Connect with us
feder-esports-maurizio-olimpiadi-tokyo-miazga feder-esports-maurizio-olimpiadi-tokyo-miazga

Eventi

Tokyo 2020, dopo il rinvio le considerazioni di Feder-Esports

Published

on

Dopo la decisione di rinviare le Olimpiadi di Tokyo 2020 all’anno prossimo abbiamo contattato telefonicamente Maurizio Miazga, segretario nazionale di Feder-Esports. Gli abbiamo chiesto come è stata presa la notizia e se il rinvio abbia influito in qualche modo nei progetti futuri della federazione.

Olimpiadi 2020 rimandate, come la prende la comunità Esports?

Bisogna precisare subito che gli Esports non sono ancora entrati nell’ambito olimpico. Era previsto un evento a latere gestito da Intel che è partner del CIO. Speriamo che il riconoscimento possa arrivare nei prossimi anni, ci sono già dei movimenti che fanno intendere questo. Dicevamo di un evento Intel, una compagnia che è impegnatissima nel settore, si tratta di un fortissimo segnale.
In ambito olimpico gli esports avranno probabilmente il loro spazio già a Parigi nel 2024 e certamente – o quasi – a Los Angeles nel 2028 ma ancora nulla di ufficiale.
Che le Olimpiadi di Tokyo si facciano nel 2020 o nel 2021 cambia poco a livello organizzativo. Almeno per il momento.



Come si sta preparando l’Italia all’eventualità che gli Esports diventino discipline olimpiche?

Come Feder-Esports siamo impegnati in prima linea per organizzarci al meglio. Stiamo cercando di intercettare gli interessi del CONI. Il nostro Presidente – Michele Barbone, nda – che è anche presidente FIDS, ha avuto incarico dal CONI di interessarsi all’argomento e preparare tutto quanto sia necessario al Comitato Olimpico Nazionale di scegliere se riconoscere finalmente gli Esports come discipline sportive a tutti gli effetti. Abbiamo già incontrato, davanti al presidente Giovanni Malagò, tutti gli enti di promozione sportiva. Il nostro impegno rimane invariato. Anzi l’unica variazione forse è dettata dal momento attuale infatti ci stiamo interessando maggiormente al gioco online. Ad esempio, abbiamo portato avanti un torneo in collaborazione con il Monza Calcio (che ha ospitato anche lo streaming delle partite sul suo canale Twitch) e che si è concluso domenica 5 aprile. Gli “arbitri” sono invece rappresentanti della Federazione Cronometristi, quindi si è creata una bella sinergia.

Quindi la situazione attuale non ha influito se non sulle modalità?

Sì anzi si tratta di una opportunità perché, altrimenti, del gioco online ce ne saremmo occupati più avanti. Siamo convinti infatti che il gioco online risenta di 3 limiti fondamentali rispetto alle competizioni standard. Il primo è relativo alle infrastrutture informatiche dato che non tutti godono della stessa velocità di connessione ovunque. Alle volte ci sono differenze anche tra due appartamenti adiacenti a causa di due diversi provider di rete. Il secondo invece riguarda l’identificazione del player anche se siamo già vicini a una soluzione efficace che ci permetterà di verificare che davanti alla postazione ci sia effettivamente la persona giusta. Il terzo problema da risolvere, infine, riguarda i controlli anti-doping che dovrebbero essere effettuati da NADO Italia che però non può ancora intervenire in quanto non si tratta di sport riconosciuti.



Passiamo agli eventi che erano in programma, c’è stato un cambiamento dei piani?

Sì, ovviamente. Uno dei più immediati a cui avremmo dovuto partecipare è il Motor Valley Fest di Modena (in programma dal 15 al 17 maggio), e che rientra negli appuntamenti Motor Sim, è stato trasferito completamente online e noi parteciperemo portando dei campionati digitali di simulatori sportivi. Passando all’estate invece siamo in attesa degli sviluppi. Siamo consapevoli che i ragazzi avranno voglia di riprendere un po’ di respiro e libertà una volta che la situazione si sarà risolta ma reputiamo che non sia il momento più adatto questo per parlarne intensamente. Riteniamo che al momento prevalga il rispetto per chi dal virus è stato colpito sia negli affetti sia anche, banalmente, a livello economico. È una forma di rispetto. Tutto qui.

Le tue considerazioni finali?

Vorrei solo ricordare a chi in questo momento è costretto in casa che è sempre possibile giocare anche online. Ci sono diverse iniziative portate avanti sia da noi che dalla Federazione Italiana Danza Sportiva. Non ci siamo fermati del tutto e proseguiremo con le attività ovviamente rimodulandole nel rispetto delle norme e ci adegueremo di volta in volta alla situazione. 

Considerato mezzo scemo da chi lo conosce solo a metà, ha preso il primo controller in mano a 5 anni e a quella età pare essersi fermato. Porta la sua competenza ovunque serva sul web. Il suo sogno nel cassetto è avere la sua pagina su Wikipedia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Eventi

Annunciati gli 8 club che parteciperanno all’eFootball CHAMPIONSHIP PRO 2022

Published

on

eFootball CHAMPIONSHIP PRO

KONAMI ha svelato i dettagli del calendario e i club che parteciparenno all’eFootball Championship Pro 2022. La competizione è stata suddivisa in due categorie: eFootball Championship Pro ed eFootball Championship Open. I Club che parteciperanno al torneo di quest’anno sono: FC Barcelona, Manchester United, FC Bayern München, Arsenal, Celtic FC, AS Monaco, AS Roma e Galatasaray.

Calendario eFootball Championship Pro

Sabato, 4 giugno: Sorteggio abbinamenti
Sabato, 11 giugno – Domenica, 12 giugno: Fase a gironi giorno 1 & 2
Sabato, 18 giuno – Domenica, 19 giugno: Fase a gironi giorno 3 & 4
Sabato, 25 giugno: Quarti di finale e semifinale
Sabato, 26 giugno: Play-off per il terzo posto & Finale

KONAMI trasmetterà live il torneo sui canali social di eFootball™, durante le dirette sarà attiva una campagna che permetterà agli utenti sintonizzati di ottenere oggetti in game. eFootball™ Championship Pro sarà, inoltre, supportato da una serie di campagne da parte dei Club coinvolti e che daranno la possibilità ai fan di vincere premi dopo ogni match.

eFootball™ Championship Open è una competizione pubblica alla quale tutti gli utenti di eFootball™ 2022 potranno prendere parte e competere su diverse piattaforme: PlayStation®5, PlayStation®4, Xbox Series X|S, Xbox ONE e Steam®. Quest’anno, i giocatori potranno partecipare alle finali mondiali dell’eFootball™ Championship Open anche su dispositivi mobile, iOS e Android.

Calendario eFootball™ Championship Open

Lunedì, 27 giugno – Sabato, 3 luglio: Round 1
Venerdì, 8 luglio – Lunedì, 11 luglio: Round 2
Sabato, 30 luglio – Domenica, 31 luglio: Round 3
Sabato, 13 agosto – Domenica, 14 agosto: Finali Mondiali

eFootball™ Championship 2022 si baserà sulla modalità “Dream Team”. “Dream Team” è la nuovissima modalità di gioco in cui gli utenti possono costruire la squadra dei sogni mettendo sotto contratto giocatori e allenatori, facendo uso di oggetti di gioco (ad esempio GP che gli utenti possono guadagnare in-game), e competere contro altri utenti di tutto il mondo.

I giocatori possono anche sviluppare e rafforzare i loro calciatori per adattarli a differenti stili di gioco, oltre a organizzare la loro squadra attraverso il tesseramento e l’allenamento dei calciatori.

Grazie a “Dream Team”, gli utenti di eFootball™ 2022 possono creare la squadra dei sogni, in grado di riflettere la personale ideologia calcistica.

Continue Reading

Eventi

Jundo sbarca al Salone del libro di Torino

Published

on

salone libro torino

Dopo le tappe a Romics e Comicon, Jundo si prepara alla sua prima presenza al Salone Internazionale del Libro di Torino (19-23 maggio) dove sarà presente con anteprime, novità, autori ed eventi!

La XXXIV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino si aprirà giovedì 19 maggio con la lectio inaugurale dello scrittore indiano Amitav Ghosh, in collaborazione con Neri Pozza. In contemporanea, nell’Arena Bookstock, si terrà l’inaugurazione del Bookstock, lo spazio dedicato ai giovani lettori, con l’intervento di Maria Falcone, che racconterà agli studenti le battaglie e il lascito morale del fratello Giovanni a 30 anni dal suo assassinio. Il programma è online! Scopri qui gli appuntamenti.

Tornano a Jundo verrà presentata in edizione cartacea, Belle Epoque di Matteo Filippi e Lorenzo Grassi: Due amici. Una metropoli. Zero soldi. Pierre e Seam sognano gli Champs-elysées, lʼalta società e i completi pregiati. Ma, aperti gli occhi, restano solo monolocali marci, bassifondi e debiti da pagare. Un futuro dal tappeto rosso, ma un presente sporco di sangue. Corpi e sentimenti svenduti al primo offerente, rivalsa marcita in vendetta. La città delle luci ammicca, chi fregherà chi?

Salone Internazionale del Libro (Padiglione 1 – Nuovi Editori – Stand E20)

Due gli autori Jundo Originals che parteciperanno alle signing session in stand nei cinque giorni del festival. E ben quattro gli appuntamenti e i panel a cui parteciperà la giovane casa editrice.

Lorenzo Grassi, disegnatore di Belle Epoque (Da Venerdì 20 a Lunedì 23)
Virand, autore di Harakiri (Da Giovedì 19 a Lunedì 23)

Panel ed Eventi

—Venerdì 20 maggio—
Largo all’horror! Sala del Fumetto, PAD 1 – Ore 11:00 – 12:00
Dai maestri del manga Junji Ito e Kazuo Umezz alla narrativa young adult di Manlio Castagna e i webtoon in arrivo dalla Cina, uno sguardo trasversale a un genere sempre più amato e richiesto. Quali le nuove frontiere dell’horror e il loro rapporto con i giovani lettori?
Con: Silvia Casolari (Mufant), Lorenzo Carucci (Jundo), Manlio Castagna e Cristian Posocco (Star Comics)
Moderano: Alessandro Carnevale (autore, Poliniani Editore) e Daniel de Filippis.

Jundo: dai Webcomic ai Webtoon
Sala del Fumetto, PAD 1 – Ore 15:00-16:00
I webtoon non parlano “solo” coreano e cinese! Scopriamo con Jundo l’evoluzione del fumetto
digitale da webcomic a webtoon! Quale è il futuro della fruizione digitale e il rapporto con i formati cartacei? Quali le opportunità per i giovani autori italiani che desiderano mettersi alla prova con i webtoon?
Con: Lorenzo Carucci (Jundo) e Lorenzo Grassi (Disegnatore de La Belle Epoque)
Modera: Daniel de Filippis

—Sabato 21 maggio—

Storia sportiva del fumetto
Sala Olimpica, PAD 1 – Ore 13:15-14:15
Dal manga al graphic novel, dalle biografie alle nuove tecnologie, tutte le sfumature dello sport
raccontato con la nona arte.
Con: Lorenzo Carucci (Jundo), Mattia Ferri (Beccogiallo), Giovanni Russo (Lucca Comics&Games) e Cristian Posocco (Star Comics)

Cina: storytelling e mondi fantastici dalla narrativa al webtoon
Sala del Fumetto, PAD 1 – Ore 18:30-19:30
Con: Lorenzo Carucci (Jundo), Matteo Gaspari (ADD Editore) e Davide Monopoli (Mufant)
Modera: Daniel de Filippis

Dopo il Salone del Libro di Torino, la prossima tappa di Jundo sarà Etna Comics (1-5 Giugno) a
Catania.

Continue Reading

Eventi

Adrenaline Rush: myAppFree lancia questa attesa indie game jam

Published

on

adrenaline-rush

Oggi vi parliamo di una startup imolese, nata nel 2014, che si chiama myAppFree, che ha deciso di lanciare una indie game jam decisamente importante proprio quest’anno. L’evento si intitolerà Adrenaline Rush e sarà una competizione a livello nazionale dove centinaia di developer si sfideranno sviluppando i migliori mobile game secondo il tema che verrà annunciato.

Adrenaline Rush

Non sarà però solamente una competizione, nelle ambizioni degli organizzatori la Jam potrebbe diventare un riferimento per la comunità italiana ed è per questo che in collaborazione con Unity3D è stato organizzato un ricco programma di webinar durante tutta la durata della sfida.

Ma non è finita qui, infatti ci saranno dei premi piuttosto allettanti, in quanto il montepremi totale supera il valore di 80.000 euro suddivisi tra 3 principali categorie: Il Gran Premio, I Top performer e I preferiti dalla giuria. Una giuria di eccezione che include, oltre agli organizzatori, alcuni partner, tra i quali AppsFlyer, una delle più influenti aziende nell’industria dei mobile game.

L’annuncio del tema avverrà il 16 Maggio e segnerà proprio l’avvio della competizione che durerà fino al 15 Luglio.

Il mondo indie italiano

Il panorama Indie italiano è forse uno dei più variegati e meno valorizzati al mondo: ci sono davvero ottimi studi e sviluppatori in grado di creare giochi unici che purtroppo non hanno l’opportunità di spiccare e di raggiungere i giocatori. Ciò che manca sono da un lato gli investimenti e dall’altro la presenza di un player di riferimento per la community italiana. È all’interno di questo contesto che si colloca myAppFree per offrire il supporto di esperti nel mondo del mobile marketing per scuotere il mercato italiano.

Continue Reading
Advertisement

Trending