Connect with us
the ancient magus bride recensione consigli dell'uniporco the ancient magus bride recensione consigli dell'uniporco

Anime e Manga

The Ancient Magus Bride, l’anime: la magia come metafora della vita

Published

on

“The Ancient Magus Bride”, conosciuto in Giappone come “Mahou Tsukai no Yome” è un manga scritto e disegnato da Kore Yamazaki. Attenzione, in questo Consiglio parleremo prevalentemente dell’anime, quindi mettetevi comodi e preparatevi ad immergervi in una favola ottocentesca, romantica ma dai toni cupi, piena di meraviglie ma anche di orrori.

Un’immagine dei protagonisti, Elias e Chise

Trama

Chise Hatori ha solo 15 anni e ha già perso ogni cosa; non ha più una famiglia (alcuni parenti l’hanno addirittura venduta) e ormai non le resta alcuna speranza, ma un incontro speciale sta per cambiare il suo destino. Un mago, Elias Ainsworth, dall’apparenza mostruosa, si offre di comprarla ad un’asta.

Inizia così per entrambi un viaggio interiore che permetterà a Chise di avvicinarsi al mondo della magia e ad Elias, di comprendere la natura umana, e i complicati sentimenti che questa nasconde.

Quasi tutta la storia, composta da 24 episodi, si svolge nelle aree rurali fuori Londra, le ambientazioni sono davvero un punto a favore di questo anime. Sono luoghi aperti, di grande respiro che ci permettono di prendere confidenza con un mondo arcano, che sembra sospeso nel tempo.

Un mondo magico governato da proprie leggi e dove le creature fatate, all’apparenza benevole ed innocenti, spesso nascondono un’indole egoista. L’opera in questo senso si rifà strettamente alle leggende originali della cultura celtica e anglosassone, con le fate spesso descritte come entità capricciose e dai comportamenti ambigui.

Elias nella sua forma “mostruosa”

I protagonisti

In questa serie l’azione lascia spesso spazio ad una attenta analisi dei personaggi, la cui evoluzione psicologica è al centro di tutto. Sia Chise che Elias  infatti sono personaggi ben caratterizzati, divisi tra forza a fragilità e sarà proprio il confronto con le loro insicurezze a permettere ai due di crescere e di avvicinarsi l’uno all’altro, trasformando il loro rapporto. Ad accompagnarli in questo viaggio ci saranno altri personaggi ricorrenti, anche questi ben costruiti, che avranno proprio il compito di costruire un background solido ed emozionante.

I difetti della serie

Fin qui tutto ok, la serie non ha grossi deficit di trama o altro, ma ha quel genere di “problema” che potrebbe dissuadere diverse persone dall’intraprenderne la visione. Il ritmo, che è terribilmente lento. In un anime caratterizzato da poca azione, questo alla lunga potrebbe annoiare. Diciamo che è un anime che va vissuto più che guardato e basta, ed essendo molto emotivo e psicologico alla fine il limite non appare così grave.

I punti a favore

Wit Studio con “The Ancient Magus Bride” ha fatto un ottimo lavoro: i colori brillanti e le vivide animazioni ricreano perfettamente l’atmosfera di un mondo magico. Così anche la colonna sonora che ci accompagna nei vari episodi. Anche la scelta della fotografia è decisamente azzeccata.

Conclusione

“The Ancient Magus Bride” è una fiaba romantica e spietata al tempo stesso, la cui ambientazione ci proietta in un mondo magico fatto di nobili sentimenti e brutalità, di amore e vendetta, eroismo e vigliaccheria. Lo scorrimento lento non è adatto a tutti i palati, ma mi sento di consigliere questo anime agli appassionati del genere che sono pronti a lasciarsi trasportare in mondi lontani, senza la pretesa di vedere o capire tutto subito.

Il manga

The Ancient Magus Bride è un manga shōnen scritto e disegnato da Kore Yamazaki. La pubblicazione è iniziata il 30 novembre 2013 sulla rivista Monthly Comic Blade, su cui è proseguita fino al settembre 2014 per poi passare su Comic Garden, dove è attualmente in corso. In Italia il manga è pubblicato da Star Comics a partire dal febbraio 2016.

L’anime

L’adattamento anime è stato rilasciato nell’autunno del 2016 e conta 24 episodi più 3 oav che trattano una piccola storia che si colloca fra il 12° e 13° episodio. La serie la potete trovare completa su Crunchyroll.

Faccio parte di quella strana categoria di persone che, nonostante ci siano mille film da guardare, milioni di manga da leggere e trecento nuovi titoli di videogiochi, si fissa sempre sulle solite cose, per poi passare notti intere a rimettersi in pari con il mondo. Laureata in Lettere e in Editoria e Giornalismo, colleziono libri antichi in modo ossessivo, adoro piante e gatti e pratico judo da anni nella speranza di diventare, se non invincibile, almeno più saggia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anime e Manga

Bleach: nuova cover per il capitolo speciale del ventesimo anniversario

Published

on

Bleach: nuova cover per il capitolo speciale del ventesimo anniversario

Bleach è tornato alla ribalta negli ultimi tempi principalmente per due ragioni: la prima di queste è la conferma che arriverà l’adattamento anime dell’ultima saga del mangala Guerra Sanguinosa dei Mille Anni – anche se ancora non si conosce il periodo di uscita, la seconda ragione è stata la pubblicazione del capitolo speciale per il ventesimo anniversario dell’opera. Proprio a quest’ultimo riguardo è stata pubblicata una nuova cover per la versione digitale del capitolo.

La nuova immagine è stata condivisa attraverso Twitter dal profilo ufficiale di Tite Kubo, l’autore di Bleach. Eccola qui:

L’immagine mostra il protagonista delle vicende, Ichigo Kurosaki, in quella che sembra essere una maniera “malvagia”, passateci il termine. Occhi quasi bianchi, ombre sul viso e un sorriso maligno ci consegnano un protagonista che ha ben poco di rassicurante e, sicuramente, faranno ricordare ai fan di lunga data lo Spirito di Zangestu, noto anche come Ichigo Bianco (White Ichigo) oppure Hollow Ichigo.

Il capitolo speciale, dal titolo “No Breaths from Hell”, era stato pubblicato lo scorso agosto sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump – proprio in occasione dell’anniversario di cui parlavamo – e con le sue 74 pagine sembrava essere molto più che un semplice capitolo celebrativo. Molti fan, infatti, sperano che questo non sia altro che un incipit per una nuova avventura di Ichigo e compagnia.

Noi speriamo davvero che sia così.

Continue Reading

Anime e Manga

Love All Play: ecco il nuovo trailer dell’anime sul badminton

Published

on

love-all-play-anime

Il sito ufficiale di Love All Play, anime tratto dal romanzo di Asami Koseki ha condiviso un secondo trailer per la serie sportiva in arrivo nella primavera 2022. È stato, inoltre, comunicato che Natsuki Hanae (Ken Kaneki in Tokyo Ghoul, Tanjirō Kamado da Demon Slayer, Masamune Makabe da Masamune-kun’s Revenge) darà la voce al protagonista Ryō Mizushima.

L’azienda di prodotti sportivi YONEX supervisiona e collabora con la produzione per il design dell’anime, il team aveva dato il proprio supporto già nel 2018 ad un’altra serie sul badminton, Hanebado!

Nella key visual, che potete vedere qui sotto, si legge la scritta: “L’occasione di una vita, con il raggiungimento della maggiore età, colpisce alla velocità di 400 km/h, love-all play!!”. Il sito dell’anime fa notare come la velocità iniziale del volano dopo uno smash rende il badminton, per gli esperti, lo “sport più veloce del mondo”. Il titolo della serie nasce dall’affermazione “love-all” riferita al punteggio iniziale della partita.

Produzione

Hiroshi Takeuchi (Peacemaker Kurogane, Blade & Soul, Zunda Horizon) dirige l’anime per Nippon Animation e OLM. Tomoko Konparu (Uta no Prince-sama – Maji Love 1000%, Nodame Cantabile) scrive e supervisiona le sceneggiature con Miharu Hirami (Rossana, Una giungla di avventure per Kimba), Shingo Irie (All Out!!, Kuroko no Basket) e Michiko Yokote (Cute High Earth Defense Club LOVE!, Genshiken, Shirobako). Riko Kaneda si occupa del character design, mentre Yuki Hayashi (My Hero Academia, Welcome to the Ballroom, Shaman King) compone le musiche.

Continue Reading

Anime e Manga

Le Bizzarre Avventure di JoJo Stone Ocean: ecco la intro ufficiale

Published

on

Le Bizzarre Avventure di JoJo Stone Ocean: ecco la intro ufficiale

Le Bizzarre Avventure di JoJo è un’opera di fama mondiale, nata dalla penna del l’immenso maestro Hirohiko Araki nel lontano 1987, che nel corso dei decenni ha conquistato milioni di lettori in ogni dove. Se da una parte, però, abbiamo un’opera cartacea che può vantare una pubblicazione pressoché ininterrotta dai suoi inizi, meno costante è stata la versione animata, che solo negli ultimi anni ha visto una produzione continua e coerente. Questa produzione è infine giunta a Stone Ocean, la sesta parte che vede come protagonista Jolyne Kujo e che ha anche una nuova intro.

Qui sotto potete vedere la sigla ufficiale di apertura degli episodi, come caricata sul canale YouTube di Warner Bros. Japan Anime:

Questa la sinossi dell’opera:

Florida, Stati Uniti, 2011. Dopo un incidente d’auto con il fidanzato, Jolyne Kujo cade in una trappola ed è condannata a 15 anni da trascorrere nella prigione statale di massima sicurezza di Green Dolphin Street, nota anche come “l’Acquario”. Mentre si trova sull’orlo della disperazione, riceve dal padre un ciondolo che risveglia in lei un misterioso potere. “In questo mondo ci sono cose più terribili della morte, e ciò che succede in questo carcere è una di queste”. Il messaggio di un misterioso ragazzino che appare davanti a Jolyne, eventi inspiegabili che si susseguono, l’orribile verità raccontata dal padre durante una visita e un nome, DIO… Riuscirà Jolyne a uscire da questa prigione? I destini della famiglia Joestar e di DIO s’intrecciano da secoli. Che lo scontro finale abbia inizio!

La produzione dell’anime è in mano allo studio David Production (Code Geass, Soul Eater, Fire Force, Le Bizzarre Avventure di JoJo) ed è pubblicato sulla piattaforma di streaming Netflix e i primi 12 episodi sono usciti oggi primo di dicembre 2021.

Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending