Connect with us
brooklyn-nine-nine brooklyn-nine-nine

Film e Serie TV

Brooklyn Nine-Nine: l’ottava stagione sarà l’ultima per NBC

Published

on

Le luci sul set di Brooklyn Nine-Nine si spegneranno con l’ultima puntata dell’ottava stagione. A deciderlo è stata NBC, rete che aveva salvato la serie da una prima cancellazione nel 2018 quando FOX, precedente producer, aveva deciso di interrompere i lavori.

A rivelare questo triste retroscena è Variety che riporta come la decisione sia stata presa dalla rete statunitense nel corso di questa settimana. Lisa Katz, dirigente di NBUniversal, ha espresso i suoi ringraziamento alla crew con un breve messaggio. Abbiamo sempre amato questi personaggi e il loro modo di farci ridere e riflettere al tempo stesso. Un grande ringraziamento ai nostri partner: Dan Goor, gli autori, i produttori i membri del cast e della crew. Una serie comedy la cui eredità durerà a lungo, ha detto Katz.

I ringraziamenti di Katz sono stati poi ricambiati da Goor. Sono molto grato a NBC e Universal Television per averci permesso di dare a questi personaggi e a questa storia la conclusione che meritavano. Queste le parole del produttore esecutivo. Secondo alcune indiscrezioni, l’ottava stagione potrebbe porre l’accento anche sui casi di eccessivo uso della forza da parte delle forze dell’ordine.

L’ottava stagione si comporrà di dieci puntate e verrà trasmessa tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022. Come per tante altre produzioni analoghe, il ritardo nei lavori è da imputare alla pandemia da Covid che ha afflitto anche The Witcher, giusto per fare un nome. Brooklyn Nine-Nine ha debuttato nel settembre del 2013 ed ha quasi immediatamente conquistato l’amore dei fan.

Già nel 2014 la serie è stata premiata con due Golden Globe. Il primo ha certificato la vittoria di Brooklyn nine-Nine come migliore serie comedy. Il secondo è andato invece a Andy Samberg, interprete di Jake Peralta, come miglior attore in una serie comedy, appunto.

Oltre a Samber, nella serie appaiono attori del calibro di Andre Braugher, Terry Crews, Melissa Fumero, Stephanie Beatriz, Joe Lo Truglio, Dirk Blocker e Joel McKinnon Miller.

La serie è disponibile su Netflix.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Considerato mezzo scemo da chi lo conosce solo a metà, ha preso il primo controller in mano a 5 anni e a quella età pare essersi fermato. Porta la sua competenza ovunque serva sul web. Il suo sogno nel cassetto è avere la sua pagina su Wikipedia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Film e Serie TV

La Snyder Cut arriva in Italia il 18 marzo

Published

on

La Snyder Cut arriva in Italia il 18 marzo

Una bella notizia per tutti i fan nostrani del DC Extended Universe, la Snyder Cut di Justice League arriverà in Italia il 18 marzo, in contemporanea con tutto il resto del mondo. Il lungometraggio, di ben 4 ore di durata, sarà reso disponibile sulle maggiori piattaforme di streaming a pagamento. A dare conferma della lieta notizia sono varie fonti, in particolare un trailer italiano e un commento del regista Zack Snyder.

Il nuovo trailer in italiano della Snyder Cut è stato caricato sul canale YouTube di Warner Bros. Italia, eccolo:

Warner Bros. Entertainment Italia annuncia l’arrivo in Italia di “Zack Snyder’s Justice League” in esclusiva digitale da giovedì 18 marzo, in contemporanea con gli USA, disponibile per l’acquisto su Amazon Prime Video, Apple Tv, Youtube, Google Play, TIMVISION, Chili, Rakuten TV, PlayStation Store, Microsoft Film & TV.

E qui potete trovare il post di Zack Snyder, che con un tweet conferma tutto:

La Zack Snyder di Justice League sarà disponibile in tutto il mondo nello stesso giorno in cui verrà rilasciata negli USA, ossia il 18 marzo. Sarà disponibile on-demand, download digitale o streaming.

Ecco la sinossi ufficiale del film:

In Zack Snyder’s Justice League, determinato ad assicurarsi che il sacrificio finale di Superman (Henry Cavill) non sia stato vano, Bruce Wayne (Ben Affleck) unisce le forze con Diana Prince (Gal Gadot) con lo scopo di reclutare una squadra di metaumani, al fine di proteggere il mondo da un minaccia imminente di proporzioni catastrofiche. Il compito si rivela più difficile di quanto Bruce immaginasse, poiché ogni componente deve affrontare i demoni del proprio passato, per trascendere da ciò che li ha bloccati, permettendo loro di unirsi e formare finalmente una lega di eroi senza precedenti. Finalmente insieme, Batman (Affleck), Wonder Woman (Gadot), Aquaman (Jason Momoa), Cyborg (Ray Fisher) e Flash (Ezra Miller) potrebbero essere in ritardo per salvare il pianeta da Steppenwolf, DeSaad e Darkseid e dalle loro terribili intenzioni.

Attendiamo con ansia il prossimo 18 marzo proprio come voi.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Film e Serie TV

Il personaggio di Spider-Man: tra fumetti, film e cartoni

Published

on

Molti probabilmente avranno visto i suoi ultimi film e molti altri avranno notato la sua crescente centralità all’interno del ciclo Avengers della Marvel, ed è su di lui che vorrei fare un piccolo focus. Più che su di lui su quello che si è scritto di lui. Di chi sto parlando? Ma di Spider-Man!

Le origini di Spider-Man

Spider-Man ha origine nel 1962, edito sul quindicesimo numero della collana “Amazing fantasy” pubblicata da Marvel Comics. Creato dallo scrittore e sceneggiatore Stan Lee e disegnato da Steve Ditko, è stato uno dei più audaci esponenti di quella che noi oggi definiamo Silver Age

Ben presto ottenne una testata tutta sua con il nome di “The amazing Spider-Man” e salì brevemente in cima alle classifiche di vendita.

A differenza delle grandi storie epiche appartenenti ai supereroi della Golden Age, durante la Silver Age Stan Lee cercò di avvicinare il pubblico post-bellico al fumetto supereroistico dando ai supereroi i loro “superproblemi”.

La Silver Age non inizia con Spider-Man, tuttavia per quanto concerne l’universo Marvel fu un balzo di qualità, tanto che, secondo la IGN Entertainment, viene considerato il terzo supereroe per importanza dietro a Superman e Batman, e seguito da Wolverine.

Trasposizioni di Spider-man

Dal fumetto sono state adoperate diverse trasposizioni per il grande e piccolo schermo. Per le serie animate ricordiamo sicuramente “Spider-Man: the animated serie” che, secondo molti esperti, è il miglior cartone del nostro amico arrampicamuri

Per quanto riguarda le trasposizioni cinematografiche abbiamo la saga di Sam Raimi comprensiva di tre film. Saga, a mio personale avviso, più riuscita. Prodotto il primo nel 2002 riscosse subito un gran successo tanto che si pensò subito alla programmazione di un secondo e successivamente di un terzo film. Ricordando l’emozionante locandina con Tobey Maguire, nei panni dell’uomo ragno, appeso a testa in giù mentre bacia Kirsten Dunst, alias Mary Jane Watson.

Successivamente nel 2012 fu prodotto “The amazing Spider-Man” con Andrew Garfield nel ruolo di Peter Parker, dando una visione più giovane del protagonista. Ricordiamo nei panni di Gwen Stacy la bravissima Emma Stone che, con il già sopraccitato Andrew Garfield, hanno fatto un ottimo lavoro. Ma “The amazing Spider-Man” non fu l’unico della saga, infatti nel 2014 fu prodotto il sequel in cui Peter Parker si trova a misurarsi contro Electro. Interpretato magistralmente da Jamie Fox.

Risale invece al 2017 il primo “Spider-Man: homecoming” seguito nel 2019 da “Spider-Man: far from home” in cui a vestire il ruolo di Peter Parker è il bravissimo Tom Holland (doppiato in italiano da Alex Polidori). Sebbene nel primo la figura di Peter Parker non faccia trasparire molto del piccolo ragno di quartiere, ma sia incentrata sul ciclo Avangers (cui prenderà parte guidato da Iron-man), nel sequel Spiderman si troverà a combattere contro Mysterio interpretato da, niente di meno che Jake Gyllenhaal; in una storia che, a suon di colpi di scena, tiene incollati allo schermo.

spider-man

Ultimo, ma non per importanza, anzi, abbiamo “Spider-Man: un nuovo universo”. Film d’animazione prodotto dalla Sony nel 2018, in cui torniamo a sentire il classico odore dei muri newyorkesi, anzi precisamente di Brooklyn. Il protagonista è un ragazzo afro- americano di nome Miles Morales che viene a contatto con un Peter Parker piuttosto adulto da un altro universo. I vari mondi collidono portando nell’universo del nostro piccolo Miles diversi Spider-Man e sarà proprio lui a dover sistemare le cose. Oltre a combattere fra universi quantici, Miles, deve affrontare la propria famiglia, il razzismo, il bullismo che subisce a scuola, e convivere con alcune consapevolezze e pesi fra cui l’essere Spider-man.

