Connect with us
ragnar-lothbrok-chi-era-vikings ragnar-lothbrok-chi-era-vikings

Film e Serie TV

Chi era Ragnar Lothbrok? Il leggendario re di Vikings tra mito e storia

Published

on

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Il re incontrastato di Vikings, serie tv di History Channel, è sicuramente Ragnar Lothbrok. Un umile contadino che riesce a raggiungere il potere grazie alla sua astuzia e forza, oltre che intuizione. A lui è attribuito l’attacco al monastero di Lindisfarne e tante altre imprese, ma chi era veramente Ragnar Lothbrok? È veramente esistito?

La serie tv

Partiamo dal presupposto che, nonostante Vikings sia una serie coinvolgente, ben strutturata e scritta, è ben lontana da essere storicamente accurata. Leggende e miti si intrecciano ad avvenimenti reali, personaggi storici a immaginari, ma è utile per immergersi nel mondo dei vichinghi dell’800, nel periodo che ha letteralmente sconvolto gli equilibri geopolitici dell’Inghilterra.

Nella serie Ragnar Lothbrok è un contadino che, come molti vichinghi, si dedica a razzie e conquiste, ma a differenza degli altri ha un’intuizione geniale. Decide di rischiare tutto e partire verso l’Inghilterra, senza nemmeno sapere dove si trovi esattamente o cosa lo aspetti in quelle terre. Inutile dire che è un successo, e che torna a casa con grandi ricchezze e gloria. Da lì, dall’attacco a Lindisfarne, comincia la sua storia. Eppure nella saga originale non è esattamente così.

La Saga di Ragnarr Loðbrók

Se volete leggere la leggenda di Ragnar Lothbrok vi consigliamo il libro edito da Iperborea: “La Saga di Ragnarr”.

Ragnarr Brache di Cuoio

Se ancora conosciamo Ragnar e le sue imprese è grazie alla saga che ci è stata tramandata principalmente da tre fonti: la Ragnarssaga Loðbrókar (la saga di Ragnarr Loðbrók), Ragnarssona Báttr (il Racconto dei figli di Rganarr) e il nono libro delle Gesta Danorum di Saxo Grammaticus.

La saga, per quanto spesso ripresa, è radicalmente diversa dalla serie tv. Qui Ragnar non è infatti sposato con l’amata Lagertha, bensì con Thora, figlia dello jarl Herrauðr, il quale la promette in sposa a chiunque riuscirà a uccidere un terribile serpente. Il mostro viene sconfitto da Ragnar, grazie a uno stratagemma da cui deriva il suo nome (Loðbrók significa brache di cuoio): indossa dei pantaloni e un mantello di cuoio rinforzati con pece, e grazie a questo espediente riesce a proteggersi dal veleno e dal sangue del serpente.

Sposa quindi Thora e ha due figli, ma non si tratta di Björn, bensì di Eirekr “cappello di vento” e Agnarr. Dopo poco però Thora muore a causa di una malattia, e Ragnarr torna a viaggiare in cerca di nuove avventure. Proprio durante una di queste incontra Kráka.

Kráka

In Norvegia la nave di Ragnar si ferma, e lì i suoi uomini incontrano una donna “senza eguali”, tanto che la sua bellezza li distrae a tal punto da fargli bruciare le vivande che stavano preparando. Allora Ragnar decide di incontrarla, ma solo se lei si presenterà

non vestita, né nuda; non sazia, né digiuna; e anche che non sia sola, ma neanche accompagnata da alcun uomo

Questa parte è poi stata ripresa dalla serie tv, e si tratta di una delle più caratteristiche della leggenda, dato che Kráka si presenta a lui vestita solo dai suoi capelli biondi e una rete da pescatore, accompagnata da un cane e mentre mangiava un porro. I due si sposano, ma lei impone di aspettare tre giorni, altrimenti il loro primo figlio nascerà senz’ossa. Il desiderio è tale però che Ragnarr non riesce a resistere, e così il loro primo figlio, Ívar, nascerà con cartilagine nelle gambe, al posto delle ossa, e viene soprannominato inn beinlausi (senz’ossa). Alle sue mancanze fisiche però compensa grazie a una mente brillante e astuta. Dopo di lui nascono Björn “fianchi di ferro”, Hvítserkr e Rögnvaldr.

Le vere origini di Kráka

Negli anni però le cose cambiano, e Ragnar si innamora della figlia del re Eysteinn di Svezia, Ingibjörg. Decide di ripudiare Kráka, ma la voce giunge alla moglie che decide quindi di rivelargli le sue vere origini. Non è figlia di umili contadini, bensì di SigurðrFáfnisbani, cioè “uccisore del drago Fáfnir”, e Brynhildr, mentre il suo vero nome è Áslaug. Per provare la cosa profetizza che il prossimo figlio nascerà con un serpente nell’occhio, e lo chiameranno Sigurðr. Così accade e Ragnarr decide di non sposare più Ingibjörg.

La guerra in Svezia

Il re Eysteinn, oltraggiato per il rifiuto di Ragnar, rompe l’alleanza. I figli di Ragnar e Thora decidono quindi di attaccare il re, con esiti disastrosi. Entrambi muoiono, ma vengono vendicati dai fratelli e dalla stessa Áslaug, che prende il nome di Randalín (nome adatto a una valchiria). Da qui in poi i figli di Ragnar compiranno grandi imprese e razie, tanto che la loro fama inizierà ad oscurare quella del padre.

La morte di Ragnar

Ragnar, vedendo il grande successo dei figli, decide di partire nuovamente alla ricerca di avventure e gloria attaccando l’Inghilterra. Prima di partire Áslaug gli regala una tunica magica, in grado di proteggerlo da ogni ferita. La spedizione però comincia nel peggiore dei modi e le navi naufragano. Iniziano così le scorribande, ma ben presto si trova ad affrontare le forze del re Aelle, e viene sconfitto. Il Re, ignaro della sua vera identità, lo imprigiona in una fossa di serpenti per cercare di farlo parlare, ma solo una volta tolta la tunica i serpenti lo attaccano, uccidendolo. Prima di morire però Ragnar riesce a pronunciare le sue ultime parole, con cui svela la sua vera identità:

 “Strepiterebbero i porcellini se sapessero quello che il verro patisce”

La vendetta dei figli

La saga di Ragnar si potrebbe qui dire conclusa, ma è quasi d’obbligo menzionare la vendetta dei figli. Ívar si finge infatti amico di Aelle, e richiede come pagamento in cambio della morte del padre solamente il terreno che può essere contenuto all’interno di una pelle di bue. Aelle acconsente, e Ívar crea una corda con la pelle, talmente lunga da riuscire a edificare una città al suo interno. Secondo alcune fonti si tratterebbe di Londra, per altre di York. Dopo anni di collaborazione, però, decide di agire. Compra la fedeltà dei vassalli di Aelle e chiama i suoi fratelli con i loro eserciti, che invadono l’Inghilterra e sconfiggono l’esercito (molto scarno) di Aelle. La sua punizione è terribile: decidono di infliggere il supplizio dell’aquila, ovvero di aprirgli la schiena e staccare la gabbia toracica dalla spina vertebrale, in modo da creare delle ali simili a quelle di un’aquila.

Il Ragnar Storico

Nelle Gesta Danorum ritroviamo invece un Ragnar più “storico” e l’autore attinge dalle vite di diversi condottieri e re, unendo fantasia a realtà. Ci sono vari candidati per il Ragnar storico, i principali sono:

  • Horik I, re danese morto nell’854
  • Ragnar Lodbork o Reginherus, jarl proprio alla corte di Horik I, che assediò parigi nell’845 (impresa che viene mostrata nella serie tv)
  • Il re danese Reginfrid, morto nell’814
  • Il padre di alcuni capi della Grande Armata danese che creò caos e scompiglio nell’Inghilterra nella seconda metà dell’800.

Proprio nella Grande Armata Danese troviamo molti riferimenti a Ragnar, come lo stendardo raffigurante un corvo.

Una cosa è certa, è ormai impossibile ricostruire la storia vera di Ragnar Lothbrok e dei suoi figli, ma la leggenda, anche dopo più di mille anni, riesce ancora ad affascinare migliaia di persone.

 

Silvia Pegurri



Daily Nerd è un Magazine di cultura Nerd e Geek. Non si tratta semplicemente di riportare notizie, ma di approfondire e riflettere sulla cultura che ci circonda.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Film e Serie TV

Luca, il nuovo film Disney Pixar uscirà in estate

Published

on

La pagina YouTube di Walt Disney Italia ha pubblicato il teaser trailer del film d’animazione Luca: si tratta della nuova pellicola di Pixar, lo studio di produzione che ci ha regalato capolavori come Up, WALL-E, Toy Story, Monster & Co., Ratatouille, Inside Out o anche il più recente Soul.

Alla regia troviamo Enrico Casarosa, nato a Genova nel 1970, formatosi negli Stati Uniti prima all’interno di Blus Sky Studios (per i quali ha lavorato a L’era glaciale) e poi sotto l’ala di Pixar: sono suoi alcuni storyboard dei già citati Ratatouille, Up e anche di Coco, ma soprattutto è stato scritto e diretto da lui il cortometraggio La Luna (2011), candidato all’Oscar come migliore corto d’animazione.

Trama

La storia si svolge in estate, in una non meglio specificata cittadina della riviera italiana che ricorda molto le Cinque Terre. Qui incontriamo il giovane Luca, un tredicenne che sta per affrontare le vacanze estive insieme a due amici. Per caso scopre che, al contatto con l’acqua, si trasforma in una sorta di mostro marino: un evento inatteso che, come recita la sinossi ufficiale del film, darà vita a “una storia divertente e commuovente sull’amicizia, l’uscita dalla comfort zone e due mostri marini adolescenti che vivono l’estate che cambierà per sempre le loro vite”.

Data di uscita

Negli Stati Uniti Luca uscirà il 18 giugno 2021, non è chiaro se, per colpa della pandemia di Coronavirus, solamente in streaming su Disney+ oppure in una forma ibrida che preveda anche l’arrivo nelle sale cinematografiche. La data italiana è ancora da fissare, crediamo comunque sarà per la fine dell’estate.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Film e Serie TV

Pennyworth 2, ecco trailer e dettagli della nuova stagione

Published

on

Pennyworth

Dal 28 febbraio è arrivata su Starzplay la seconda stagione di PENNYWORTH, la serie tratta dai fumetti della DC Comics che esplora gli anni della giovinezza di Alfred Pennyworth (Jack Bannon – The Imitation Game), un ventenne ex soldato della SAS britannica che avvia una impresa di vigilanza nella Londra degli anni ’60 e si ritrova a lavorare con il giovane miliardario Thomas Wayne (Ben Aldridge– Our GirlReignFleabag), futuro padre di Bruce Wayne.

Cast

Oltre a Jack Bannon e Ben Aldridge, nel cast troviamo Emma Paetz (Gentleman Jack) nei panni di Martha Kane, Hainsley Lloyd Bennett (Eastenders) nel ruolo di Deon “Bazza” Bashford, Ryan Fletcher (Outlander) nel ruolo di Wallace “Daveboy” MacDougall, Dorothy Atkinson (HannaHarlotsCall the Midwife) come la signora Pennyworth, Ian Puleston-Davies(Tin StarMarcella) nei panni del signor Pennyworth, Ramon Tikaram(BrassicThe Victim) nel ruolo dell’ispettore investigativo Victor Aziz, Edward Hogg (TabooHarlotsWhite Lightning) come il colonnello John Salt, Harriet Slater nei panni di Sandra Onslow e Jessye Romeo(The Race – Corsa mortale) nei panni di Katie Browning, Paloma Faith(Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo) nei panni di Bet Sykes, Jason Flemyng (Il curioso caso di Benjamin Button) nei panni di Lord James Harwood. E con la partecipazione speciale di James Purefoy (The FollowingAltered Carbon) nel ruolo del Capitano Gulliver Troy.

Trama

Un anno dopo gli eventi narrati nella prima stagione, l’Inghilterra si trova coinvolta in una devastante guerra civile, con la potente e neofascista Raven Union, guidata da Lord Harwood, che minaccia di controllare l’intero paese. Il nord di Londra rimane una delle poche  zone di resistenza rimaste. È qui, nella zona neutrale del West End, che ritroviamo Alfred Pennyworth.

Dopo anni passati nell’esercito britannico e grazie all’addestramento nella SAS, Alfred ha imparato ad essere un cinico ottimista, aspettandosi il peggio, ma sapendo di poterlo affrontare. Ora che gestisce il Delaney, un locale per il mercato nero a Soho che accoglie tutti, indipendentemente dalla loro appartenenza politica, Alfred, insieme ai suoi compagni della SAS “Bazza” e “Daveboy”, è alla ricerca di una via fuga, prima che Londra e il Paese intero vengano rasi al suolo.

Basato sui personaggi DC creati da Bob Kane e Bill Finger, la serie drammatica di 10 episodi della Warner Bros.Television è prodotta da Bruno Heller (Gotham, The Mentalist, Rome), Danny Cannon (Gotham, serie CSI) e Matthew Patnick (The Night Manager, Peaky Blinders). La serie è distribuita in tutto il mondo dalla Warner Bros. International Television Distribution. Starzplay è disponibile su Prime Video, Apple Tv, Rakuten Tv.

Di seguito il trailer in italiano!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Film e Serie TV

Halo: la serie tv arriva su Paramount+, ecco il cast

Published

on

Se parliamo di Halo parliamo di videogiochi, questo è chiaro; la serie dedicata al mitico Master Chief è un’icona per tutti i gamers, amanti o meno del genere FPS (sparatutto in prima persona). Da una serie di successo, come spesso accade, si cercano di trarre nuove idee e nuovo materiale per attrarre i fan, magari anche lontano dal controller. Lontano ma non lontanissimo in questo caso, perché se si lascia il controller non si spegne il televisore: Halo diventerà una serie tv e sarà disponibile su Paramount+ il prossimo anno.

La produzione di una serie tv presa direttamente dall’universo videoludico di Halo era già stata annunciata da tempo, le prime versioni la volevano un prodotto addirittura di Steven Spielberg con un uscita per il 2015, poi ci sono stati tutta una serie di problemi che ci hanno condotto ad oggi. Che sia la volta buona? Stando ad un post dell’account Twitter di Paramount+ si, eccolo:

Preparatevi Spartans! Prodotto da Showtime, Halo arriverà su Paramount+ nel 2022.

La serie sarà diretta da Otto Bathurst e scritta da Kyle Killen e Steven Kane. Anche il cast è già stato confermato, ci saranno:

  • Pablo Schreiber che interpreterà Master Chief John-117
  • Natascha McElhone che sarà la Dr.ssa Catherine Halsey
  • Charlie Murphy sarà Makee
  • Shabana Azmi che interpreterà l’Ammiraglio Margaret Parangosky
  • Bokeem Woodbine sarà invece Soren-006

Una nota di merito va anche a Jen Taylor che nella serie tv, proprio come nei videogiochi, darà la sua voce all’intelligenza artificiale Cortana.

Purtroppo non ci sono altre informazioni riguardo il progetto, soprattutto non si sa nulla ancora sulla trama, né se e da quali giochi prenderà spunto la serie. Sappiamo però che sono previsti, al momento, dieci episodi e che la dicitura “Paramount+ Original” che avete potuto vedere nel post sopra la rende a tutti gli effetti un’esclusiva di questo servizio di streaming.

Speriamo che arrivino al più presto novità riguardo la serie tv di Halo.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending