Connect with us
lucifer-recensione-quinta-stagione lucifer-recensione-quinta-stagione

Film e Serie TV

Recensione di Lucifer, stagione 5.1. Il diavolo si fa in due

Published

on

Eccoci qui con la recensione della prima parte della quinta stagione di Lucifer di Netflix, tenuta in piedi dal bravissimo (e sempre super affascinante) Tom Ellis, che in questa serie si è pure sdoppiato. Ma cerchiamo di fare il punto della situazione.

Dover eravamo rimasti?

Alla fine di una quarta stagione, ricca di colpi di scena e di sconcertanti rivelazioni, il nostro diavolo aveva dovuto lasciare Los Angeles per tornare a governare l’inferno, proprio quando la detective Chloe era finalmente venuta a capo dei suoi sentimenti per lui.

Quindi dopo 4 angosciose stagioni, di detto e non detto e di tira e molla, ecco che la tensione si scioglie in un bacio, ma purtroppo Lucifer deve tornare all’inferno per mettere in ordine un po’ di cose e lascia sola Chloe.

La quinta stagione riparte proprio da qui, con la detective che cerca di superare questo momento gettandosi a capofitto nel lavoro, insieme a Mazikeen, spalla demoniaca di Lucifer, lasciata anche lei sulla terra.

L’entra in scena di Michael

Già mi chiedevo quanto ci sarebbe voluto per rivedere la squadra al completo, ma ecco che il nostro diavolo preferito ricompare velocemente sulla scena, peccato scoprire poi che non è Lucifer, ma il suo perfido fratello Michael.

Ovviamente anche Michael è interpretato da Tom Ellis, che dimostra di essere un attore davvero straordinario. Riesce impersonare il fratello creando un personaggio diverso da Lucifer, con delle sue peculiarità.

Cambia espressione, modo di parlare e accentua un problema alla spalla di cui sapremo di più nella seconda parte della stagione. Joe Henderson, tra gli showrunner della serie dice:

“Tom è apparentemente così disinvolto come Lucifer, quando in realtà c’è un sacco di lavoro dietro. Per Michael vale lo stesso. In queste occasioni facciamo sicuramente più caso alle sue grandissime abilità. Sono entusiasta che alle persone venga ricordato quanto sia difficile cosa fa e quanto semplice lo faccia sembrare”.

Trama

Queste sono le premesse necessarie per parlare di questi primi 8 episodi della serie: Michael, odia evidentemente Lucifer, e quando il fratello torna all’inferno, decide di prendersi la sua vita, con i risvolti che possiamo immaginare.

All’inizio riesce a spacciarsi per Lucifer, ma non ci vuole molto che quelli che lo conoscono si accorgono che qualcosa non quadri. Intanto ritorna sulla terra anche il vero Lucifer preoccupato delle macchinazioni del fratello e per la sua detective.

Michael non vuole di certo lasciare la presa, ma Lucifer è deciso a dare al fratello una lezione con i fiocchi e quindi tra omicidi e indagini ci sarà anche il tempo per uno scontro tra divinità.

I personaggi

Già conosciamo Lucifer, interpretato dal bravo Tom Ellis che calza a pennello in questa versione del diavolo: forte, sfacciato, sarcastico, incapace di dire bugie, intelligente e affascinante in modo quasi illegale.

In questa serie si è sdoppiato interpretando anche il suo malvagio fratello, uno sforzo recitativo che non sarà stato per niente facile. Brava anche la squadra addetta alle riprese che con i giusti campi e controcampi e le controfigure ha ricreato anche interessanti scene di combattimento.

Chloe Decker, interpretata da Lauren German, si riconferma la partner giusta per Lucifer: sensibile, attenta, leale, integerrima e serissima, controbilancia i modi di fare un po’ scanzonati del diavolo…d’altronde gli opposti si attraggono.

La riscoperta dei personaggi secondari

A sorprendere in questa serie sono stati però i personaggi secondari, prima tra tutti Mazikeen (Lesley-Ann Brandt), la demone che all’inizio di tutto aveva accompagnato Lucifer sulla terra.

Lei è tra i personaggi che nel corso delle stagioni sono cambiati maggiormente: Maze un demone, che dovrebbe essere senza anima, inizia a provare sentimenti “umani”, si affeziona alla figlia di Chloe, litiga con le amiche e vive tormentate storie d’amore.

Anche in questa stagione la sua crescita personale sarà centrale, segnata dal senso di abbandono, prima di una madre mai presente e poi di un amico che non sempre si è rivelato tale e sarà quindi l’occasione per scoprire qualcosa di più sul suo passato.

Grande spazio ha avuto anche Daniel Espinoza (Kevin Alejandro) che dopo la morte della sua amata Charlotte, che avevamo scoperto altri non essere che la madre di Lucifer, cerca di ricomporre i pezzi della sua vita.

Mosso da Michael viene anche a scoprire la vera identità di Lucifer e questo turberà ulteriormente la sua psiche già fragile portandolo a delle decisioni pericolose.

Una bella trovata è stata l’attenzione per il personaggio di Ella Lopez (Aimee Garcia) di cui i produttori indagano vita e privata e lavoro, con dei colpi di scena davvero ben pensati.

Questa prima parte della stagione non è stata particolarmente entusiasmante, ma forse era necessaria per costruire le premesse per una seconda più scoppiettante. Ci sono ancora tante cose che non sappiamo, tante incomprensioni tra i personaggi da risolvere e l’inquietante presenza di Micheal che porta con sé solo cattive notizie.

Risolvere la situazione potrebbe essere un lavoro da Dio? Io non vedo già l’ora di vedere la seconda parte!

Faccio parte di quella strana categoria di persone che, nonostante ci siano mille film da guardare, milioni di manga da leggere e trecento nuovi titoli di videogiochi, si fissa sempre sulle solite cose, per poi passare notti intere a rimettersi in pari con il mondo. Laureata in Lettere e in Editoria e Giornalismo, colleziono libri antichi in modo ossessivo, adoro piante e gatti e pratico judo da anni nella speranza di diventare, se non invincibile, almeno più saggia.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eventi

72° Emmy Awards: la cerimonia in diretta su Rai4, ospite Zerocalcare

Published

on

emmy awards 2020

Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) trasmetterà in esclusiva assoluta per l’Italia la cerimonia di consegna degli Emmy Awards, in diretta nella notte tra domenica 20 e lunedì 21 settembre. Una lunga ed emozionante maratona in compagnia dei protagonisti delle serie americane più amate dal pubblico e apprezzate dalla critica.

La diretta italiana su Rai4

L’evento andrà in onda a partire dalle ore 01.45 e, per l’edizione italiana, ci sarà il commento in studio della conduttrice radiofonica e televisiva Carolina Di Domenico e del giornalista ed esperto di serialità televisiva Andrea Fornasiero. Ospite d’onore il fumettista Zerocalcare, che parlerà di serie tv, contaminazione multimediale e i nuovi orizzonti del pop.

A causa dell’emergenza sanitaria da covid-19, la cerimonia non si svolgerà al Microsoft Theatre di Los Angeles, ma i vari nominati saranno in collegamento streaming con il conduttore Jimmy Kimmel, in uno spettacolo d’intrattenimento unico nella storia degli Emmy Awards.

Alcune serie in concorso

Con la conclusione, lo scorso anno, della serie dei record Il Trono di Spade, vincitrice di ben 59 premi Emmy, quest’anno la classifica delle nomination è guidata con 11 candidature da Watchmen, la serie drama HBO tratta dal graphic novel di Alan Moore. Seguono, rispettivamente con dieci e nove nomination, il dramma familiare Succession e il thriller, con Jason Bateman e Laura Linney, Ozark.

Assegnati ogni anno dalla Academy of Television Arts & Sciences, i Primetime Emmy Awards sono il più importante riconoscimento americano e internazionale per le serie tv. Un appuntamento storico, che ha consacrato e celebrato, nel corso dei decenni, il meglio dell’industria televisiva a stelle e strisce: dai telefilm classici in bianco e nero, alla nuova età dell’oro della serie, degli ultimi anni.

Continue Reading

Film e Serie TV

Super Mario: in arrivo il film dell’eroe Nintendo

Published

on

super mario film nintendo

Il film di Super Mario si farà, è ufficiale. Vedremo l’eroe Nintendo calcare nuovamente il Grande Schermo nel 2022. L’annuncio proviene dal nuovo briefing sulla politica di gestione aziendale di Nintendo. Il creatore di Super Mario, Shigeru Miyamoto, sta collaborando al progetto, che procede di buon punto.

Secondo il report, infatti, il film di Super Mario è previsto per l’uscita nelle sale nel 2022 e la produzione sta procedendo senza intoppi. Il progetto è nato grazie alla collaborazione di Nintendo e Universal Pictures, che non escludono ulteriori collaborazioni in futuro. Come detto in precedenza è fortemente coinvolto il creatore di Super Mario, Miyamoto, affiancato dal Chris Meledandri, fondatore di Illumination (Minions).

Al momento non si sa altro del progetto, speriamo solo che sia migliore dell’ultima versione che abbiamo visto al cinema, che ha visto come protagonisti sempre i due fratelli, ma senza un grande successo di critica.

Continue Reading

Film e Serie TV

Joker: Joaquin Phoenix in trattativa per i sequel?

Published

on

Joker-Joaquin-phoenix

Joaquin Phoenix potrebbe presto vestire nuovamente i panni del pagliaccio principe del crimine: Joker. Il ruolo, interpretato nella pellicola diretta da Todd Philips è valso all’artista il premio Oscar come miglior attore protagonista. Lo stesso premio, Phoenix l’ha vinto durante i Bafta Awards.

Il finale del film ha lasciato intendere che Joker potesse diventare il primo di un nuovo filone narrativo interamente dedicato al villain più famoso della DC Comics. Aggiungendo i premi ricevuto da Phoenix e l’ottima accoglienza da parte di pubblico e critica, è normale pensare che possano presto arrivare dei sequel.

La possibilità che Phoenix stia contrattando il suo ritorno nelle vesti del Joker è stata paventata dal giornale scandalistico Mirror ed è quindi da prendere con le pinze. Secondo il Mirror, dopo un primo momento di titubanza, Phoenix avrebbe acconsentito a tornare nel ruolo per ben due seguiti a condizione che gli venga pagato un cachet da 50 milioni di dollari.

Al momento mancano, come prevedibile, le conferme ufficiali. L’ultimo evento durante il quale sarebbe stato possibile annunciare il progetto è stato il DC Fandome. Come sappiamo, però, nulla al riguardo è stato menzionato. Abbiamo invece notizia del ritorno della Suicide Squad in un sequel del film e in un videogame dedicato.

Tutti i personaggi più strettamente legati al Joker, in fondo, stanno vedendo espandere la propria presenza. Harley Quinn ad esempio avrà una nuova serie interamente dedicata a lei. Il cavaliere oscuro tornerà al cinema interpretato da Robert Pattinson. Anche la bat-family si riunirà in un videogioco.

La possibilità di rivedere l’arcinemico di Batman al cinema non sono poi molto remote. Ciò che serve prima di esultare è una notizia ufficiale. Attendiamo trepidanti e speranzosi che Todd Philips o Warner Bros ci portino presto buone notizie. Nell’attesa ci si può sempre organizzare per un rewatch.

Continue Reading
Advertisement

Trending