L’uomo ragno-identità segreta

Il volume in questione ritrovato dopo svariati anni s’intitola proprio così “L’uomo ragno identità segreta” una ristampa italiana all’interno di una serie in cui riporta alcuni capitoli di Spider-Man scritti da Brian M. Bendis. Brian Bendis, a mia conoscenza, è uno fra i più importanti e rilevanti esponenti di Spider-Man. Ne sono un esempio i suoi racconti che descrivono il noto Peter Parker così bene e così intensamente da far commuovere, arrabbiare e gioire tutto il pubblico. Non è un caso infatti che anche le trasposizioni più simili a questa visione di Peter (e non solo, direi degli Spider-Man tutti) abbiano avuto il maggior successo su vari tipi di pubblico.

Le chiavi vincenti che sono insite nell’indole del fumetto di Spider-Man sono proprio le grandi sfide della vita di tutti i giorni: lavoro, studi, relazioni, amicizie… Spider-Man risulta quasi essere contro il nostro simpatico protagonista, piuttosto che una fonte di potere. Un grosso fardello da contenere e controllare per non soccombere alla solitudine e al disfacimento della propria personalità. 

Celebre è la frase “da un grande potere derivano grandi responsabilità” ed è proprio di questo che parla Spider-Man: ogni persona ha scelte che comportano pro e contro. Ogni scelta è difficile nella vita: è sofferenza, ed ogni singolo attimo potrebbe essere l’ultimo.

Una vita imprevedibile e difficile con un potere la cui convivenza non è solo rose e fiori, questo è realmente Peter. Che faccia l’università, che faccia le superiori o a qualsiasi età, Peter è questo: un normale ragazzo, anche un po’ impacciato, che prova a sgomitare in una società che soffoca i buoni, che soffoca la giustizia, che soffoca la ragione. Un normale ragazzo che vuole dire: esisto.

Altri ragni

Nei vari universi Marvel ed in particolar modo di Spider-Man, Peter Parker non è l’unico detentore dei poteri del ragno geneticamente modificato, ma ci sono diversi personaggi che lo impersonano. Per chi non fosse avvezzo al fumettismo sfrenato di Spider-Man, un’ottima infarinatura la dà sicuramente il film d’animazione di cui poco fa ho parlato; “Spider-Man: Un nuovo universo”.

Precisamente parliamo di Ragnoverso (Spider-Verso) ed è una serie di fumetti che ha l’uomo ragno come protagonista scritto da Dan Slott e Christos Gage, disegnato da Oliver Coipel e Giuseppe Camucoli ed edito dalla Marvel Comics alla fine del 2014. Ed è proprio in questo frangente che conosciamo nuovi Spider-Man di nuove realtà fra cui Miguel O’Hara e Gerald Drew, o appunto, Miles Morales scritto da, niente meno che, Brian Bendis e disegnato dalla nostra stella del fumetto Sara Pichelli.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Film e Serie TV

Mortal Kombat: il trailer del film in arrivo quest’anno

Published

on

Mortal Kombat: il trailer del film in arrivo quest’anno

La serie di Mortal Kombat non ha certo bisogno di presentazioni, tutti i giocatori conoscono quello che è uno dei franchise più famosi e longevi della storia del medium videoludico. Dopo essere approdato innumerevoli volte su innumerevoli console, Mortal Kombat arriva anche al cinema quest’anno – non per la prima volta però, ci sono stati dei trascorsi poco apprezzati – ed è stato presentato al pubblico con un trailer che trovate qui sotto.

Il video è stato caricato dal canale ufficiale YouTube di Warner Bros. Italia:

Il film è diretto da Simon McQuoid, film che segna anche la sua prima direzione al cinema, e prodotto da James Wan, Todd Garner, E. Bennet Walsh e dallo stesso McQuoid. Ecco una breve sinossi di quello che i fan vedranno al cinema:

In “Mortal Kombat”, il campione di MMA Cole Young, abituato a farsi picchiare per soldi, è ignaro della sua eredità—e anche del perché l’Imperatore dell’Outworld Shang Tsung abbia mandato il suo guerriero migliore, Sub-Zero, e altri Cryomancer ultraterreni, per dargli la caccia. Preoccupato per la sicurezza della sua famiglia, Cole parte alla ricerca di Sonya Blade responsabile della Jax, Maggiore delle Forze Speciali che porta anche lei sulla pelle lo stesso marchio del drago con cui Cole è nato. Molto presto, si ritrova nel tempio di Lord Raiden, Antico Dio e Protettore di Earthrealm, che assicura riparo a tutti coloro che portano un marchio come il suo. Qui, Cole si allena con guerrieri esperti come Liu Kang, Kung Lao e l’implacabile mercenario Kano, preparandosi a combattere con i più grandi campioni della Terra, contro i nemici dell’Outworld, in una battaglia in cui è in gioco il destino dell’universo. Riuscirà Cole ad essere abbastanza motivato da scatenare il suo arcana—l’immenso potere custodito nella sua anima—in tempo non solo per salvare la sua famiglia, ma anche per sconfiggere Outworld una volta per tutte?

Che ne pensate di un film dedicato a Mortal Kombat? Cosa ve n’è parso del trailer?

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending