Connect with us

Eventi

I videogames open world nello “Speciale Wonderland”

Published

on

La possibilità di esplorare un vero e proprio mondo a parte, con dozzine di missioni da affrontare, centinaia di personaggi con cui interagire è da sempre l’obiettivo agognato da ogni videogiocatore e a cui aspira l’industria dei videogames sviluppando il sistema di gioco denominato open world. A questi affascinanti mondi virtuali dedica una puntata speciale “Wonderland”, in onda martedì 23 febbraio alle 22.55 su Rai4.

Per affrontare questa avventura, Wonderland ha interpellato tre autorità del settore: i game designer Darby McDevitt e Jan-Bart van Beek e l’animatore James Ham, incontrati all’ultima edizione della View Conference di Torino.

In un’epoca in cui il concetto di universo condiviso ha coinvolto più linguaggi mediali, come i fumetti, la serialità televisiva e il cinema, creando mondi in continua espansione che si intrecciano e possono perdere la propria specifica identità, c’è un settore, quello dei videogiochi, in cui si viene a creare una vera e propria palestra per sperimentare – in un unico spazio virtuale – il concetto di espansione spaziale e narrativa. Si tratta dei videogames open world su cui si è cominciato a sperimentare fin dagli albori negli anni ’80, ma sui quali si è raggiunta la reale fattibilità solo nell’ultima decade del 900, aprendo di fatto la strada ai mondi totalmente esplorabili di celebri saghe come Assassin’s Creed, GTA, Far Cry, Horizon e The Legend of Zelda.

Ed è proprio dall’universo di Assassin’s Creed che proviene Darby McDevitt sceneggiatore per Ubisoft che in Assassin’s Creed: Valhalla ha vestito il ruolo di narrative director. L’artista di origini irlandesi ha raccontato il grande impegno documentativo che esiste dietro lo sviluppo di un titolo storicamente attendibile come Assassin’s Creed e come il seme per un universo condiviso e strutturato su più capitoli, con epoche storiche e località geografiche differenti, fosse stato piantato già nel lontano secondo capitolo della saga.

Jan-Bart van Beek dirige il dipartimento artistico della saga post-apocalittica Horizon e ha spiegato la complessità nel realizzare un videogame open world, un lavoro simile a quello che c’è dietro a un moderno film d’animazione che si sviluppa nell’arco di tre o quattro anni con un team molto numeroso che comprende artisti di ogni tipo: designer, autori, programmatori.

James Ham, che ha lavorato come animatore per le sequenze cinematografiche del gioco di nuova generazione Spider-Man: Miles Morales, ha invece approfondito l’aspetto artistico dietro l’impostazione visiva dei videogame che usufruisce di maestranze del settore cinematografico come attori, registi, stuntmen e doppiatori: tutto inizia con il coinvolgimento di attori su un set e con l’utilizzo della motion capture.

L’obiettivo è sempre e comunque offrire al videogiocatore un’esperienza di intrattenimento completa e il più possibile realistica, un viaggio a 360° nel mondo in cui si sceglie di agire. Appuntamento quindi con lo “Speciale Wonderland”.

Daily Nerd è un Magazine di cultura Nerd e Geek. Non si tratta semplicemente di riportare notizie, ma di approfondire e riflettere sulla cultura che ci circonda.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eventi

“Podcast Micidiali”: Maccio Capatonda sbarca su Audible

Published

on

Podcast micidiali- maccio capatonda

Ci sono storie vere. E poi ci sono storie realmente accadute, ma non veramente, questo è l’universo di Maccio Capatonda, che ci accompagnerà con “Podcast Micidiali”, disponibile dal 29 novembre su Audible, tra risate e momenti di lucida e satirica riflessione sul presente.

10 storie vere-ma-false da 20 minuti ciascuna, un mockumentary in formato podcast: tutto è possibile nell’universo dell’esperimento audio firmato da Maccio Capatonda e dalla squadra di autori e voci, Herbert Ballerina, Valerio Desirò, Giovanni Maggi, Clemente Meucci e Gualtiero Titta: laddove il video non può arrivare, è l’audio che riesce a trasportare gli ascoltatori in un universo esclusivamente sonoro fatto di voce, sound design ed effetti speciali propri del mondo comico di Maccio. 

Ogni episodio è a sé stante e ascoltabile in qualunque ordine, lasciandosi ispirare dai titoli e dagli scenari ironici che evocano e che riportano allo stile dissacrante e inconfondibile che ha reso celebri tutti i personaggi ideati da Maccio Capatonda. Il risultato? Semplicemente assurdo. Una comicità surreale che, allo stesso tempo, scava a fondo e con il sorriso a tratti amaro affronta anche temi sociali di estrema attualità come l’omofobia, il precariato, la disparità tra i sessi, analizzando e interpretando la società attuale e i suoi linguaggi con lo sguardo schietto e tagliente della vera comicità.

Tra le storie più esilaranti, quella del grande artista Lavami o quella del campione di urla Marco Sgabello. E ancora, quella del meteorologo Nicholas o della Madonna che piange non sangue ma contratti di lavoro, o dello sconosciuto paese di Scapestrana nei Cocci, un piccolo borgo dove si tiene una curiosa manifestazione, il Donnathlon. Un vero e proprio viaggio in un universo parallelo che mette a portata di cuffia i tratti distintivi dei personaggi di Maccio Capatonda, per leggere la vita e le sue contraddizioni non solo con il sorriso ma con occhi disincantati e vigili.

“Mi sono divertito, ho giocato molto con la mia voce allo scopo di creare diversi livelli di narrazione all’interno delle puntate – commenta Maccio Capatonda, al secolo Marcello Macchia –. Il mondo dell’audio è molto affascinante e stimolante: da un lato, lascia un’ampia libertà editoriale, maggiore rispetto alla produzione video, più complessa e costosa; dall’altro, permette all’ascoltatore un salto immaginativo che lo stimolaa figurare nella propria mente le immagini che vengono ricreati negli episodi”.

Le puntate del podcast:

  1. L’urlo de Dios
  2. Il morbo doppiaggese
  3. Nostra signora dei precari
  4. L’arte di sporcare le macchine
  5. La Repubblica Popolare del Puccioni
  6. Casual Killer
  7. L’uomo che assomigliava a chiunque
  8. Donnathlon
  9. Meteo – il musical
  10. S.P.A.M.

Continue Reading

Eventi

Free Comic Book Day 2021: ecco tutti gli albi distribuiti gratuitamente

Published

on

free-comic-book-day-2021

Da giovedì 2 dicembre, e per tutto il mese, torna il Free Comic Book Day l’appuntamento annuale che celebra l’arte del fumetto. Panini Comics, Sergio Bonelli Editore, Star Comics e SaldaPress propongono 15 albi esclusivi in distribuzione gratuita nelle oltre 280 fumetterie aderenti all’iniziativa.

L’appuntamento con il Free Comic Book Day Italia si riconferma per il sesto anno e anche quest’anno durerà un mese intero: fino ad esaurimento scorte, infatti, per tutto dicembre le fumetterie aderenti all’iniziativa distribuiranno gratuitamente gli albi inediti pensati esclusivamente per l’evento e importanti preview di volumi in uscita nei prossimi mesi.

Il Free Comic Book Day (nato negli USA nel 2001 e arrivato per la prima volta nel nostro paese nel 2016) coinvolge 4 tra i principali editori di fumetti in Italia: Panini ComicsSergio Bonelli EditoreStar Comics e SaldaPress. Una partnership che rafforza un’iniziativa che vede importanti team editoriali in prima linea per la promozione del fumetto e dei suoi autori.

Elenco delle opere proposte

Le proposte del Free Comic Book Day Italia di quest’anno sono Batman – Fear State, Avengers/Hulk 2021Spider-Man/Venom 2021, Shangri-La Frontier, BRZRKR e Cronache degli antichi regni direttamente dal mondo di Topolino (Panini Comics); Simulacri (Sergio Bonelli Editore); A sign of affectionKaiju No. 8, Sweet HomeIl duro lavoro di MusubuDeep Beyond e Far Cry – Le lacrime di Esperanza (Star Comics); Two Moons e Crossover (Saldapress).

Marco Marcello Lupoi, Direttore Editoriale Panini Comics, ha commentato così l’evento: “Anche nel 2021 si ripete una delle più grandi iniziative promozionali del mondo del fumetto italiano, destinata a quel grande circuito di vendita e diffusione dei comics che si chiama ‘fumetterie’. Come sempre Panini è orgogliosa di presenziare con una serie di imperdibili uscite, di cui ben due con materiale inedito ed esclusivo, prodotti proprio per la versione USA dell’iniziativa (Spider-Man/Venom Avengers/Hulk), e altri quattro che propongono invece delle preview di nuovi entusiasmanti prodotti a fumetti di imminente uscita. A parte Batman, Shangri-La Frontier e Topolino, segnalo l’anteprima di BRZRKR, il nuovo fumetto scritto da Keanu Reeves (sì, proprio lui) e campione d’incassi negli USA. Dal 2 dicembre non mancate di passare dalla vostra fumetteria di fiducia per prendere questi fumetti gratuiti, e quelli degli altri editori partner dell’iniziativa. Buon divertimento!”.

“Sergio Bonelli Editore è felice di rinnovare la sua partecipazione alla nuova edizione del Free Comic Book Day Italia – afferma Michele Masiero, Direttore Editoriale Sergio Bonelli Editore -. Quest’anno parteciperemo al Free Comic Book Day con il numero zero di Simulacri dagli autori Marco B. Bucci e Jacopo Camagni: una storia con protagonisti giovani ragazzi e due isole. L’Elba, quella del sogno e dell’amore, e Pianosa, con il suo carico di mistero e inquietudine. Qui, tra questi due mondi, si muove il nostro racconto. Uno sguardo sulle relazioni tra le persone ai tempi dei social media; un manifesto della social-media-generation che fonde misteri e sorprendenti drammi sentimentali”.

“È un piacere ritrovarci al termine di un anno indimenticabile per il fumetto per continuare a promuoverne la cultura con questa importante iniziativa. Partendo dai grandi webcomic con Sweet Home – horror che ha ispirato un live-action Netflix – e passando per la delicatezza di uno degli shojo più attesi, A Sign of Affection, e per l’ironia de Il duro lavoro di Musubu, la nostra proposta atterrerà a ovest su Far Cry, uno dei titoli Ubisoft che più impazientemente attendevamo, e su Deep Beyond, il nuovo progetto internazionale di Mirka Andolfo, stavolta in veste di sceneggiatrice. Dulcis in fundo, Kaiju No. 8, il nuovo fenomeno manga destinato a dominare discussioni e classifiche”, commenta Claudia Bovini, Direttore Editoriale Star Comics.

Infine Andrea G. Ciccarelli, Direttore Editoriale SaldaPress: “È bello ritrovarsi per l’appuntamento annuale con il FCBD e, in questo, è ancor più bello sapere che i lettori, grazie all’impegno delle fumetterie, potranno leggere in anteprima qualcosa dei libri che noi editori presenteremo al pubblico qualche mese dopo. Nel nostro caso, il primo capitolo di due grandi serie USA targate Image Comics: Crossover di Donny Cates e Geoff Shaw e Two Moon di John Arcudi e Valerio Giangiordano. Viviamo un periodo di grande interesse verso il fumetto e forse un po’ il merito è anche di questo tipo di iniziative che creano un vero dialogo con i lettori”.

La lista completa è consultabile sul numero 363 del mensile di informazione per fumetterie Anteprima, nonché su tutti i canali social di Panini Comics, Sergio Bonelli Editore, SaldaPress e Star Comics.

Continue Reading

Eventi

MyAppFree lancia la New Horizons Game Jam in collaborazione con EventHorizon School

Published

on

new-horizons

Su Itch MyAppFree, digital marketing agency con sede a Imola, in collaborazione con l’italiana EventHorizon School of Digital Art, ha deciso di lanciare la sua più grande game jam ad oggi: New Horizons.

Le Game Jam sono eventi per sviluppatori di videogiochi e affondano le loro radici nei primi anni 2000. Lo scopo di una Game Jam è proporre un tema, assegnare un periodo di tempo limitato e dare libero sfogo alla creatività dei game developers (singoli o in team), con l’obiettivo di creare un nuovo titolo in un vero e proprio sprint di sviluppo.

La popolarità di questi eventi è esponenzialmente aumentata negli anni, grazie al sempre più ampio accesso ai tool di game development e alla nascita di grandi communities di indie developers, come Itch.io.

L’evento nasce grazie allo sforzo congiunto di queste due realtà, che invitano i developer da tutto il mondo a inviare le proprie creazioni dal 13 al 26 Dicembre 2021.

New Horizons si rivolge in particolar modo alla scena indie italiana, in costante crescita negli ultimi anni (come ha dimostrato la grande partecipazione di moltissimi talenti alla recente Milan Games Week). I developer sono liberi di unirsi in solitario o come team, non ci sono limiti sulla dimensione della squadra.

Il tema è in linea con il periodo: la speranza e i buoni propositi per il nuovo anno. Una tematica sicuramente ampia, che lascia grande libertà e si pone più come linea guida sul mood generale dell’evento.

Ma non è finita qui. Sia MyAppFree che EventHorizon assegneranno dei premi per i titoli migliori: credito pubblicitario sulla piattaforma di MyAppFree e voucher per workshops presso la EventHorizon.

New Horizons rappresenta un primo storico sulla piattaforma Itch come collaborazione di due realtà italiane, e una grande opportunità per gli indie developers italiani per mostrare il loro talento a una platea di migliaia di spettatori. È già possibile unirsi alla Jam tramite la pagina dedicata su Itch.

Al termine del periodo di submit, seguiranno circa due settimane di votazioni, divise tra votazioni pubbliche e scelte dei giudici.

Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending