Connect with us
dylan dog dylan dog

Fumetti e Cartoni

Dylan Dog Oldboy n.10: Questa non è una pipa

Published

on

Eccoci con questo nuovo albo di Dylan Dog Oldboy n°10.  Edito da Sergio Bonelli Editore, raccoglie due storie inedite: “Incubi imperfetti” e “Rosso Natale”. Se volete recuperare il numero precedente, potete leggere la nostra recensione del n°9.

Incubi imperfetti: la trama

La storia inizia con Dylan e Groucho che rischiano di investire un pedone, e qualche isolato più in là facciamo la conoscenza di Melissa, una sexworker d’alto bordo che scopriamo non andare mai due volte con lo stesso cliente.

L’indomani Melissa è da Dylan per chiedere il suo aiuto. Spesso, racconta la sexworker, un fantasma si presenta d’innanzi a lei e la frusta fino a farle perdere i sensi; ha provato a sbarrare la porta e le finestre eppure non c’è mai alcun segno di effrazione.

Dylan è scettico, tuttavia Melissa alzandosi sviene e cadendo mostra la schiena segnata al nostro indagatore dell’incubo che ne rimane scioccato. Si reca quindi da Bloch per iniziare la ricerca sul conto di Melissa e per scoprire qualche informazione in più.

Narrazione e disegni

La storia è stata scritta, sceneggiata e disegnata da Carlo Ambrosini, caratterizzata da una narrazione efficace e coerente abbinata al suo inconfondibile stile di disegno.

Un tratto graffiante a tratti incompleto ma preciso all’interno della tavola ed esplicativo dell’espressione della sequenza narrata.

Rosso Natale: la trama

Quest’episodio natalizio inizia con Dylan Dog che riceve un biglietto e poco dopo si trova sulla scena di un crimine.

Un babbo Natale zombie ha costretto i Gordon a giocare al “gioco del reverendo Crowley” in cui si è ingarbugliati e bisogna districarsi, peccato però che il tutto era condito con della dinamite!

I candelotti non sono esplosi ma è morto il capofamiglia che è rimasto soffocato mentre gli altri tiravano le corde muovendosi freneticamente in preda alla paura. Così Dylan mostra a Bloch il biglietto che ha ricevuto che recita: “Sottile son veloce, grossa son lenta, e il vento mi spaventa”. Che vorrà dire?

Narrazione e disegni

La storia è stata scritta da Alberto Ostini, ed è caratterizzata da un ritmo alquanto serrato ma lascia anche spazi di riflessione per rincarare con la sequenza successiva. Molto bilanciato ma anche molto originale sia il soggetto che l’epilogo finale.

I disegni di Paolo Bacilieri si abbinano in maniera singolare ai testi di Ostini che riescono a dargli un’espressione grottesca inaspettata.

Conclusioni

Ho letto questo Dylan Dog Oldboy n°10 molto velocemente e non perché non avessi tempo, ma perché entrambe le storie, in un modo o nell’altro, ti coinvolgono e ti risucchiano del loro piccolo universo.

Non regine della paura ma della narrazione, di quella sottile linea che unisce l’horror all’umoristico e al grottesco. Un volume che senza dubbio consiglierei, non come altri che mi han fatto letteralmente sobbalzare, ma un albo che sicuramente trova facilmente spazio nella libreria di qualsiasi lettore di Dylan Dog.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Eventi

Festival del Fumetto di Angoulême: i vincitori dei premi

Published

on

Festival del Fumetto di Angoulême: i vincitori dei premi

Il Festival del Fumetto di Angoulême – precisamente il Festival International de la bande desinée d’Angoulême – è una delle più grandi manifestazioni mondiali dedicate al fumetto che si tiene, ogni anno, nell’omonima città francese dal 1974. L’edizione del 2023, che si tiene dal 26 al 29 gennaio compresi, ha visto nel corso della giornata del 28 gennaio 2023 la premiazione delle migliori opere, suddivise per categoria.

Di seguito la lista dei vincitori:

  • Golden Fauve Best Album Award: “La couleur des Choses” di Martin Panchaud
  • Special Jury Jeunesse: “Toutes les Princesses Meurent après Minuit” di Zuttion Quentin
  • Series Award: “Les Liens du sang” di Shuzo Oshimi
  • Revelation Award: “Une Reinette en Automne” di Linnea Sterte
  • Heritage Award: “Fleurs de Pierre” di Hisashi Sakaguchi
  • Youth Prize: “La Longue Marche des Dindes” di Léonie Bischoff
  • Alternative Comic Book Award: “Forn de Calç”di Extincio Ediciones
  • Fauve Polar SNCF: “Hound Dog” di Nicolas Pegon
  • France Télévision Public Prize: “Naphtaline” di Sole Otero
  • Fauve des Lycéens: “Khat” di Ximo Abadìa
  • Eco Fauve Award: “Sous le Soleil” di Ana Penyas

Per maggiori informazioni riguardo il festival francese del fumetto, i vincitori di questa edizione e altro, di seguito il link al sito ufficiale della manifestazione: Festival Angoulême.

Continue Reading

Fumetti e Cartoni

Dylan Dog – Il pianeta dei morti arriva in fumetteria

Published

on

dylan dog

Era l’aprile del 2013 quando arrivava in edicola il decimo Dylan Dog Color Fest, in cui aveva ufficialmente inizio la saga “Il pianeta dei morti” architettata da Alessandro Bilotta. Così è stato riproposto in formato lussuoso tutta l’apprezzatissima saga dell’invecchiato Dylan Dog.

Il 27 gennaio in libreria e fumetteria il quinto volume di Dylan Dog – Il pianeta dei morti dedicato all’acclamata epopea creata da Alessandro Bilotta.

Nuovo appuntamento di Bonelli con la raccolta completa delle storie de IL PIANETA DEI MORTI, l’inquietante mondo distopico creato da Alessandro Bilotta. In un’epoca futura dove una misteriosa epidemia trasforma gli esseri umani in zombi, Dylan Dog, ormai uomo di mezza età, è posto di fronte a scelte estreme e costretto di volta in volta a mettere in discussione tutto ciò in cui ha sempre creduto.

Nel nome del figlio, la storia di questo volume, è disegnata da Giampiero Casertano ed è arricchita dall’introduzione firmata da Alessandro Bilotta. La copertina è di Marco Mastrazzo.

La trama della saga

In un’epoca futura, dove una misteriosa epidemia trasforma gli esseri umani in zombi, Dylan Dog, ormai uomo di mezza età, è posto di fronte a scelte estreme e costretto di volta in volta a mettere in discussione tutto ciò in cui ha sempre creduto.

DYLAN DOGIL PIANETA DEI MORTI VOLUME 5

“Nel nome del figlio”

  • Soggetto: Alessandro Bilotta
  • Sceneggiatura: Alessandro Bilotta
  • Disegni: Giampiero Casertano
  • Copertina: Marco Mastrazzo
  • Formato: 22×30 cm, b/n
  • Pagine: 168

Continue Reading

Fumetti e Cartoni

La storia di un divoratore di cadaveri, Leviathan Labs arriva con “Foglie rosse”

Published

on

foglie rosse

Foglie Rosse, la nuova opera edita Leviathan Labs, ci porta in un viaggio tetro nel folklore e negli spaventosi segreti che la grande madre Russia custodisce nel suo ventre.

Trama

Molto tempo fa si diceva che durante la guerra i morti camminassero tra la gente, infettando coloro che amavano di più, spinti solo dal desiderio animalesco di tornare a casa. Siberia, Unione Sovietica, durante la Campagna d’Inverno.

Una madre e una figlia attendono avvolte nella solitudine il ritorno del capofamiglia, inviato in Finlandia dove infuria la battaglia. Le due sono sole da mesi, a centinaia di chilometri dalla città più vicina, quando una terribile presenza e un’opprimente paranoia iniziano a circondare la loro casa e la loro vita quotidiana.

Gli autori

Massimo Rosi (Editions Delcourt, Scout Comics, Lev Gleason, Komics Initiative, ecc…), Ivan Fiorelli (Marvel Comics, Sergio Bonelli, ecc…) e Lorenzo Palombo (Scout Comics) uniscono le forze per creare un unicum nel mondo delle graphic novel: una storia di guerra, d’orrore e un thriller psicologico familiare fusi in una narrazione delicata alla Del Toro e soffusi nel bianco dell’inverno sovietico, macchiato solo dal rosso delle foglie e del sangue. Pubblicato in USA, Inghilterra e Canada dall’editore di Toronto Lev Gleason/New Friday.


Foglie Rosse è in preordine fino al 10 gennaio 2023, scontato del 20% con sketch in regalo.

112 pagine in toni di grigi e rosso
13 euro
Brossurato
Leviathan Labs/Lev Gleason

Continue Reading
Advertisement

Trending