Connect with us
No_Stream_Day_twitch No_Stream_Day_twitch

Eventi

#NoStreamDay: ecco la protesta di Twitch Italia dopo il ban di Sdrumox

Published

on

Twitch Italia si stringe attorno a Sdrumox dopo il ban permanente del ragazzo dalla piattaforma streaming. Sono molti i colleghi che hanno deciso di fare quadrato e lanciare l’iniziativa #NoStreamDay, una specie di sciopero utile a far sentire la propria voce contro il colosso messo in piedi da Jeff Bezos.

Agiornamento 07/12/2020 – Pare che sia stata scelta anche la data durante la quale gli streamers si fermeranno. Il 9 dicembre, mercoledì, non ci saranno show su un certo numero di canali Twitch. Nuovi aggiornamenti in arrivo non appena saranno disponibili!

Articolo Originale -Ripercorriamo brevemente i fatti: circa sei mesi fa, a causa di un contenuto controverso, il canale Twitch di Sdrumox viene sospseso. Non si tratta della prima volta che succede e il content-creator sa bene che questa volta il ban potrebbe essere definitivo. Il ragazzo è impossibilitato ad apparire su altri canali fino a quando i vertici di Twitch non decideranno la sua sorte. C’è anche un’altra regola, i motivi che hanno spinto Twitch a sospendere il canale del ragazzo non possono essere rivelati. Se si verificasse una delle due condizioni il permaban non sarebbe più una possibilità ma una vera e propria certezza.

Da qui, pare, inizia un limbo che va avanti per circa sei mesi. Questo, almeno, fino al 25 novembre, mercoledì. I dipendenti di Bezos prendono una decisione: il ban è definitivo, Sdrumox non potrà più produrre contenuti su Twitch.

Il primo a esprimersi sulla vicenda è il collega e amico Marco Merrino, in arte Croix89. Proprio lui è uno dei primi a comunicare la decisione di Twitch ai suoi follower con una storia su Instagram. In una lunga live immediatamente successiva,

Marco racconta il percorso amicale che lo ha legato Sdrumox e la loro collaborazione artistica. Merrino racconta di come, nonostante l’atteggiamento dei funzionari Twitch, Sdrumox non si sia mai scoraggiato e abbia sempre conservato il sorriso e l’ottimismo. Addirittura Merrino non tralascia l’ipotesi di abbandonare definitivamente la piattaforma nel caso in cui le istanze restassero inascoltate.

Più che la decisione pare essere il comportamento di Twitch Italia a lasciare interdetti gli altri content-creator che operano sulla piattaforma viola. Il sentimento comune pare essere riassumibile in poche righe: se ha sbagliato giusto il ban, ma non si può lasciare qualcuno appeso ad un filo per così tanto tempo. Un comportamento che, se venisse applicato ad ogni caso simile, rischierebbe di distruggere i content creator più piccoli e mettere in serissima difficoltà anche quelli più affermati. Da qui l’iniziativa #NoStreamDay, una intera giornata senza pubblico o addirittura senza trasmissioni.

Tra i primissimi promotori dell’iniziativa i membri del Cerbero Podcast. Il trio composto da Mr. Marra, Tutubbi e Mr. Flame, è andato in onda subito dopo la decisione. Nel corso della loro live sono stati raccontati i fatti ed è stata illustrata l’iniziativa che ha raccolto l’adesione, a detta di Marra, di molti streamer italiani. Anche il collega Panetty ha espresso la sua opinione con la quale, pur affermando il sostegno a Sdrumox, si discosta leggermente dall’iniziativa ritenuta troppo poco incisiva.

Meno coinvolti e più cauti anche Homyatol e Fedez. Il primo addirittura convinto dell’inutilità di iniziative come il #NoStreamDay o il #FreeSdrumox. Il secondo, più pragmatico, potrebbe decidere di mettere a disposizione il suo spazio su Muschio Selvaggio per parlare della questione ma solo dopo che Sdrumox avrà pubblicato il suo video spiegazione. Contrario all’iniziativa pare essere Blur che ha declinato l’invito del Cerbero Podcast.

A tal proposito, attraverso i suoi social Sdrumox ha annunciato di avere terminato la scrittura del video annunciato immediatamente dopo la notizia del ban. La speranza è che il contenuto ci aiuti a farci una idea più chiara della vicenda.

Nel frattempo, sono in molti sui social a dissentire dalla natura dell’iniziativa convinti che si tratti di un tentativo di convincere Twitch a sbannare Sdrumox. Così non è. Lo ha spiegato Mr. Marra dal Cerbero nelle sue stories Instagram.

Sintetizzando, la protesta che si vuole sollevare è indirizzata alla poca chiarezza dei ToS di Twitch. La mancanza di definizione apre la strada alle interpretazioni dei singoli moderatori i quali, poi, sono costretti a decidere sui contenuti segnalati utilizzando come unica linea guida la loro sensibilità. La sensibilità individuale, per quanto legittima, non è uno strumento sufficiente a normare situazioni che richiederebbero, invece, decisioni univoche e inequivocabili.

Dove manca la chiarezza, inoltre, abbonda la rigidità. Come detto la spada di Damocle sulla testa di Sdrumox ha continuato a penzolare sulla sua testa per circa 6 mesi. Durante tutto il periodo su menzionato, lo streamer non ha potuto creare contenuti live non solo su Twitch ma anche su altre piattaforme.

Per spiegare con termini più pratici: sarebbe come se un muratore venisse sospeso dal suo lavoro in un cantiere e prima che abbia svuotato l’armadietto il suo supervisore gli spezzasse un braccio, così, giusto per esser sicuri. In una situazione del genere, se quel lavoro è la vostra unica fonte di reddito, questo significa rimanere per sei mesi con la pancia vuota. Non la situazione migliore nella quale trovarsi.

Si attendono gli sviluppi di questa vicenda. Si attende, in particolare, di sapere se e quando, l’hashtag #NoStreamDay si tramuterà in azione e chi saranno gli aderenti all’iniziativa. In passato era nata una petizione lanciata su Change.Org e intitolata #FreeSdrumox.

Voi cosa ne pensate? Giusto protestare per queste condizioni di lavoro? In assato le proteste hanno riguardato l’utilizzo dei brani musicali.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Considerato mezzo scemo da chi lo conosce solo a metà, ha preso il primo controller in mano a 5 anni e a quella età pare essersi fermato. Porta la sua competenza ovunque serva sul web. Il suo sogno nel cassetto è avere la sua pagina su Wikipedia.

Advertisement
1 Comment

1 Comment

  1. anonimo

    02/12/2020 at 12:33 pm

    ovviamente no,ci sono cose molto più serie per protestare,se l’è cercata.
    perchè dovremmo aderire? può succedere anche a piccoli streamer ma se si infrangono le regole.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eventi

Il musical di Bridgerton? Su Tik Tok sta già succedendo

Published

on

bridgerton musical tik tok

Bridgerton, la nuova e fortunatissima serie Netflix, ha fatto molto parlare di sé. Alcuni l’hanno amata, altri odiata. Una sola cosa è certa, sono rimasti in ben pochi a non aver visto almeno un episodio. Questa Bridgerton mania, oltre a far schizzare alle stelle la vendita dei romanzi da cui la serie è tratta, ha spinto anche la giovane cantante Abigail Barlow a creare un Musical che presto è diventato virale su Tik Tok.

Precisiamo, al momento il progetto del musical di Bridgerton è allo stato embrionale, ma potete già trovare le prime canzoni. Presto i video, a cui si sono aggiunti vari artisti, sono diventati virali, tanto che l’account ufficiale di Netflix li ha condivisi.

Bridgerton: il musical

Non ci resta che aspettare e sperare che questo magnifico progetto veda la luce, magari proprio come è successo con Ratatouille: The TikTok Musical, progetto che, sempre nato su Tik Tok, è sbarcato online con un evento streaming che ha raccolto oltre un milione di dollari per The Actors Fund.

Bridgerton: la trama

Bridgerton segue le vicende di Daphne Bridgerton, la figlia maggiore della potente famiglia Bridgerton mentre fa il suo debutto nel competitivo mercato matrimoniale di Regency London. Sperando di seguire le orme dei suoi genitori e trovare il vero amore, le prospettive di Daphne inizialmente sembrano non essere messe in discussione. Mentre suo fratello maggiore inizia a escludere i suoi potenziali corteggiatori, il foglio dello scandalo dell’alta società scritto dalla misteriosa Lady Whistledown pone Daphne sotto una cattiva luce. Entra in gioco il desiderabile e ribelle Duca di Hastings, scapolo impegnato e considerato match ideale dalle mamme delle debuttanti. Nonostante i due affermino di non volere nulla di ciò che l’altro ha da offrire, la loro attrazione è innegabile e le scintille volano mentre si trovano impegnati in una crescente battaglia di ingegni e mentre affrontano le aspettative della società per il loro futuro.

Sei interessato a sapere di più su Bridgerton? Leggi la nostra recensione!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Eventi

Quest’anno si celebra il 25° anniversario di Pokémon! Ecco le novità

Published

on

La fantastica saga dei Pokémon compie 25 anni: quanti di noi sono cresciuti con le carte collezionabili, l’anime, i film e i videogiochi? I nostri mostriciattoli preferiti hanno davvero segnato un’epoca e hanno ancora tanto da dire! Poche saghe hanno attraversato un quarto di secolo adattandosi sempre a nuove sfide, piattaforme e culture.

Per l’occasione il brand sta preparando una grande festa, che durerà tutto l’anno, e includerà collaborazioni musicali, ricordi di viaggi passati nel mondo dei Pokémon, collezioni speciali del Gioco di Carte Collezionabili e tantissime altre sorprese.

Ecco di seguito un bellissimo video che mette insieme vecchi e nuovi pokémon e anticipa alcune novità!

Ovviamente una festa che si rispetti ha bisogno della giusta playlist e per questo, insieme a Universal Music Group e alcuni nomi di spicco del panorama musicale, Pokémon ha deciso di dare vita a un evento musicale globale chiamato Musica P25. Artisti emergenti e superstar pluripremiate, come l’icona pop Katy Perry, comporranno una serie di nuovi brani ad hoc. Avete capito bene, questa è la forza dei Pokémon!

25 anni di successi

Il mondo dei Pokémon continua a crescere ed è cambiato rispetto a quello che era nel 1996, anno in cui è stato pubblicato il primo videogioco Pokémon in Giappone; e un viaggio così lungo e ricco di eventi merita di essere riscoperto con un bel tuffo nel passato.

Per rivivere le avventure delle varie regioni della serie perché non fate un salto sul nuovo sito web di Pokémon? Si comincia da Galar, la regione scoperta recentemente in Pokémon Spada e Pokémon Scudo, per finire con la storica regione di Kanto dei videogiochi originali Pokémon Versione Rossa e Pokémon Versione Blu.

Sul sito web saranno disponibili anche appuntamenti musicali e tantissimi altri eventi dedicati ai 25 anni di Pokémon. Rimani aggiornato per non perderti nemmeno un novità!

Nel corso del 2021, i giocatori del GCC Pokémon potranno mettere le mani sulle collezioni dedicate al 25° anniversario e avranno anche la possibilità di collezionare carte giganti con protagonisti Pikachu e gli amatissimi primi compagni d’avventura delle varie regioni (se non vi riempie di entusiasmo questa notizia non so cosa potrebbe farlo!).

I festeggiamenti continueranno anche nella serie animata Pokémon e nei giochi per dispositivi mobili come Pokémon GO e Pokémon Masters EX. E non finisce qui dato che nel corso dell’anno verranno fatti altri annunci importanti (potrebbe forse essere il remake di Diamante e Perla?)

Collaborazioni importanti

E le sorprese del 2021 targate Pokémon non sono ancora finite! Pokémon sta collaborando infatti con noti marchi quali Levi’s, McDonald’s, Jazwares, Scholastic, Mattel, Funko e The Wand Company per creare prodotti e offerte speciali.

Ci aspetta un anno ricco di avventure! Siete pronti? Io non sto più nella pelle!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Eventi

Grazie per questo anno insieme!

Published

on

2020

L’anno sta per terminare ed è giunto quindi il momento di tirare le somme di questo 2020 piuttosto strano, alcuni direbbero da buttare, ma vogliamo pensare che non tutto sia andato per il verso sbagliato.

È vero il Covid ha pesato parecchio sul mondo delle nostre passioni, si perde la lista degli anime, manga, film, serie tv e videogiochi la cui uscita è slittata. Senza contare tutte le fiere, le convention o gli incontri con l’autore e gli spettacoli dal vivo che sono stati cancellati.

Ma siccome “la necessità aguzza l’ingegno” abbiamo visto come il nostro mondo sia stato capace di reagire con la consueta creatività e di reinventarsi per affrontare il fato contrario. Ecco allora che tantissimi eventi, non potendosi svolgere in presenza, si sono tenuti online. Cinema chiusi? Nessun problema tantissimi film sono stati rilasciati immediatamente sulle piattaforme di streaming. Concerti cancellati? Ci pensano Fortnite, Twitch e Youtube con le loro dirette.

Lockdown? Nessun problema le fumetterie, dopo le prime battaglie, sono rimaste aperte in quanto vendono beni considerati di prima necessità, e noi lo sappiamo bene! Poi questo è stato l’anno delle console next-gen, con l’esplosione della “PS5 mania”. È stato l’anno di grandi videogiochi come Assassin’s Creed Valhalla, The Last of Us Parte 2 o Animal Crossing: New Horizons, che complice la quarantena, ha visto le sue vendite battere ogni record.

Per non parlare delle serie tv e del boom delle piattaforme di streaming che sono state per tanti di noi delle compagne preziose per combattere la solitudine o per estraniarsi, almeno un momento, dalla realtà. Ma questo è stato anche un anno di addii, che ci ha costretto a salutare tantissimi personaggi del grande e piccolo schermo, uno fra tutti il mitico Sean Connery.

Questo per noi è stato un anno di grande lavoro e di impegno continuo, che ci ha permesso di “incontrare” tante persone e di collaborare con diverse realtà editoriali, che ci hanno sorpreso per stile e creatività, ma soprattutto abbiamo conosciuto tanti compagni di viaggio che come noi condividono la passione per il mondo nerd!

E allora grazie a voi amici nerd, che ci seguite tutti i giorni e che credete nel nostro progetto! Speriamo di essere riusciti, a modo nostro, a informarvi e perché no, anche a trasmettervi un po’ di spensieratezza, che in questo periodo certo non guasta.

Per il 2021 abbiamo tante soprese in serbo per voi! Vi aspettiamo tra queste pagine e come sempre: “Be Brave, Be Nerd!”.

La Redazione di Daily Nerd

Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending