Connect with us
Izumi Matsumoto Orange Road è quasi magia johnny Izumi Matsumoto Orange Road è quasi magia johnny

Anime e Manga

Addio a Izumi Matsumoto, il papà di Orange Road

Published

on

Oggi è una giornata molto triste, non solo per i fan del fantastico mondo dei manga, ma per tutti gli appassionati delle storie, quelle vere, quelle che ti fanno ficcare la testa tra le pagine di un libro o incollare gli occhi allo schermo della tv. È arrivata la conferma che si è spento, all’età di 61 anni, il bravissimo Izumi Matsumoto, morto in ospedale dopo una lunga malattia il 6 ottobre scorso. La famiglia ha dato la notizia solo il 12 ottobre, a funerali conclusi, con una nota sul sito dell’autore in cui ringrazia lettori, spettatori e affezionati del suo lavoro.

Così, come noi, anche Madoka, Kyosuke e Hikaru, protagonisti di Orange Road (1984 – 1987, Weekly Shonen Jump), la sua opera più famosa, restano orfani del grande maestro.

In Italia l’opera è conosciuta con il nome di È quasi magia Johnny e i protagonisti per semplicità erano stati chiamati Sabrina, Johnny e Tinetta. Chi non li ha amati? A ripensarci adesso mi viene una certa nostalgia.

La serie arrivò nel nostro Paese due anni dopo e, come spesso accade, fu pesantemente censurata, ma resta uno dei più divertenti e commoventi triangoli amorosi della tv. Ed è stata ancora più importante perché ha contribuito a creare un genere: c’è Madoka, la tsundere bellissima e scontrosa che si scoprirà avere un lato tenero e Hikaru, la bella a volte un po’ tontolona ma dal buon cuore, e nel mezzo Kyosuke, il fortunato oggetto del contendere.

E non mancano, oltre agli ingarbugliamenti sentimentali, i divertenti incidenti un po’ piccanti, il rapporto non sempre facile con la famiglia e gli amici, le varie questioni adolescenziali e sì, pure poteri telecinetici sovrannaturali. Questo manga da solo raccoglie tutte le tematiche che poi moltissimi altri autori sono andati a raccontare nelle loro opere.

Izumi Matsumoto è stato amato da tutti, con quello stesso sentimento che Kyosuke provava per Madoka.

Izumi Matsumoto: le opere

Di Matsumoto si ricorda, oltre al manga Comic Con realizzato in CD Rom del 1996, anche la serie Sesame Street (1988-92). Orange Road (1984 – 1987), la sua opera più famosa, è stata pubblicata in Italia da Star Comics nel 1992 e nel 2004, e attualmente è disponibile in un’edizione di lusso per J-POP.

La versione animata, andata in onda su Mediaset con il titolo di È quasi magia, Johnny, è stata pubblicata in edizione integrale con un nuovo doppiaggio da Yamato Video, mentre i romanzi tratti dalla serie sono stati pubblicati da Kappa Edizioni. Star Comics ha, inoltre, pubblicato gli anime comics della serie, l’opera rimasta incompiuta Sesame Street e la raccolta di storie brevi Izumi Matsumoto World.

Faccio parte di quella strana categoria di persone che, nonostante ci siano mille film da guardare, milioni di manga da leggere e trecento nuovi titoli di videogiochi, si fissa sempre sulle solite cose, per poi passare notti intere a rimettersi in pari con il mondo. Laureata in Lettere e in Editoria e Giornalismo, colleziono libri antichi in modo ossessivo, adoro piante e gatti e pratico judo da anni nella speranza di diventare, se non invincibile, almeno più saggia.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anime e Manga

Mao, il nuovo manga della Takahashi ha degli sponsor d’eccezione

Published

on

Mao, il nuovo manga di Rumiko Takahashi, autrice che non ha certo bisogno di presentazioni, ha trovato due volti noti per sponsorizzare la serie, e chi saranno mai? Sono proprio Inuyasha e Kagome, protagonisti del suo precedente ed acclamato lavoro.

Il nuovo fumetto di Takahashi sensei, in corso su Weekly Shonen Sunday da più di un anno, è già amato da parecchi fan, invogliati verso la nuova lettura anche dalla popolarità dell’autrice.

Nel nuovo video di Shogakukan per promuovere Mao, la casa editrice ha deciso quindi di lasciar fare una comparsata ad alcuni volti familiari: Inuyasha e Kagome, che raccontano ai lettori di cosa tratta il nuovo manga della Takahashi.

Per gli appassionati, ricordiamo che Mao è arrivato anche in Italia con il primo volume pubblicato a metà ottobre da Star Comics. E che la saga di Inuyasha continua a crescere con l’uscita dell’anime sequel Yashahime: Princess Half-Blood Demon.

Anche a voi è venuta una voglia matta di leggere Mao?

Continue Reading

Anime e Manga

Ghibli Museum Cafe: Hayao Miyazaki assaggia le nuove pietanze

Published

on

Ghibli Museum Cafe

Dopo la chiusura per colpa del coronavirus, il Ghibli Museum ha riaperto a settembre con nuove regole e un nuovo menù. E chi meglio di Hayao Miyazaki poteva provare le nuove pietanze del Ghibli Museum Cafe? Il regista si è preso una piccola pausa per visitare il museo e il ristorante, che prende ispirazione dal suo studio di animazione, insieme al produttore Toshio Suzuki e a suo figlio Goro Miyazaki.

Il sito ufficiale del Ghibli Museum ha pubblicato un video di Miyazaki, Suzuki e Miyazaki che degustano le pietanze, seguendo tutte le nuove procedure anti-contagio del cafe.

Secondo voi quale piatto avrà deciso di assaggiare Miyazaki? Vi lasciamo qui sotto il video per scoprilo!

Continue Reading

Anime e Manga

Evangelion: 3.0 + 1.0 Thrice Upon a Time: arriva il nuovo trailer!

Il film arriverà nei cinema giapponesi a inizio 2021.

Published

on

honda-neon-genesis-evangelion

Il nuovo trailer per Evangelion: 3.0 + 1.0 Thrice Upon a Time è stato mostrato in occasione della prima distribuzione, nei cinema giapponesi, del lungometraggio Demon Slayer – Kimetsu no Yaiba: Mugen Train. Il film dedicato all’opera di Hideaki Anno sarà il quarto e ultimo. Verrà prodotto da Studio Khara e uscirà il 23 gennaio 2021, data per il Giappone.

Di seguito potete trovate il trailer in questione, direttamente dal canale YouTube di Studio Khara:

Il film doveva uscire nel corso di quest’anno in Giappone, più precisamente a fine giugno, ma è stato vittima di ritardi a causa della pandemia, ecco quindi la nuova data del prossimo gennaio.

Il lungometraggio fa parte di una tetralogia cinematografica, dal nome Rebuild of Evangelion, e andrà ad unirsi ai suoi tre antecedenti: Evangelion: 1.0 You Are [Not] Alone, Evangelion: 2.0 You Can [Not] Advance ed Evangelion: 3.0 You Can (Not) Redo.

Il concetto alla base di questa serie di film è quello di narrare nuovamente le vicende viste nel corso del famoso Neon Genesis Evangelion, includendo nuove scene e nuovi personaggi, facendola però concludere in maniera diversa. Thrice Upon a Time servirà proprio a concludere questa saga.

Non è ancora chiaro se il film arriverà anche in Italia purtroppo. La speranza, ci pare ovvio, è di vederlo pure nelle nostre sale. Magari già a fine 2021.

Continue Reading
Advertisement

Trending