Connect with us
the-umbrella-academy-2 the-umbrella-academy-2

Film e Serie TV

The Umbrella Academy 2: il nuovo poster rivela dettagli della trama

Published

on

Netflix ha annunciato che The Umbrella Academy 2 arriverà sulla piattaforma di streaming il 31 luglio, e nell’attesa ha pubblicato il nuovo poster. Nell’immagine vediamo quindi i protagonisti riuniti, e nei riflessi dei loro occhiali possiamo scorgere qualche anticipazione della nuova stagione.

La prima cosa che salta all’occhio nella locandina è la frase “La stessa strana famiglia. Nuovi strani problemi” che torreggia sopra i protagonisti della serie: Luther (Tom Hopper), Ben (Justin H. Min), Diego (David Castañeda), Allison (Emily Raver-Lampman), Klaus (Robert Sheehan), Vania (Ellen Page) e Numero Cinque (Aidan Gallagher). Tutti indossano degli occhiali da sole, nel cui riflesso troviamo degli indizi per la seconda stagione e sul periodo storico in cui finiranno.

Andando in ordine per primo troviamo Luther, i cui occhiali riflettono il titolo di un giornale che dichiara a grandi titoli “War is declared” (la guerra è dichiarata). Questo indizio potrebbe indicare il periodo storico in cui Luther si trova, ma si potrebbe trattare sia della guerra del Vietnam (1955 – 1975), che della Seconda Guerra Mondiale (1917).

Troviamo poi Diego, nei cui occhiali è riflessa una donna, seguito da Allison il cui riflesso mostra una protesta. Nel suo caso quindi, probabilmente si trova nel periodo delle per i diritti civili in America. Negli occhiali di Klaus invece vediamo delle mani alzate, in un’atmosfera che ricorda molto il festival di Woodstock nel 1969.

Nelle lenti di Vanya vediamo una famiglia intenta a giocare, forse un indizio che è riuscita a rifarsi una vita nel passato?

Ci sono poi le lenti di Ben, che riflettono una vecchia foto della famiglia e Numero Cinque, in cui è riflesso un paesaggio misterioso.

the-umbrella-academy

The Umbrella Academy è una serie prodotta da Universal Content Production per Netflix, composta da 10 episodi. Nella seconda stagione troveremo di nuovo come protagonisti Ellen Page, David Castaneda, Tom Hopper, David Castaneda, Emmy Raver-Lampman, Aidan Gallagher, Robert Sheehan e Justin H. Min. La storia ruota intorno a dei bambini nati tutti lo stesso giorno e senza preavviso con super poteri, che l’eccentrico miliardario Reginald Hargreeves ha riunito in una scuola speciale per addestrarli a diventare super eroi. I sette bambini adottati vengono quindi cresciuti alla Umbrella Academy, ma il risultato finale è stato in molti casi disastroso.

Giornalista pubblicista e Laureata in Lingue e Culture per l’Editoria. Procrastinatrice seriale, vado avanti a forza di caffeina e ansia e in qualche modo sta funzionando. Mi piacciono la lettura, i Beatles, lo Spritz Campari e le maratone (Netflix). Non mi piacciono il caffè annacquato, scrivere biografie e fare liste.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Film e Serie TV

X-Files: le prime 10 stagioni sbarcano su Amazon Prime Video

Published

on

x-files-amazon-prime-video

Buone notizie per tutti i fan delle avventure paranormali degli agenti Mulder e Scully: X-Files è arrivato su Amazon Prime Video. Sono ora disponibili le prime dieci stagioni della serie, che vedono come protagonisti David Duchovny (Mulder) e Gillian Anderson (Scully).

La serie è andata in onda per la prima volta in Italia il 29 giugno 1994, con un pilot trasmesso su Canale 5. Ben presto X-Files divenne un vero e proprio cult, una serie tv destinata a rimanere impressa nella cultura pop non solo americana, ma anche europea. Le atmosfere alla Twin Peaks, unite alle misteriose indagini dei due agenti, si sono dimostrati un mix vincente.

Non è al momento disponibile l’undicesima stagione composta da 10 episodi, andata in onda in Italia dal 29 gennaio al 2 aprile 2018 sul canale di Sky Fox.

X-Files: la trama

La serie segue le avventure di due agenti dell’FBI, Mulder e Scully, interpretati rispettivamente da David Duchovny e Gillian Anderson. Le loro indagini sono però diverse dal solito: indagano su casi di natura paranormale, tra creature leggendarie, psicocinesi, UFO, mutazioni genetiche e teorie del complotto.

Gli episodi tendono ad essere autoconclusivi, formula che ne ha decretato il successo, ma si presentano anche temi ricorrenti e archi narrativi più ampi, primo fra tutti il tentativo degli agenti di svelare un complotto su una prossima invasione aliena della Terra.

 

E voi? Siete pronti a rivivere le avventure di Mulder e Scully? Oppure preferite recuperare il teen drama Dawson’s Creek?

Continue Reading

Film e Serie TV

Mad Max: Fury Road, nel prequel su Furiosa non ci sarà Charlize Theron

Published

on

mad-max-fury-road-charlize-theron

Già nei mesi scorsi girava la voce che George Miller stesse lavorando ad un prequel di Mad Max: Fury Road, saga post-apocalittica diventata ormai cult del genere, ma la notizia che ha lasciato in molti a bocca aperta è che in questo film, che parlerà di una giovane Furiosa, non ci sarà proprio Charlize Theron che ha reso celebre il personaggio.

Il regista ha motivato la decisione dicendo che la storia sarà ambientata nel passato e non ci sono ancora le tecnologie per ringiovanire in modo sufficientemente credibile le fattezze degli attori e per questo è più propenso a selezionare una nuova attrice.

I casting per trovare la nuova Furiosa sono iniziati a marzo, in videoconferenza, e si è parlato della possibilità che la produzione si orientasse su Anya Taylor-Joy (New Mutants), anche se Miller ha sottolineato che è ancora alla ricerca dell’attrice più adatta e che “chiunque venga scelto avrà una grande responsabilità”.

Certo Charlize Theron non è rimasta in silenzio sulla questione e intervistata da The Hollywood Reporter, per l’uscita di The Old Guard, alla domanda su questo prequel di Max Max ha detto:

È una cosa difficile da mandare giù. Rispetto assolutamente George, e lo rispetto ancora di più dopo aver lavorato con lui a quel film. È un genio e gli auguro ogni bene. Ma sì, mi spezza un po’ il cuore questa cosa. Amo veramente quel personaggio, e sono felice di aver avuto una parte di responsabilità nel crearlo. Sarà per sempre qualcuno a cui penserò e su cui rifletterò con affetto. Ovviamente, mi piacerebbe veder continuare quella storia, e se (Miller) pensa che questo sia il modo giusto per andare avanti, allora mi fiderò. Ci concentriamo così tanto su piccoli dettagli che poi dimentichiamo che ciò che ci fa emozionare non ha nulla a che vedere con quei dettagli.

Intanto la produzione di questo nuovo capito della saga è tutt’altro che in partenza e infatti la speranza di Miller è quella di iniziare a girare il prequel dopo aver terminato con Three Thousand Years of Longing, con Idris Elba e Tilda Swinton: le riprese di questo film dovevano partire ad aprile, ma sono state rimandate a causa dell’emergenza Coronavirus e quindi slitta a data da destinarsi anche il progetto del prequel.

Chissà chi verrà scelta come nuova Furiosa, restate su queste pagine per seguire gli aggiornamenti.

Continue Reading

Film e Serie TV

Ennio Morricone: il maestro ci ha lasciati, aveva 91 anni

Published

on

Ennio-Morricone-Morto-91-anni

Si è spento nella notte tra il 5 e il 6 luglio il maestro Ennio Morricone. Compositore di fama internazionale, a lui dobbiamo molte delle colonne sonore cinematografiche più famose, apprezzate ed amate.

Nato e cresciuto nella sua amata Roma, dove ha coltivato anche la passione per il calcio. La vita di Morricone è stata una vita spesa per la musica del cinema tanto che il suo nome diventa sinonimo di colonna sonora. Ennio Morricone componeva già brani classici prima che il suo nome comparisse nelle locandine dei film di Sergio Leone, Sergio Corbucci e Duccio Tessari. Gli “Spaghetti Western” si erano arricchiti di una personalità importantissima.

Queste prime esperienze nel mondo cinematografico nostrano riescono a far rimbalzare il nome di Morricone di bocca in bocca fino ad Hollywood. Nella capitale mondiale del cinema viene a contatto con registri del calibro di John Carpenter, Oliver Stone, Brian De Palma e Quentin Tarantino. Proprio collaborando con Tarantino a The Hateful Eight si aggiudica il suo secondo premio Oscar nel 2016. Il primo lo aveva ottenuto nel 2007 come riconoscimento alla sua impareggiabile carriera.

Eppure le statuine dorate non sarebbero dovute mancare nel Plamarès del compositore. Nella categoria miglior colonna sonora, le musiche di Ennio Morricone sono state nominate ben 5 volte tra il 1979 e il 2001.

Quattro Golden Globe, tre Grammy Awards, sei BAFTA, dieci David di Donatello, undici Nastri d’argento e tanti altri i premi collezionati dal compositore lungo la carriera.

Le sue note hanno affascinato più generazioni di cinefili e appassionati. La sua musica è da considerarsi immortale.

Addio Maestro!

Continue Reading

Trending