Connect with us
violet evergarden the movie violet evergarden the movie

Anime e Manga

Violet Evergarden: The Movie, la recensione (con spoiler)

Published

on

Violet Evergarden: The Movie – serie anime tratta da una light novel scritta da Kana Akatsuki e illustrata da Akiko Takase – è finalmente arrivato in Italia su Netflix e quindi posso condividere con voi la mia impressione sul film, ma prima facciamo un passetto indietro.

Come in molti ricorderanno, il film era previsto già ad inizio dello scorso anno, ma è stato rimandato per ben due volte, prima a causa della tragedia che aveva colpito la Kyoto Animation e dopo a causa del Coronavirus. Ma una volta debuttato al cinema ha fin da subito fatto registrare numeri da record rimanendo nelle prime 10 posizioni del box office giapponese per 12 settimane consecutive, arrivando a incassare 2.014.286.250 yen (circa 16 milioni di euro) in 79 giorni.

Che la serie sia molto apprezzata lo confermano anche le premiazioni del Tokyo Anime Film Festival (TAFF) che ha visto primeggiare Violet Evergarden: The Movie come miglior film d’animazione.

Insomma con dei numeri di questo tipo – oltre al fatto che ho sempre apprezzato questa serie – devo dire che avevo delle aspettative alte e ammetto che in generale sono state rispettate. Vediamo nel dettaglio qualcosa di più di questo film.

Trama

Violet è una bambina orfana che cresce conoscendo solo la guerra e la morte perché viene catturata dall’esercito e sfruttata come un’arma. Una volta cresciuta capisce di non riuscire a capire cosa siano davvero i sentimenti, ma il suo mentore vuole darle una seconda opportunità e farle vivere una vita vera. Riusciranno anche loro ad avere una seconda occasione per dirsi quello che davvero provano l’una per l’altro?

In poche parole è questa la trama del film nel quale compaiono lunghi flashback che ripercorrono parte della serie: l’infanzia di Violet, il suo rapporto con il maggiore Gilbert Bougainvillea e poi il suo lavoro come bambola di scrittura, i passi enormi che ha fatto verso la normalità e per imparare a vivere le proprie emozioni.

Nessun colpo di scena: sì il maggiore Gilbert che credevamo morto dal primissimo episodio è vivo, ferito nel corpo e nello spirito, veniamo a scoprire che si è rifugiato su un’isola alla fine della guerra, qui conduce una vita semplice rendendosi utile agli abitanti del villaggio e cercando di espiare le sue colpe.

Ovviamente Violet si mette in moto per raggiungerlo, ma qui si scontra con la strenua, e un po’ ottusa, resistenza di Gilbert che crede di non meritarsi l’affetto della ragazza e di non poterle dare quello che merita. Complesso un po’ trito e ritrito da anime shojo, ma penso che gli spettatori, un po’ come me, aspettassero da talmente tanto tempo il loro ricongiungimento, che alla fine non ci hanno prestato troppa attenzione.

A dire la verità durante il film succede poco, tutto è giocato sulle emozioni; la sceneggiatura sorregge un film nel quale i protagonisti sono i sentimenti. La rabbia, il dolore, l’abbandono, il rimpianto, il perdono, la riconciliazione e infine l’amore.

Violet, scrive moltissime lettere, ma per la più importante, quella nella quale deve racchiudere i suoi sentimenti per il maggiore, non trova le parole, che adesso come macigni pesano sulla sua coscienza. La ragazza dovrà affrontare le sue paure e ansie per scavare in profondità nella sua anima. Solo però se avrà la forza di riemergerne potrà voltare pagina e il futuro sarà tutto da scrivere.

Le animazioni e le musiche

Ad accompagnare un lungometraggio commovente, delicato e profondo come Violet Evergarden ci pensano delle scenografie che quasi sembrano dipinte tanto sono belle e delle musiche che riescono a toccare le corde più profonde del cuore. Un anime che regala momenti agrodolci e che consiglio a tutti i fan del genere.

Se volete conoscere qualcosa di più sulla serie la trovate su Netflix come anche il film side-story Violet Evergarden Gaiden: Eien to Jidou Shuki Ningyou.

Faccio parte di quella strana categoria di persone che, nonostante ci siano mille film da guardare, milioni di manga da leggere e trecento nuovi titoli di videogiochi, si fissa sempre sulle solite cose, per poi passare notti intere a rimettersi in pari con il mondo. Laureata in Lettere e in Editoria e Giornalismo, colleziono libri antichi in modo ossessivo, adoro piante e gatti e pratico judo da anni nella speranza di diventare, se non invincibile, almeno più saggia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Anime e Manga

Le Bizzarre Avventure di JoJo Stone Ocean: trailer per i nuovi episodi dell’anime

Published

on

Le Bizzarre Avventure di JoJo Stone Ocean: trailer per i nuovi episodi dell’anime

Le Bizzarre Avventure di JoJo è la più grande opera del famoso mangaka Hirohiko Araki, iniziata nel 1987 ha saputo ritagliarsi il giusto spazio nel cuore degli appassionati di manga e anime. La storia principale ruota attorno alle disavventure della famiglia Joestar ed è suddivisa in varie parti, ognuna delle quali vede come protagonista proprio un appartenente a questa famiglia. Attualmente l’anime è arrivato alla sesta parte, Stone Ocean, la quale ha per protagonista Jolyne Kujo – figlia di Jotaro Kujo – e un trailer ci conferma l’arrivo dei nuovi episodi.

Qui di seguito potete trovare il trailer, caricato sul canale YouTube di Netflix Italia:

Gli episodi 13-24 di Le bizzarre avventure di JoJo – Stone Ocean debuttano in tutto il mondo il 1° settembre, solo su Netflix.

2011, Florida, Stati Uniti.

Jolyne Kujo è incastrata per un crimine e rinchiusa nella prigione di massima sicurezza Green Dolphin Street, nota anche come “l’Acquario”. Il padre Jotaro Kujo va a visitarla, deciso a farla uscire… ma era proprio quello il piano del misterioso Stand e genio del crimine Pale Snake fin dall’inizio. Come DIO, sconfitto da Jotaro tempo addietro, Pale Snake cerca la via per il paradiso, che si cela nella memoria dell’uomo.

Pale Snake attacca Jotaro e gli toglie il potere Stand e la memoria sotto forma di dischi, lasciandolo sopito. Per recuperare i dischi del padre, Jolyne decide di rimanere in prigione.

Insieme ai nuovi compagni Ermes Costello, F.F., Emporio Alnino, Weather Forecast e Narciso Anastasia, Jolyne lotta contro altri portatori di Stand che si sono infiltrati nella prigione, per scoprire chi si nasconde dietro a Pale Snake e recuperare il potere Stand e la memoria del padre.

Ha così inizio un capitolo nuovo e ancora più intenso della battaglia finale che scioglierà una volta per tutte l’intreccio secolare dei destini della famiglia Joestar e di DIO!

I nuovi episodi de Le Bizzarre Avventure di JoJo Stone Ocean arriveranno dal prossimo settembre.

Continue Reading

Anime e Manga

Bleach: primo trailer ufficiale per l’anime della Guerra Sanguinosa dei Mille Anni

Published

on

Bleach: primo trailer ufficiale per l’anime della Guerra Sanguinosa dei Mille Anni

Bleach è il più famoso manga dell’autore Tite Kubo, il quale tuttavia non ha mai visto una trasposizione animata della sua ultima saga (per ora), quella relativa alla Guerra Sanguinosa dei Mille Anni. Le cose però stanno per cambiare, dal prossimo ottobre infatti arriveranno i nuovi episodi che copriranno proprio quest’ultimo arco narrativo, e il primo trailer ufficiale ci permette di dare uno sguardo a quanto ci aspetta.

Potete vedere il trailer ufficiale, caricato sul canale YouTube di Vizmedia, qui di seguito:

Premiere mondiale di Bleach: la Guerra Sanguinosa dei Mille Anni all’AnimeExpo.

Il re dei Quincy è arrivato. Ichigo, per favore, salva la Soul Society.

Bleach: la Guerra Sanguinosa dei Mille Anni arriverà ad ottobre 2022.

In realtà la notizia di questa trasposizione animata non è nuova, era già stata annunciata nel corso di un evento – il Jump Festa 2022 – tenutosi verso la fine dello scorso anno. Detto questo il primo trailer ufficiale ci ha permesso di dare un’occhiata ad alcuni dei personaggi che saranno al centro dell’attenzione nei nuovi episodi, in particolare i misteriosi Quincy del Wandenreich e le loro potenti truppe d’élite, gli Sternritter.

Ormai mancano circa tre mesi all’arrivo dei nuovi episodi, non resta che pazientare un altro po’ e sperare che, nel frattempo, possa arrivare altro materiale – trailer, immagini promozionali, informazioni di vario tipo – sul quale discutere.

Continue Reading

Anime e Manga

One Piece: l’autore si prenderà una pausa per preparare la parte finale del manga

Published

on

One Piece: l’autore si prenderà una pausa per preparare la parte finale del manga

One Piece è il famosissimo manga di Eiichirō Oda che prosegue ininterrottamente dal 1997, l’opera si appresta a compiere i venticinque anni di serializzazione settimanale – il primo capitolo era stato pubblicato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump precisamente il 22 luglio 1997 – e i lettori sanno che si sta per concludere uno degli archi narrativi più importanti fino ad ora. Alla luce di ciò l’autore ha deciso di prendersi una pausa per preparare come si deve la parte finale del manga, questa notizia è arrivata proprio dallo stesso Oda.

Un tweet dell’utente Artur – Library of Ohara contiene il messaggio dell’autore, il quale conferma la notizia che avete appena letto. Qui sotto potete trovare il post:

Notizia Importante: Con la conclusione della saga di Wano, One Piece andrà in pausa per un mese, dal 27 di giugno al 25 di luglio così che Oda possa preparare la saga finale.

La notizia di per sé non lascia spazio a dubbi di sorta: OnePiece si sta avviando verso quella che è l’ultima porzione della sua storia. I dubbi che rimangono, invece, sono quelli relativi a cosa si intende per “saga finale”. Con questo messaggio Oda ha voluto dire che si sta preparando a creare l’ultimo arco narrativo oppure l’ultima parte della storia?

Al momento non abbiamo una risposta certa perché le parole usate dall’autore sono abbastanza vaghe. A parere di chi scrive, quello che è lecito e ragionevole aspettarsi è un’ultima saga, intesa come parte di opera composta da più archi narrativi che potrebbe andare avanti ancora qualche anno.

Per il momento lasciamo un po’ di meritato riposo a Oda, così che possa riprendere il suo lavoro con rinnovate energie.

Continue Reading
Advertisement

Trending