Connect with us
No_Stream_Day_twitch No_Stream_Day_twitch

Eventi

No Stream Day: Twitch Italia si ferma il 9 dicembre

Decisa la data del No Stream Day. La community di Twitch Italia si ferma per 24 ore come forma di protesta contro la piattaforma Amazon.

Published

on

Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato già del No Stream Day, la proposta lanciata dal Cerbero Podcast. L’iniziativa nasce come forma di protesta dopo il perma-ban di Sdrumox dalla piattaforma di streaming di proprietà di Jeff Bezos. Twitch Italia ha deciso di fermarsi per 24 ore.

Ripercorriamo brevemente i fatti. Circa sei mesi fa, il 7 maggio, lo streamer Sdrumox viene sospeso a causa di alcuni contenuti giudicati controversi. La decisione sul suo futuro viene tenuta in sospeso fino a fine novembre quando gli viene notificata la fine della collaborazione con Twitch.

Un evento che ha polarizzato il popolo social. In molti si sono divisi sul tema. Da una parte chi ha praticamente gioito della sorte dello stremaer e chi, invece, ha trovato ingiusto il comportamento di Twitch. Fra questi ultimi molti colleghi del ragazzo, compresi i membri del Cerbero Podcast, Marco Merrino e diversi altri. Proprio il Cerbero, nelle ore immediatamente successive alla notifica del permaban di Sdrumox lancia l’iniziativa No Stream Day.

In molti sui social travisano il senso dell’iniziativa vedendo, erroneamente, un tentativo di far riabilitare Sdrumox all’interno di Twitch. In realtà i motivi della protesta sono da ricercare nel comportamento dei moderatori della piattaforma e nelle modalità di applicazione, da parte loro, delle sanzioni in caso di mancato rispetto delle regole. Sono molti a ritenere i termini di servizio di Twitch poco specifici e quindi facilmente preda dell’interpretazione personale del moderatore di turno. Insomma, le punizioni arriverebbero in maniera arbitraria e non secondo criteri fissi o facilmente interpretabili. Un’accusa lanciata già tempo fa, ad esempio, dal caster Ivan Grieco.

Proteste anche per il tipo di accordi che legano gli streamer alla piattaforma. Nel caso di una sospensione o di un ban temporaneo, ogni creatore di contenuti è impossibilitato a rivelare i motivi che lo hanno condotto al ban o a partecipare a eventi live di altri colleghi, sia su Twitch che su altre piattaforme.

Sdrumox aveva promesso un video dove avrebbe spiegato e raccontato la vicenda. Il video è alla fine arrivato. Nel filmato è facile intuire come il content creator sia stato lasciato in sospeso per tutti e sei i mesi di stop. Il ban, secondo il racconto di Sdrumox, è arrivato da parte di Twitch America inizialmente. L’impossibilità di partecipare ad altri eventi si è tradotta, automaticamente, in una serie di mancati introiti derivanti dalla fonte di guadagno principale di Sdrumox.

Ed ecco dunque che si arriva al no Stream Day vero e proprio. La giornata di sciopero si terrà il 9 dicembre. L’evento ha già raccolto diverse adesioni ma, anche tanti rifiuti da personaggi illustri. Tra chi ha declinato – più o meno gentilmente – l’invito, troviamo Blur o Zeb89. Quest’ultimo ha addirittura annunciato un’ora di live in più in occasione dell’evento.

Il 9 Dicembre ci sarà il "no-stream day". In quella data streammerò un'ora in più (minimo).

Pubblicato da Zeb89 su Lunedì 7 dicembre 2020

Difficile prevedere l’impatto che l’iniziativa avrà sui vertici di Twitch. La speranza è che vengano riscritti i ToS in modo da essere più chiari e precisi. Una tutela a favore di tutti gli streamer, grandi o piccoli che siano. Nei giorni scorsi anche un altro creatore di contenuti è caduto vittima del ban da parte di Twitch, parliamo di Homyatol, cacciato a causa della scollatura di una sua ospite ritenuta troppo osè.

Voi cosa ne pensate? Servirà a qualcosa o il No Stream Day rimarrà un urlo nel deserto?

Considerato mezzo scemo da chi lo conosce solo a metà, ha preso il primo controller in mano a 5 anni e a quella età pare essersi fermato. Porta la sua competenza ovunque serva sul web. Il suo sogno nel cassetto è avere la sua pagina su Wikipedia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eventi

Panini Comics non parteciperà alle prossime fiere del fumetto

Published

on

Panini Comics non parteciperà alle prossime fiere del fumetto

Il titolo dice tutto in maniera chiara: Panini Comics – probabilmente la più importante casa editrice specializzata in fumetti che esista in Italia – non parteciperà alle prossime fiere del fumetto, quelle che classicamente sono note come gli appuntamenti autunnali. La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno, in particolar modo perché siamo a poche settimane di distanza dal Lucca Comics & Games (che si terrà quest’anno dal 28 ottobre al 1 novembre), e a darla è la stessa Panini Comics.

Il comunicato che conferma la decisione è stato pubblicato sul profilo Facebook di Panini Comics Italia, eccolo nella sua interezza:

Cari Lettori e Collezionisti,

vi informiamo che quest’anno Panini non presenzierà alle fiere autunnali di settore.

