Connect with us
jundo jundo

Fumetti e Cartoni

Jundo: il portale dei fumetti

Ecco le nostre impressioni su questa nuova piattaforma

Published

on

Come già scritto in precedenza, il web comic è un fenomeno che si sta diffondendo ultimamente anche in Italia. In un precedente articolo, avevo già illustrato come queste piattaforme potessero essere realmente una fonte di innovazione e ringiovanimento del mercato.

L’abbonamento periodico, il vasto assortimento e la possibilità di avere anche il formato cartaceo si adattano molto bene agli interessi del lettore; senza lasciare scontenti i creativi. Autori che hanno la possibilità di creare, di immaginare senza barriere dettate da un dogmatico sistema.

Dopo questa breve introduzione, in questo articolo parleremo di una piattaforma nostrana, che ha voglia di innovare e cambiare: Jundo.

Cos’è Jundo?

Jundo è una piattaforma e-reader di materiale fumettistico italiana, nata nel dicembre del 2020. Per definire Jundo in poche parola mi viene in mente lo slogan: “il Netflix dei fumetti”. Infatti la struttura è molto simile, ma ne parleremo approfonditamente più avanti.

Parlando con uno dei loro editor (vi lasciamo l’intervista qui) abbiamo scoperto che Jundo si prefigge come mission quella di abbattere le convenzioni storiche che governano il mercato italiano per aprire le porte a tutta una serie di sperimentazioni che altrimenti non sarebbero pubblicabili. Non solo: Jundo si prende cura dei vari autori con formule vantaggiose e tutelando la loro creatività, implementandola, senza modellarla sulle forme di un mercato, a volte, stantio ed omologato. Inoltre, questa piattaforma, non è solo digitale.

Infatti il team di Jundo crede che il digitale ed il cartaceo possano andare di pari passo migliorandosi, invece che l’uno contro l’altro. La piattaforma rende disponibile la copia cartacea dei vari titoli pubblicati, con diverse opzioni per lettori e collezionisti. In conclusione Jundo è una piattaforma che cerca di tutelare lettori, autori e il mercato contemporaneo.

L’applicazione

Per utilizzare Jundo su dispositivi mobili è possibile scaricare l’applicazione sia per Android che per iOS. Personalmente ho provato sia la versione web che la app iOS e devo dire che mi sono trovato molto bene. L’applicazione è curata in ogni minimo dettaglio e loggarsi è molto semplice.

Ci si può registrare attraverso l’account Google, Facebook o la mail. Una volta all’interno si possono personalizzare le notifiche, la mail e password ed il metodo di pagamento. Nel menù sarà inoltre possibile controllare lo stato dell’abbonamento.

Effettuato il primo accesso vi troverete davanti una schermata che, per aiutarvi nella fruizione dell’app, vi farà alcune domande riguardo genere e stile preferito. Così da fare una prima scrematura. Se invece siete indecisi potete selezionare tutto.

Un idea davvero molto intelligente!

L’interfaccia

L’interfaccia dell’app è ben strutturata e ricorda vagamente quella di Netflix o altre piattaforme streaming.

Interfaccia di Jundo

In basso trovate quattro pulsanti rispettivamente da sinistra home, cerca, salvati (“la tua collezione” e “da leggere”) ed il proprio account. Nell’ultimo, infatti, troverete un menù dove potrete aggiornare i vostri dati come mail, password, preferenze di stile e disegno e tenere sott’occhio lo stato dell’abbonamento, termini, informazioni privacy ecc.

Nella sezione salvati potrete trovare i titoli che preferite e nella “la tua collezione” quelli che volete tenere in evidenza, mentre sotto “da leggere” potrete inserire i titoli che avete intenzione di sfogliare.

La sezione di ricerca è piuttosto semplice da spiegare: potete cercare un titolo, un autore oppure frugare tra gli ultimi arrivi. La home invece, è la parte più corposa. Qui è raccolto tutto il materiale di Jundo suddiviso in varie categorie.

  • Scelti per te: in base alle tue preferenze impostate e ai titoli letti finora;
  • Continua a leggere: dove vengono riportati i volumi che non hai finito di leggere;
  • In evidenza: i titoli messi in risalto;
  • Ultime uscite: i fumetti più recenti;
  • Più amati dalla community: scelti sulla base delle letture e del gradimento dei lettori della famiglia Jundo;
  • Originals: titoli esclusivi di Jundo, produzioni proprie;
  • Leggi di nuovo: tutti i volumi già letti.

Il catalogo di Jundo

Il catalogo offerto da Jundo è molto variegato. Comprende titoli inediti, autori nostrani, anche emergenti, e titoli esteri dei quali hanno preso i diritti, e volumi introvabili.  

Ogni volume inedito viene pubblicato a capitoli e al completamento di ogni fumetto è possibile l’acquisto cartaceo. L’assortimento incontra i gusti di tutti, dai generi più classici come l’horror o il western a generi come la fantascienza, il fantasy o commistioni di generi particolari e difficilmente reperibili.

Il catalogo è aggiornato costantemente, ma poichè la piattaforma ha ancora pochi mesi di vita bisognerà aspettare per apprezzare il suo vero potenziale, anche se già oggi ha la carte in regola per promettere bene.

Costi

Il costo, come detto anche durante l’intervista a Matteo Filippi, è di 1,99 euro/mese. Costo che comprende l’accesso e quindi la fruizione di tutto il parco titoli disponibile sulla piattaforma. Ad oggi è possibile effettuare un primo periodo di prova gratuito per scoprire l’entità del portale e successivamente scegliere se sottoscrivere l’abbonamento oppure disattivarlo (ma siamo certi che la grande quantità di titoli e il prezzo faranno gola a molti!).

È inoltre importante ricordare che pagando l’abbonamento mensile si ha la possibilità di scegliere di acquistare la copia cartacea senza pagare le spese di trasporto: un bel vantaggio!

Jundo: riflessioni

Ho provato per diverso tempo sia l’app che il sito web. Nella pagina web ogni tanto si notano alcuni piccoli rallentamenti, tuttavia non incisivi, mentre l’app una volta aggiornata non dà alcun problema. Personalmente sto trovando Jundo un prodotto molto utile e comodo; anche se per apprezzare al meglio la piattaforma sconsiglio l’utilizzo prolungato su dispositivi di dimensioni ridotte. Tuttavia se siete in possesso di smartphone di dimensioni generose, tablet e pc diventa una soluzione molto pratica.

Mettendo a paragone la versione pc e quella app, in particolar modo tablet o smartphone, direi che su tablet trova il massimo dell’espressione. Poter zoommare mantenendo una qualità dell’immagine alta, avere un’ interfaccia semplice e veloce, il tutto mentre si sta comodamente sdraiati sul divano, sono fattori che influenzano positivamente il giudizio dell’app.

Su smartphone, come dicevo, si rischia di affaticare troppo l’occhio o non avere una visione più “respirata” come su tablet, di pro, se si è spesso in giro può essere un buon compromesso. La versione web per pc è altrettanto valida, rimane molto soggettiva la comodità dato che non per tutti stare seduti alla scrivania può essere sempre piacevole.

Ovviamente, ci tengo a precisare, che le performance ed il modo di girare della piattaforma, variano anche in base alle caratteristiche del device che si ha e dal tipo di connessione. In conclusione come consiglio generale: se usate un PC meglio il sito, mentre se usate un tablet/Ipad o telefono l’app sarà perfetta.

Con Jundo non avrete più problemi di spazio (mi riferisco a studenti fuori sede o persone che non dispongono di vaste librerie a casa), tutti i volumi sono disponibili in una grande libreria digitale, sempre a portata di click e qualora voleste anche una copia cartacea non pagherete nemmeno le spese di spedizione.

Insomma una piattaforma che mi sento davvero di consigliare!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fumetti e Cartoni

Pride Month: Marvel presenta Somnus, il nuovo supereroe LGBTQ+

Published

on

somnus-nuovo-supereroe-lgbtq- l'eroe dei sogni

In occasione della 51ᵃ edizione del Pride Month prevista per giugno, Marvel’s Comics ha ufficialmente presentato un nuovo supereroe appartenente alla community LGBTQ+: Somnus, “l’eroe dei sogni”. È il secondo in pochi mesi, dopo il nuovo Captain America omosessuale introdotto nella miniserie Gli Stati Uniti di Capitan America.

Somnus farà il suo debutto in Marvel’s Pride, un nuovo one-shot pubblicato dalla Casa delle Idee per celebrare il Gay Pride. Il fumetto includerà più storie scritte da autori sensibili al mondo LGBTQIA+. A dare corpo e cuore a questo personaggio sono stati Steve Orlando e Luciano Vecchio, che si sono occupati rispettivamente della storia e del character design.

Gli autori

“Somnus (alias Carl Valentino) è ispirato alla mia storia personale e alle mie esperienze con le generazioni precedenti di persone LGBTQ+ -ha dichiarato Steve Orlando-. Ad oggi c’è ancora molto lavoro da fare, ma abbiamo anche fatto tanti passi avanti e Somnus si è rivelato un’ottima opportunità per raccontare come hanno vissuto molte altre persone in tempi più difficili, quando c’erano più pregiudizi e meno tolleranza”.

Luciano Vecchio ha proseguito dicendo: “Sono molto felice di poter finalmente collaborare con Steve e mi sono innamorato subito dell’idea e della storia di Somnus. Marvel’s Pride mi ha davvero permesso di lavorare su degli incarichi da sogno!”.

L’iniziativa è già stata accolta con entusiasmo da tantissimi lettori ed appassionati di eroi e fumetti, e speriamo che abbia più fortuna di quella di Sony dello scorso anno, che in poche ore aveva visto il suo profilo Twitter invaso dai commenti degli haters.

Somnus viene descritto come un supereroe capace di controllare i sogni delle altre persone, ma incapace di realizzare i propri, un destino insomma abbastanza particolare. Per verderlo in azione non ci resta che attendere l’uscita di “Marvel’s Voices: Pride” #1, in arrivo negli USA il 23 giugno 2021.

Siete curiosi di sapere che altro bolle in pentola in casa Marvel? Allora leggete la nostra news per conoscere tutte le uscite dei prossimi cinecomics in programma.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Fumetti e Cartoni

Jundo: primo sguardo a “New Heaven 2099”

Published

on

New heaven 2099

“New heaven 2099” è una graphic novel scritta, disegnata e colorata da Simone Trudu ed è disponibile sulla piattaforma Jundo. La storia, dai tratti fortemente psicologici, è ambientata in un contesto futuristico e sci-fi.

New heaven 2099: sceneggiatura

La storia risulta da subito molto interessante: ci troviamo in una colonia su Marte ed il nostro protagonista (del quale non sappiamo ancora il nome) sembra avere problemi di depressione e probabilmente di alcolismo.

Nel primo capitolo “Continental shelf”, lo vediamo preso dai fumi dell’ebbrezza che ricorda un passato dolce, una versione di sè più spensierata ed una donna. Adesso è un uomo diverso che sembra aver perso tutto, compreso un arto rimpiazzato con uno artificiale.

Nick lo chiama per accompagnarlo in una missione commissionatagli da una certa Quentin B. Dapprima refrattario, poi si lascia persuadere per recuperare un determinato drone in Nevada.

Disegni

I disegni sono semplici, ma hanno una loro unicità. I tratti contribuiscono a descrivere in maniera minimal gli ambienti; le figure e gli oggetti sono lineari e squadrati e sono caratterizzate da uno stile molto cartoonesco.

Sono i colori, invece, a riempire le tavole con tonalità decise, che vanno a creare una palette diversa per le varie ambientazioni.

Capitoli e aggiornamenti

Per il momento la prima parte del primo capitolo è uscita il 24 febbraio del 2021, tuttavia a breve, nel corrente mese di maggio, uscirà la seconda parte del primo capitolo: “Continental shelf-parte 2”.

New Heaven 2099: conclusioni

Dalle prime tavole di questo fumetto si percepisce una narrazione complessa ed accattivante. Il protagonista da subito mostra un carattere profondo e ben inquadrato all’interno del contesto che risulta interessante.

I disegni potrebbero non accontentare tutti i palati, e a volte non sono paragonabili alla qualità della trama, non sempre la semplicità ripaga.

Tuttavia la narrazione è la parte migliore e si percepisce da subito che c’è molto altro sotto. Questo è quello che spinge il lettore a divorare l’opera e a volerne sapere di più. Insomma una bellissima storia che consiglio di leggere.

Se vi interessano altre anteprime di Jundo leggete i nostri articoli!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



 

Continue Reading

Fumetti e Cartoni

Storytel e Bonelli: il debutto del primo audiolibro di Martin Mystère

Published

on

storytel bonelli audiolibri

Storytel Italia, prima piattaforma europea di audiolibri e podcast, con un catalogo che supera oggi i centomila titoli, e Sergio Bonelli Editore, storica Casa editrice di fumetti che vanta la più vasta produzione di letteratura disegnata interamente italiana, annunciano l’avvio di una collaborazione in esclusiva volta a portare in formato audio le storie dei personaggi più amati del fumetto italiano.

Il prossimo 20 maggio sarà l’audiolibro The Young Martin Mystère – scritto da Pierdomenico Baccalario e letto da Alessandro Castellucci – a offrire una voce reale al personaggio nato dalla fantasia di Alfredo Castelli e a inaugurare questa nuova partnership, che si svilupperà nel corso dell’anno in diversi appuntamenti che vedranno le avventure di alcuni dei più famosi protagonisti dell’universo Bonelli finalmente disponibili in formato audiolibro grazie a Storytel.

La collaborazione tra lo storico editore di fumetti, che attraverso l’Ufficio Sviluppo lavora a progetti dedicati al mondo del cinema, delle serie tv, dei giochi di ruolo e ora anche degli audiolibri e dei podcast legati ai suoi personaggi, e la piattaforma produttrice di audiolibri e podcast, sbarcata in Italia nel 2018, vuole porsi così come punto di incontro tra la grande storia editoriale e i nuovi strumenti di narrazione, che sempre più si stanno imponendo come mezzi di fruizione e sviluppo di contenuti complementari e arricchenti rispetto alla tradizionale forma scritta.

storytel bonelli audiolibri

The Young Martin Mystère: trama

Primo protagonista del progetto sarà The Young Martin Mystère, che si propone di raccontare una storia alternativa dell’adolescenza del Detective dell’impossibile. A soli quindici anni, infatti, la vita di Martin viene sconvolta. Persi entrambi i genitori, il ragazzo lascia gli Stati Uniti per una prestigiosa scuola privata nella campagna senese: un luogo solo apparentemente tranquillo, come Martin scoprirà a sue spese. Una storia mozzafiato dove il giovane Mystère conoscerà quelli che diventeranno i suoi acerrimi nemici e affronterà una serie infinita di avventure che cambieranno per sempre la sua visione della realtà.

Le dichiarazioni

“Il mondo del fumetto e quello dell’audio, pur essendo apparentemente distanti come mezzo – uno tutto visivo, l’altro tutto auditivo – condividono un legame molto forte con le storie e le emozioni. Questa è una delle ragioni per cui Storytel sta sviluppando nuove linee editoriali in formato audio: dagli audiolibri basati sui personaggi dei maggiori fumetti, agli adattamenti di graphic novel in una versione specifica per l’audio, alla creazione di prodotti originali e podcast – spiega Marco Ragaini, Direttore Editoriale Storytel Italia -. Siamo felici di iniziare oggi la collaborazione con Bonelli, che rappresenta un patrimonio culturale dell’editoria e che ha creato e disegnato molti dei più amati personaggi del fumetto italiano. Siamo convinti che insieme, unendo le storie di Bonelli con la voce dei bravissimi narratori di Storytel, regaleremo ai nostri ascoltatori e a tutti gli appassionati grandi emozioni”.

Spiega Michele Masiero, Direttore Editoriale di Sergio Bonelli Editore: “Siamo molto felici ed emozionati del debutto di questa collaborazione. La scelta di iniziare con Martin Mystère ci è apparsa ovvia e naturale, visto che da sempre è il personaggio del nostro universo che ha sperimentato i diversi media con successo, e attraverso di lui il suo creatore Alfredo Castelli ha raccontato, oltre che misteri ed enigmi a ogni latitudine del nostro Pianeta, anche i cambiamenti sociali e le innovazioni tecnologiche. Come Sergio Bonelli Editore stiamo lavorando per portare, anno dopo anno, i nostri personaggi a scoprire nuovi orizzonti narrativi e il progetto con Storytel si inserisce perfettamente in questo percorso, col desiderio di realizzare presto anche dei podcast originali. Per noi che realizziamo fumetti da decenni (la Casa editrice compie ottant’anni proprio in questo 2021) si tratta di una sfida tutta particolare: abituati a intrattenere con la parola scritta e con le immagini, questa volta invitiamo invece i lettori a chiudere gli occhi e a concentrarsi sull’ascolto. Anche a loro, come è successo a noi, potrebbe capitare di scoprire un lato del tutto nuovo e inedito dei personaggi che amiamo da sempre”.

Se vi interessa il risultato di questa collaborazione tra Storytel e Bonelli, vi lasciamo questo link con l’emozionante incipit dell’audiolibro The Young Martin Mystère.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending