riguarda le piattaforme di gioco preferite, i dispositivi mobile come smartphone e tablet sono i più utilizzati, con un pubblico di 10.5 milioni di videogiocatori, di cui 5.6 milioni di donne. Seguono i PC con 7.8 milioni di videogiocatori e le console home con 6.7 milioni. C’è da dire però che un videogiocatore trascorre in media più tempo davanti a una console (5,4 ore a settimana) che giocando a un PC (4 ore) o con un dispositivo mobile (5,3 ore a settimana). 

Ecco il grafico tratto dal report di IIDEA

Un’industria in crescita

La dinamicità è tra le principali caratteristiche dell’industria dei videogiochi, che ogni anno deve reinventarsi e confrontarsi con sfide tecnologiche sempre nuove. Il 2020 rappresenterà una nuova era per l’industria dell’intrattenimento e un nuovo ciclo generazionale (è atteso per fine anno il lancio della Playstation 5). Che sia un passatempo, un lavoro o una passione il mondo dei videogiochi coinvolge un numero di giocatori crescente e diversificato in Italia, come nel resto del mondo, uscendo dalla nicchia dei soli fan, ma diventando un’esperienza diffusa più livelli.



Click to comment

Trending

Sito web creato da Silvia Pegurri
Daily Nerd è un Magazine che tratta di cultura Nerd e Geek
Contatti: redazione@dailynerd.it
Copyright: Daily Nerd 2020

Exit mobile version