Nonostante i notevoli e lodevoli sforzi profusi dalle diverse organizzazioni, l’attuale situazione sanitaria ci impedisce di partecipare alle fiere con le consuete modalità da voi ben conosciute. Abbiamo quindi deciso di mantenere una linea prudenziale, in conformità alle misure di prevenzione del contagio che l’azienda ha messo in atto fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

Per questo motivo, abbiamo preferito rimandare tutti gli appuntamenti in presenza con i lettori all’anno venturo. La decisione è stata dolorosa e a lungo ponderata, e siamo consapevoli che molti di voi ne saranno dispiaciuti almeno quanto noi.

Panini sarà però sempre presente e attiva, durante i giorni di svolgimento delle fiere, con i suoi contenuti digitali. Vi invitiamo a seguire i nostri canali per scoprire il programma e i palinsesti.

Tutti i titoli e le novità che avremmo presentato in anteprima alle fiere, inoltre, saranno comunque regolarmente pubblicati e disponibili all’acquisto a partire dalla settimana precedente l’inizio delle manifestazioni.

La motivazione di fondo di questa scelta da parte della casa editrice è, come prevedibile, il persistente problema sanitario relativo alla pandemia da Covid-19. Che sia l’unico motivo? Forse anche un certo timore relativo alle possibili scarse presenze ai prossimi appuntamenti fieristici, che porterebbero immancabilmente ad un minor guadagno nonostante la solite spese che comportano allestimenti e personale alle fiere. La decisione di Panini Comics è presa e, nonostante la delusione che la accompagna, per certi versi è comprensibile e noi non possiamo far altro che accettarla.

Continue Reading

Eventi

Il DC FanDome si terrà il 16 ottobre e sarà una goduria per i fan

Published

on

Il DC FanDome si terrà il 16 ottobre e sarà una goduria per i fan

Il DC FanDome è un evento che si tiene annualmente in modalità virtuale e che concede uno spazio interamente dedicato agli amanti dell’universo Detective Comics, spazio fatto di annunci importanti, novità e sana nerdaggine. La prima edizione della fiera online si è tenuta l’anno scorso – nelle date del 22 agosto e del 12 settembre – e, vista l’ottima ricezione da parte del pubblico, DC e Warner Bros hanno deciso di ripetere l’esperienza che per questa edizione 2021 si terrà il prossimo 16 ottobre.

Di seguito potete trovare due tweet di DCEU Updates, il primo contenente una locandina del DC FanDome e il secondo contenente un trailer che anticipa ciò che sarà mostrato nel corso dell’appuntamento:

È stato pubblicato un nuovo poster per il DC FanDome 2021.

È stato pubblicato un nuovo trailer per il DC FanDome 2021.

Cosa aspettarsi dunque dall’edizione 2021 della kermesse virtuale DC? Ecco la lista di quelli che saranno film, serie tv, videogiochi (e quant’altro) sui quali si porterà l’attenzione:

  • The Batman (film, marzo 2022)
  • The Flash (film, novembre 2022)
  • Black Adam (film, luglio 2022)
  • Suicide Squad: Kill the Justice League (videogioco, 2022)
  • Peacemaker (serie televisiva, gennaio 2022)
  • Gotham Knights (videogioco, 2022)
  • Supergirl (serie televisiva)
  • Batwoman (serie televisiva)
  • Titans (serie televisiva)
  • Superman & Lois (serie televisiva)
  • The Batman/Fortnite crossover (incontro fra il personaggio DC e il famoso videogioco)

Il programma del DC FanDome promette molto altro in una giornata che sarà a dir poco entusiasmante per tutti coloro che amano gli eroi della casa di fumetti di Burbank. L’evento del 16 ottobre si potrà seguire sul sito ufficiale del DC FanDome (che trovate qui), ma anche sui canali e profili YouTube, Twitter, Twitch e Facebook relativi.

Non resta che aspettare l’evento che, siamo sicuri, sarà latore di grandi novità.

Continue Reading

Eventi

Goldrake: in Italia una scultura dedicata al famoso eroe!

Published

on

goldrake-statua

«Va, distruggi il male e va», anche voi state canticchiando questa sigla? È stata Moira Ricci a concepire questa scultura del braccio di Goldrake, alta cinque metri, che svetta tra il panorama della Maremma. Un totem che l’artista ha voluto dedicare a uno degli eroi della sua (e della nostra) infanzia che ha rivoluzionato l’immaginario di intere generazioni.

La statua di Goldrake è proprio la raffigurazione del braccio dell’eroe, che torreggia sulle colline toscane di Fonteblanda, una frazione di Orbetello in provincia di Grosseto.

Sul profilo Facebook si Hypermaremma si legge: “Concepita da Moira Ricci come un vero e proprio monumento-simulacro per evocare l’eroe che ha segnato la sua infanzia, la scultura rende omaggio a Goldrake, cartone animato cult che dalla fine degli anni ‘70 ha rivoluzionato l’immaginario di intere generazioni. Per l’artista il personaggio del cartoon da supereroe diventa la trasfigurazione del salvatore, un’entità ultra terrena votata a proteggere la terra di Maremma e il genere umano da oscure minacce”.

Un bellissimo omaggio a uno degli eroi giapponesi più amati e conosciuti di sempre, un braccio alzato con il pugno che coraggioso punta verso il cielo e sarà visitabile fino al 15 settembre 2021.

Che ne pensate di questa statua di Goldrake? La cultura otaku ormai si sta sdoganando sempre di più trasformandosi in vera cultura pop!

Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending