Connect with us

Eventi

EURCOMICS: una realtà all’avanguardia

Published

on

Durante il Romics2022, all’interno del padiglione 8, abbiamo trovato lo stand di Eurcomics. Colpiti dalla loro realtà, abbiamo deciso di scambiare quattro chiacchiere con loro e abbiamo avuto conferma di quanto il loro progetto sia interessante.

Romics e fumetti

Una fiera come il Romics significa molto: è il riaccendere quello che è stato sopito a causa della pandemia. Soprattutto è un modo per verificare la qualità del prodotto fumettistico nel mercato italiano. Durante la pandemia poche erano le cose che si potevano fare e fra queste c’era leggere.

Ecco perché sempre più persone si sono avvicinate a questo mondo. Il Romics è un rito di passaggio, per ritornare alla “normalità” dei vecchi tempi. Una fiera di questo tipo fa conoscere anche la “fumetteria di quartiere”, tassello portante del fumetto.

Eurcomics: una realtà presente

“La nostra realtà è consolidata da ben 26 anni. Abbiamo subito una mutazione negli anni, basti pensare che vent’anni fa il prodotto di punta era il comics americano e negli ultimi anni c’è stata una completa evoluzione. Oltre alla vendita del fumetto abbiamo integrato la vendita del gadget, l’organizzazione di tornei ufficiali di Magic, siamo diventati Lega Pokemon e cerchiamo ancora di aggiungere altre idee”.

“Non ci reputiamo commercianti, ma appassionati di questo mondo e per tanto consigliamo e veniamo incontro alle esigenze del cliente facendo magari conoscere un fumetto o un gioco. Avere un corollario di iniziative è fondamentale per la fidelizzazione del cliente”.

“Ormai si ragiona con i social, noi ci stiamo puntando molto, ma per noi rimane assolutamente prioritario costruire una community di persone fisiche che vengono in negozio. Ad esempio, con i tornei di Magic che facciamo la sera, si è creato un vero e proprio trait d’union e viene sfruttato come punto di ritrovo, magari alcuni passano a fare un saluto, stanno con gli amici e condividono le loro passioni”.

Guida all’acquisto e molto altro

“Per noi aiutare e consigliare il cliente è fondamentale, quindi anche essere informati sull’offerta e sulle preferenze di chi entra in negozio è importante. Di recente è uscito Kaiju no 8, ma già prima dell’annuncio, noi avevano letto qualcosa in Giappone e avevamo già capito l’entità del prodotto, così da poter consigliare al meglio i lettori”.

“Abbiamo sviluppato anche un sistema ‘a cartelline‘, in pratica chi viene da noi può gratuitamente accedere a questo servizio che consistere nel mettere da parte le uscite de clienti abituali -anche variant-, così da non fargli perdere il numero: e questo ci aiuta molto. L’idea è appunto conoscere il cliente e coccolarlo così da rendere l’esperienza in fumetteria piacevole e semplice come una chiacchiera tra amici”.

“A proposito di pandemia, quando si è potuto, abbiamo garantito il servizio di consegna a domicilio per chi non poteva uscire o era in quarantena (non nel primo lookdown). Questo per non abbandonare le persone che, con il passaparola, aiutano a consolidare questa community”.

Eurcomics e il problema carta

“Noi in quanto fumetteria abbiamo vissuto la questione in maniera particolare. Quasi tutti i lettori invece di ridurre gli acquisti hanno centellinato. Hanno fatto una cernita. Se per esempio prima seguivano 5 titoli contemporaneamente, adesso in prima battuta ne comprano 3 e poi vanno a recuperare il mese dopo i 2 rimanenti. Alcuni hanno smesso completamente di comprare perché oltre al problema della carta c’è il problema economico post-covid con tutto quello che comporta”.

Eurcomics: avanguardia sui social

“Gran parte del mercato e di questo mondo si muove sui social. Io con i miei quarant’anni mi sono rimesso in gioco in questo campo aiutato ovviamente da Chiara, pilastro fondamentale per i nostri video”.

“La cosa che ci differenzia e ci premia molto è che non puntiamo sul “virale” ma creare dei contenuti che hanno sostanza e che facciano trasparire anche il divertimento. Sfruttandoli per fare informazione per chi segue e poi, magari, frequenta il negozio. Una cosa che ci caratterizza e che nessuno fa, per esempio, sono le recensioni e le dirette su Tik Tok in cui parliamo delle uscite in negozio o di argomenti specifici. Questo nostro modo di lavorare ha attirato allo stand diversi tiktoker o influencer a farci i complimenti e per noi è importantissimo”.

“Il format che ci sta premiando molto è: “Uscite della settimana”, che risulta molto utile. Il fattore che ci interessa di più, però, è il rapporto fra interazione e views/likes. Perché indica la partecipazione e il coinvolgimento verso quello che stiamo proponendo. Non possiamo vantare numeri di alcuni mostri sacri, ma nel nostro quotidiano abbiamo percentuali di interazioni notevoli”.

“Noi crediamo fortemente che il negozio non debba essere un posto asettico dove acquisti e te ne vai, ma un luogo che ti faccia sentire a casa. Un ambiente protetto dove il lettore si senta libero. Infatti abbiamo una grandissima vendita di Yaoi che è difficile in altre realtà, perché chi viene da noi non si sente giudicato, inquadrato o altro. Abbiamo sempre avuto la cura del cliente facendolo sentire a proprio agio. Le vendite vengono poi, sono importanti, ma c’è anche dell’altro. L’utente deve aver un posto dove stacca dal resto e si rilassa”.

Insomma Eurcomics, punto di riferimento romano, risulta essere non solo una fumetteria, ma un ambiente dove il lettore può rilassarsi, trovare una community e seguire le proprie passioni: lo dico avendolo provato anch’io.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Eventi

Jundo sbarca al Salone del libro di Torino

Published

on

salone libro torino

Dopo le tappe a Romics e Comicon, Jundo si prepara alla sua prima presenza al Salone Internazionale del Libro di Torino (19-23 maggio) dove sarà presente con anteprime, novità, autori ed eventi!

La XXXIV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino si aprirà giovedì 19 maggio con la lectio inaugurale dello scrittore indiano Amitav Ghosh, in collaborazione con Neri Pozza. In contemporanea, nell’Arena Bookstock, si terrà l’inaugurazione del Bookstock, lo spazio dedicato ai giovani lettori, con l’intervento di Maria Falcone, che racconterà agli studenti le battaglie e il lascito morale del fratello Giovanni a 30 anni dal suo assassinio. Il programma è online! Scopri qui gli appuntamenti.

Tornano a Jundo verrà presentata in edizione cartacea, Belle Epoque di Matteo Filippi e Lorenzo Grassi: Due amici. Una metropoli. Zero soldi. Pierre e Seam sognano gli Champs-elysées, lʼalta società e i completi pregiati. Ma, aperti gli occhi, restano solo monolocali marci, bassifondi e debiti da pagare. Un futuro dal tappeto rosso, ma un presente sporco di sangue. Corpi e sentimenti svenduti al primo offerente, rivalsa marcita in vendetta. La città delle luci ammicca, chi fregherà chi?

Salone Internazionale del Libro (Padiglione 1 – Nuovi Editori – Stand E20)

Due gli autori Jundo Originals che parteciperanno alle signing session in stand nei cinque giorni del festival. E ben quattro gli appuntamenti e i panel a cui parteciperà la giovane casa editrice.

Lorenzo Grassi, disegnatore di Belle Epoque (Da Venerdì 20 a Lunedì 23)
Virand, autore di Harakiri (Da Giovedì 19 a Lunedì 23)

Panel ed Eventi

—Venerdì 20 maggio—
Largo all’horror! Sala del Fumetto, PAD 1 – Ore 11:00 – 12:00
Dai maestri del manga Junji Ito e Kazuo Umezz alla narrativa young adult di Manlio Castagna e i webtoon in arrivo dalla Cina, uno sguardo trasversale a un genere sempre più amato e richiesto. Quali le nuove frontiere dell’horror e il loro rapporto con i giovani lettori?
Con: Silvia Casolari (Mufant), Lorenzo Carucci (Jundo), Manlio Castagna e Cristian Posocco (Star Comics)
Moderano: Alessandro Carnevale (autore, Poliniani Editore) e Daniel de Filippis.

Jundo: dai Webcomic ai Webtoon
Sala del Fumetto, PAD 1 – Ore 15:00-16:00
I webtoon non parlano “solo” coreano e cinese! Scopriamo con Jundo l’evoluzione del fumetto
digitale da webcomic a webtoon! Quale è il futuro della fruizione digitale e il rapporto con i formati cartacei? Quali le opportunità per i giovani autori italiani che desiderano mettersi alla prova con i webtoon?
Con: Lorenzo Carucci (Jundo) e Lorenzo Grassi (Disegnatore de La Belle Epoque)
Modera: Daniel de Filippis

—Sabato 21 maggio—

Storia sportiva del fumetto
Sala Olimpica, PAD 1 – Ore 13:15-14:15
Dal manga al graphic novel, dalle biografie alle nuove tecnologie, tutte le sfumature dello sport
raccontato con la nona arte.
Con: Lorenzo Carucci (Jundo), Mattia Ferri (Beccogiallo), Giovanni Russo (Lucca Comics&Games) e Cristian Posocco (Star Comics)

Cina: storytelling e mondi fantastici dalla narrativa al webtoon
Sala del Fumetto, PAD 1 – Ore 18:30-19:30
Con: Lorenzo Carucci (Jundo), Matteo Gaspari (ADD Editore) e Davide Monopoli (Mufant)
Modera: Daniel de Filippis

Dopo il Salone del Libro di Torino, la prossima tappa di Jundo sarà Etna Comics (1-5 Giugno) a
Catania.

Continue Reading

Eventi

Adrenaline Rush: myAppFree lancia questa attesa indie game jam

Published

on

adrenaline-rush

Oggi vi parliamo di una startup imolese, nata nel 2014, che si chiama myAppFree, che ha deciso di lanciare una indie game jam decisamente importante proprio quest’anno. L’evento si intitolerà Adrenaline Rush e sarà una competizione a livello nazionale dove centinaia di developer si sfideranno sviluppando i migliori mobile game secondo il tema che verrà annunciato.

Adrenaline Rush

Non sarà però solamente una competizione, nelle ambizioni degli organizzatori la Jam potrebbe diventare un riferimento per la comunità italiana ed è per questo che in collaborazione con Unity3D è stato organizzato un ricco programma di webinar durante tutta la durata della sfida.

Ma non è finita qui, infatti ci saranno dei premi piuttosto allettanti, in quanto il montepremi totale supera il valore di 80.000 euro suddivisi tra 3 principali categorie: Il Gran Premio, I Top performer e I preferiti dalla giuria. Una giuria di eccezione che include, oltre agli organizzatori, alcuni partner, tra i quali AppsFlyer, una delle più influenti aziende nell’industria dei mobile game.

L’annuncio del tema avverrà il 16 Maggio e segnerà proprio l’avvio della competizione che durerà fino al 15 Luglio.

Il mondo indie italiano

Il panorama Indie italiano è forse uno dei più variegati e meno valorizzati al mondo: ci sono davvero ottimi studi e sviluppatori in grado di creare giochi unici che purtroppo non hanno l’opportunità di spiccare e di raggiungere i giocatori. Ciò che manca sono da un lato gli investimenti e dall’altro la presenza di un player di riferimento per la community italiana. È all’interno di questo contesto che si colloca myAppFree per offrire il supporto di esperti nel mondo del mobile marketing per scuotere il mercato italiano.

Continue Reading

Eventi

Cartoons on the bay si prepara a tornare dal 1 al 5 giugno con una nuova area kids

Published

on

cartoons on the bay

Cartoons on the Bay si prepara a tornare, dal 1 al 5 giugno, per celebrare la sua 26° edizione totalmente in presenza e con moltissime novità.

Un fitto programma di appuntamenti, incontri, sport e concerti animerà quest’anno la nuova ‘Area Kids’, di ‘Cartoons on the Bay’, festival internazionale dedicato all’animazione televisiva, cinematografica e cross-mediale promosso da Rai e organizzato da Rai Com in programma a Pescara dal 1 al 5 giugno, che celebra la sua 26° edizione. Pronto anche il manifesto dedicato a questa nuova area, creato da Nicoletta Costa.

Tra le novità spicca l’Area Kids, pensata per i più giovani e per le famiglie, che potranno godere di moltissime attività che prevedono la partecipazione di personaggi del mondo dell’animazione, dello spettacolo e dello sport. Obiettivo principale dell’Area Kids sarà quello di sviluppare percorsi didattici collegati all’evento, originali e di sicuro interesse.

Si partirà da un manifesto ‘parallelo’ a quello ufficiale, che verrà annunciato a giorni, dedicato all’Area Kids e affidato a Nicoletta Costa, scrittrice, disegnatrice e cartoonist chiamata a re-interpretare l’ormai famoso pulcinella che da sempre contraddistingue Cartoons on the Bay in versione ‘kids’. Gli elementi visivi del poster comprendono, nel classico stile dell’artista semplice ed immediato, diversi elementi, tra cui l’immancabile Nuvola Olga (diventata anche un cartone animato attualmente in onda su Rai Yoyo) e le sue riconoscibilissime casette.

Continue Reading
Advertisement

Trending