Connect with us
lista manga sui vampiri lista manga sui vampiri

Anime e Manga

I migliori manga sui vampiri da leggere

Published

on

I vampiri sono le creature oscure che più hanno ammaliato le persone negli ultimi anni. Il loro fascino continua tutt’oggi ad ammaliare migliaia di lettori, e non c’è niente di meglio che un buon libro per immergersi in un mondo oscuro e pieno di terrore. Oppure, in alternativa, perché non scegliere un manga? Abbiamo selezionato i migliori manga sui vampiri disponibili, buona lettura!

I migliori manga sui vampiri

  1. Vampire Knight
  2. Blood+
  3. Devil’s line
  4. The Case Study of Vanitas
  5. Owari no Seraph
  6. Rosario + Vampire
  7. Blood Alone
  8. Dance in the Vampire Bund
  9. La leggenda lunare Tsukihime
  10. Le Bizzarre avventure di JoJo
  11. Sangue sulla neve

Vampire Knight

Vampire Knight è un manga shōjo creato da Matsuri Hino. La serializzazione inizia in Giappone nel gennaio 2005 nella rivista LaLa e successivamente pubblicato in tankōbon, ed edito in Italia dal novembre 2006 grazie a Planet Manga.

La Trama

Vampire Knight prende luogo nella Cross Academy, una prestigiosa scuola privata con una struttura… particolare. Gli studenti sono divisi fra la Day Class, dove le lezioni prendono luogo di giorno, e la Night Class, dove gli scolari attendono alle lezioni di notte.

Nella Cross Academy, infatti, umani e vampiri convivono segretamente. Ma può questa collaborazione durare a lungo, e un giorno espandersi al resto del mondo?

Potete trovare Vampire Knight nelle fumetterie, oppure sul sito di Panini Comics.

lista manga sui vampiri

Blood+

Questo manga sui vampiri nasce in seguito al successo dell’omonimo anime, prodotto da Production I.G e Aniplex sotto la direzione di Junichi Fujisaku.

La Trama

La vita di Saya era quella di una normale liceale, trascorre le sue giornate nella tranquilla Okinawa tra lezioni, club di atletica leggera e in compagnia della famiglia adottiva. Solo gli incubi, che la mostrano insanguinata in un campo di battaglia, disturbano la quiete. Tutto cambia quando incontrerà un affascinante, e misterioso, uomo che suona il violincello nel parco, e che le pare stranamente familiare.

Devil’s line

Devil’s line è una serie manga illustrata da Ryo Hanada e serializzata sul magazine di Kodansha “Monthly Morning Two”. Dal manga è stato tratto anche un adattamento anime, andato in onda per la prima volta nel giugno del 2018.

La trama

I vampiri di Devil’s line non sono quelli classici a cui siamo abituati: vivono indisturbati in mezzo agli umani, nascosti anche se in perfetta vista, e non hanno bisogno di bere sangue, ma la loro ira può trasformarli in mostri incontrollabili.

Proprio nel bel mezzo di uno di questi episodi incontriamo Tsukasa, una normale studentessa universitaria, che suo malgrado si trova coinvolta e salvata dal mezzo vampiro Anzai. Scopre così l’esistenza di un’associazione segreta specializzata nel contrasto ai crimini perpetrati dai vampiri a Tokyo, e la sua vita verrà sconvolta per sempre.

The Case Study of Vanitas

The Case Study of Vanitas è un manga scritto e disegnato da Jun Mochizuki, serializzato inizialmente sul Monthly Gangan Joker di Square Enix dal dicembre 2015. L’edizione italiana è curata da Star Comics.

La Trama

La storia prende luogo nella Francia del XIX secolo, dove Noè, un ragazzo, è alla ricerca del libro di Vanitas, un prezioso grimorio scritto secoli prima da un vampiro con lo scopo di vendicarsi dei suoi simili.

Lo scopo di Noè, però, non è di eliminare tutti i vampiri, ma solo alcuni: una misteriosa maledizione ha colpito alcuni membri della specie, inducendoli ad attaccare gli umani.

Owari no Seraph

Seraph of the End è un manga dark fantasy scritto da Takaya Kagami e disegnato da Yamato Yamamoto dal 3 settembre 2012. In seguito sono state create due serie di light novel spin-off e un adattamento anime. In Italia il manga è stato portato da Panini Comnics.

La Trama

A seguito della quasi totale distruzione dell’umanità a causa di un virus, i vampiri prendono potere e ne rivendicano il possesso, sottomettendo gli umani rimasti in vita e rinchiudendolo sotto la superficie terrestre.

Yūichirō ed il suo migliore amico Mikaela, quattro anni dopo, pianificano di sfuggire al controllo dei vampiri insieme agli altri bambini dell’orfanotrofio Hyakuya. Le cose non andranno come sperato, e l’unica cosa a sopravvivere è il desiderio di Yūichirō di vendicarsi, sterminando tutti i vampiri.

Rosario + Vampire

Rosario + Vampire è un manga creato da Akihisa Ikeda pubblicato sulla rivista Monthly Shōnen Jump tra l’agosto 2004 e il giugno 2007.

La Trama

Tsukune Aono è un liceale come tanti, che non è stato in grado di entrare in una scuola privata a causa dei suoi voti scadenti. L’unica scuola che lo accetta, nonostante il rendimento scarso, si rivela essere una scuola segreta per mostri soprannaturali e creature mitiche, incarnati in esseri umani. L’ammissione di Tsukune è ovviamente un errore, ma ormai è troppo tardi per tornare indietro.

Blood Alone

Blood Alone è un manga sui vampiri del 2005 scritto da Masayuki Takano e pubblicato in Italia da J-Pop a partire dal 2007. La pubblicazione italiana, però, è stata interrota in seguito al numero 4 e al passaggio dei diritti dell’opera da ASCII Media Works a Kodansha.

La Trama

La piccola Misaki pare una dolce e fragile ragazzine, molto timida e minuta, ma l’apparenza inganna: è infatti un vampiro. Vive insieme a Kuroe, uno scrittore di cui è segretamente innamorata, e insieme i due cercano vendetta contro un vampiro che ha assassinato il padre di Misaki e la sorella di Kuroe.

Dance in the Vampire Bund

Dance in the Vampire Bund è un manga scritto e illustrato da Nozomu Tamaki. La serie è stata serializzata sulla rivista Monthly Comic Flapper e i capitoli sono stati raccolti in 14 volumi. In Italia il volume è edito Kappa Edizioni, ma la serie non è stata conclusa e termina con i primi 10 volumi. Una seconda edizione, curata da Edzioni BD, è stata pubblicata nel 2018.

La Trama

Dopo millenni la principessa dei vampiri Mina Tepes, all’apparenza una dolce bambina ma in verità ultamillenaria vampira, svela al mondo l’esistenza della sua razza. Il metodo scelto per farsi accogliere nella società, senza creare troppi attriti, è quello di pagare il debito pubblico del Giappone, in cambio della creazione di un distretto per vampiri in cerca di asilo. L’esperimento di Mina avrà successo, o sarà la fine per le due razze?

Tsukihime

Tsukihime è una visual novel giapponese, concepita da Kinoko Nasu e illustrata da Takashi Takeuchi. Nel 2004 ha avuto inizio la serializzazione di un adattamento manga, disegnato da Sasaki Shonen, in Italia il fumetto è stato distribuito da Star Comics.

La Trama

In seguito a un grave incidente subito in infanzia, Thono Shiki è in grado di vedere delle misteriose linee che lo circondano. Linee che, se colpite nella maniera corretta, possono creare tagli netti negli oggetti, ma anche nelle persone, uccidendole. Grazie a un paio di occhiali riesce a bloccare queste visioni e vivere una vita normale. Tutto cambierà quando verrà contattato dalla sua famiglia, dalla quale era stato allontanato, e strani eventi legati al suo passato cominceranno a verificarsi.

le-bizzarre-avventure-di-jojo-recensione

Le Bizzarre avventure di JoJo

Le bizzarre avventure di JoJo è un manga scritto e disegnato da Hirohiko Araki, pubblicato in Giappone dal 1987 sulla rivista Weekly Shōnen Jump, e dal 2005 sul mensile Ultra Jump. In Italia il manga è pubblicato da Star Comics già dal 1993. Un’adattamento anime è ora disponibile su Netflix. Non è il classico manga sui vampiri, complice anche il design colorato e sopra le righe che lo contraddistingue, ma questa saga familiare merita di essere letta e seguita.

La Trama

Il manga narra dell’epopea familiare del casato Joestar, da generazioni in lotta contro il vampiro Dio Brando. Tutto inizia con Jonathan Joestar e lo stesso Dio Brando, all’epoca un ragazzo promettente quanto crudele, adottato dal padre di Jonathan in segno di riconoscimento verso il padre, che gli salvò la vita tempo prima (o almeno, questo è quello di cui è convinto).

L’arco temporale coperto da questa saga spazia vari secoli e l’opera, tutt’ora in corso di pubblicazione, è divisa in otto parti: Phantom Blood, Battle Tendency, Stardust Crusaders, Diamond is Unbreakable, Vento Aureo, Stone Ocean, Steel Ball Run e JoJolion

Sangue sulla neve

Sangue sulla neve, anche conosciuto come Millennium Snow, è una serie manga scritta e illustrata da Bisco Hatori nel 2001.

La Trama

La storia è incentrata su Chiyuki, una liceale afflitta da una grave malattia cardiaca che potrebbe portare alla sua morte senza preavviso. Tutto cambia quando conosce Touya, un vampiro millenario, che pensa di essere destinato a vivere la sua condizione in solitudine. Ma è davvero così?


Quesra lista dei migliori manga sui vampiri non vi basta? Potete recuperare i 15 migliori anime sui vampiri!

Daily Nerd è un Magazine di cultura Nerd e Geek. Non si tratta semplicemente di riportare notizie, ma di approfondire e riflettere sulla cultura che ci circonda.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anime e Manga

Direzione Metaverso: The Sandbox accoglie i geni giapponesi di TOEI ANIMATION

Published

on

toei sandbox

The Sandbox, uno dei principali mondi virtuali decentralizzati oltre che sussidiaria di Animoca Brands, e TOEI ANIMATION CO., LTD., una delle principali società di animazione del Giappone, hanno annunciato una partnership per creare esperienze Web3 basate sulle proprietà intellettuali (i personaggi) di TOEI ANIMATION nel metaverso di gioco The Sandbox.

Le due aziende stanno sviluppando le esperienze nella LAND in collaborazione con Minto, Inc.. Pioniere dell’animazione giapponese, TOEI ANIMATION ha prodotto alcune delle produzioni di animazione più longeve e di maggior successo planetario, tra cui Dragon Ball, Sailor Moon e ONE PIECE. Grazie alla partnership con TOEI ANIMATION, The Sandbox continua a portare avanti collaborazioni basate su personaggi e contenuti tra i più popolari e influenti della cultura dell’animazione giapponese.

Per commemorare questa partnership, The Sandbox regalerà NFT in edizione limitata alle prime 1.000 persone che si registreranno sul sito register.sandbox.game/toei-animation-it. Il tipo di NFT, comunque non basati su IP di TOEI ANIMATION), sarà annunciato in un secondo momento.

“TOEI ANIMATION sta salpando nel metaverso. Siamo molto felici e orgogliosi di lavorare con The Sandbox e Minto come nostri partner. Sono fiducioso del fatto che insieme tracceremo nuove rotte che guideranno l’industria dell’intrattenimento negli anni a venire – ha affermato Satoshi Shinohara, amministratore delegato di TOEI ANIMATION -. Non vedo davvero l’ora di vedere i vari personaggi che abbiamo creato finora addentrarsi in questo nuovo campo”.

“Manga e anime giapponesi come Dragon Ball, ONE PIECE e Sailor Moon di TOEI ANIMATION hanno sempre fatto parte della mia vita. Sono felice di portare questi contenuti in The Sandbox affinché i giocatori e i creatori di tutto il mondo possano apprezzarli – spiega Sebastien Borget, COO e co-fondatore di The Sandbox -. Questa partnership è un’aggiunta entusiasmante per la nostra piattaforma di metaverso aperto perché porta alcuni dei migliori contenuti della cultura giapponese alla nostra comunità di creatori”.

In parte immobiliare virtuale, in parte parco di divertimenti, The Sandbox abbraccia pienamente l’idea del metaverso come uno spazio digitale condiviso continuo in cui mondi ed eroi si incontrano per creare magie. Quella con Paris Hilton si unisce a oltre 400 partnership esistenti tra cui ZeptoLab, Warner Music Group, Ubisoft, The Rabbids, Gucci Vault, The Walking Dead, Snoop Dogg, Adidas, Deadmau5, Steve Aoki, Richie Hawtin, The Smurfs, Care Bears, Atari, ZEPETO e CryptoKitties. Queste alleanze seguono la visione del team di The Sandbox di consentire ai giocatori di creare le proprie esperienze utilizzando personaggi e mondi sia originali che celebri.

Continue Reading

Anime e Manga

AKIRA torna al cinema: sono passati ben 35 anni dalla prima uscita nelle sale

Published

on

akira

Torna al cinema, a 35 anni dalla sua prima uscita nelle sale, AKIRA di Katsuhiro Ôtomo, il film che ha incassato, tra repliche cinematografiche e vendite home-video, oltre 50 milioni di euro, conquistando il pubblico giapponese e rivoluzionando la percezione degli anime in tutto il mondo occidentale.

Unanimamente considerato un capolavoro e inserito da Empire Magazine tra i 100 migliori film in lingua straniera della storia del cinema, AKIRA è diretto da uno dei maestri indiscussi del cinema d’animazione e del fumetto giapponese. Tra le numerose collaborazioni e produzioni di Katsuhiro Ôtomo figurano, tra le altre, “Steamboy”, con cui partecipò fuori concorso alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia del 2004, e la sceneggiatura del film “Metropolis” di Rintaro (tratto dal manga di Osamu Tezuka).

L’appuntamento per i fan italiani è fissato per il 14 marzo (proiezioni in lingua originale con sottotitoli in italiano) e 15 marzo (proiezioni in versione doppiata in italiano), quando la Stagione degli Anime al Cinema, progetto esclusivo di Nexo Digital distribuito in collaborazione con Dynit, porterà nelle sale AKIRA in formato 4K e per la prima volta anche in lingua originale (elenco cinema a breve su nexodigital.it). Nel 2013 le celebrazioni del 25esimo anniversario di Akira, sempre organizzate da Nexo Digital e Dynit, avevano raccolto oltre 20.000 spettatori in un solo giorno, con sold out diffusi in tutti i cinema italiani che avevano programmato il film.

Trama Akira

Uscito nelle sale per la prima volta nel 1988 e ispirato al manga ormai giunto alla centesima ristampa del suo primo volume, Akira è ambientato nel 2019, in un’epoca in cui le grandi metropoli sono state spazzate via dopo la Terza Guerra Mondiale. Tokyo è teatro di scontri tra bande di motociclisti, tra cui di distingue la gang dei giovani Kaneda e Tetsuo. La polizia segreta, intanto, cerca di mettere un freno alla minaccia per poter continuare lo sviluppo del segretissimo progetto Akira…

La Stagione degli Anime al Cinema è un progetto esclusivo di Nexo Digital distribuito in collaborazione con Dynit e col sostegno dei media partner MYmovies.it, Lucca Comics & Games e VVVVID.

Continue Reading

Anime e Manga

10 anime surreali che dovete guardare adesso

Published

on

Mai capitato di trovarvi davanti a una serie e chiedervi: “Che cosa diamine sto guardando?”, per poi non riuscire a staccarvene? Per voi fanatici del bizzarro, del nonsense e degli immaginari distorti a regola d’arte, ecco allora una lista di 10 anime surreali che dovete guardare adesso.

10 anime surreali da recuperare subito

  1. The Tatami Galaxy
  2. Kyousou Giga
  3. Sonny Boy
  4. Arakawa Under The Bridge
  5. Mononoke
  6. Cromartie High School
  7. Sayonara, Zetsubou Sensei!
  8. The Night is Short Walk On, Girl
  9. Mushishi
  10. Toilet-bound Hanako-kun

1. The Tatami Galaxy (2010)

My still-as-of-yet rose-colored self was cut to the quick by that which is called reality.”

Un protagonista in crisi esistenziale, una divinità con la testa a melanzana e colorati viaggi nel tempo: questa è l’improbabile premessa di The Tatami Galaxy di Masaaki Yuasa. E con un precedente come Devilman Crybaby, cosa ci si poteva aspettare da Madhouse se non un altro anime fuori di testa?

La storia stavolta segue un universitario senza nome che, con una dose da cavallo di cinismo e un amico simpatico come una spina nel fianco, riflette sulle occasioni sprecate durante il college. Il passato pare destinato a restare uno spiacevole ricordo, finché non gli viene offerta la possibilità di rifare tutto da zero, e trovare il suo lieto fine- o qualcosa che ci assomigli.

2. Kyousou Giga (2013)

In una città parallela abitata da demoni, spiriti, ed enormi mecha, una ragazza con un martello magico è alla ricerca di un coniglio nero che può riportarla nel suo mondo. No, non si tratta di una versione Jap folkloristica di Alice in Wonderland, ma di Kyousou Giga, un fantasy di Toei Animation dove la realtà supera l’immaginazione e i sogni.

Senza fare spoiler, vi avviso che Kyousou Giga è strano, ma strano forte. E non vi ci si abitua mai del tutto, né ai suoi strampalati personaggi, né al groviglio di flashback ed eventi scollegati mischiati nella narrazione. Ma è anche questo che la rende una serie unica e avvincente, oltre che un vero spettacolo per gli occhi grazie ai suoi visuals spaziali.

3. Sonny Boy (2021)

“Is this a utopia? Or a hell?”

Restare bloccati a scuola è l’incubo di ogni adolescente. Ma restarci intrappolati e finire in una dimensione oscura è tutt’altra storia. Questo è ciò accade a una classe di studenti un caldo giorno d’estate; e come se tornare a casa non fosse già un problema, le cose si complicano quando alcuni di loro sviluppano abilità paranormali.

Se avete letto Il signore delle mosche, immaginate Sonny Boy come la sua versione fantascientifica, con animazione anni ’90 e un approccio filosofico ai temi più delicati. Per non dimenticare le ganzissime musiche punk rock: una bomba.

4. Arakawa Under The Bridge

Vi siete mai chiesti come sia vivere sotto un ponte? Be’, il businessman Ichinomiya lo scopre a proprie spese quando cade in un fiume e viene salvato da una ragazza senzatetto.

Pur di cancellare il suo debito, Ichinomiya è pronto a tutto- anche a diventare il suo fidanzato e trasferirsi sotto al ponte Arakawa. Inizia così la convivenza con una presunta venusiana, un soldato riciclato suora, uno spirito del fiume farlocco, ed altri soggetti altrettanto preoccupanti. E le stranezze sono solo al principio.

5. Mononoke (2007)

“If the problem lies within you, no-one else can help.”

Sicuramente il più artistico in questa lista di anime surreali è Mononoke, una raccolta di storie imperniata sugli incontri soprannaturali del Venditore di Medicine, un maestro dell’occulto a caccia di spiriti maligni nel Giappone feudale. Il mistero più oscuro però resta ancora irrisolto: qual è la sua vera identità?

Da non confondere con La Principessa Mononoke, l’opera di Kenji Nakamura è dark, onirica, e più che una serie animata sembra un dipinto che ha preso vita. Se ciò non bastasse, la narrazione è anticonvenzionle, le animazioni sono al limite del psichedelico, e il terrore psicologico latita sempre dietro l’angolo. In bocca al lupo.

6. Cromartie High School (2003)

Eh?. Questa è la prima reazione che suscita Cromartie High School di Eiji Nonaka, una serie che ha barattato il buon senso per gorilla, robot in uniforme, e mangiatori di matite.

Protagonista e vittima dell’idiozia di Cromartie è Takashi Kamiyama, l’unico studente normale in un liceo di teppisti stramboidi e non proprio brillanti. I mini episodi sono incentrati sui suoi tentativi di inserirsi fra i compagni yankee, dal finto mohawk a quello che viene costantemente rapito e dimenticato, e sulle situazioni allucinanti che ne derivano. Consigliatissima per gli amanti dello humor demenziale… e dei Queen.

7. Sayonara, Zetsubou Sensei! (2007)

“He’s not in a coma, he’s previewing the afterlife!”

In teoria, un insegnante dovrebbe essere fonte di ispirazione per i propri studenti. In pratica, per Itoshiki ogni giorno è buono per morire. L’unica cosa che lo tiene in vita sono le sue alunne, troppo problematiche per dargli il tempo di annodare il cappio. E ora la sua famiglia vuole anche che si sposi?! Be’, un suicidio di coppia non suona poi così male…

Satira spietata? Black humor? Personaggi disfunzionali e svitati? In Sayonara, Zetsubou Sensei! non manca nulla, ed il lato educativo è solo un effetto collaterale.

8. The Night is Short Walk On, Girl (2017)

Un po’ favola, un po’ sogno lucido, The Night is Short Walk On, Girl è un lungometraggio che ci trasporta in una Kyoto fantasmagorica e labirintica. Nel caos sfavillante di una notte frenetica ma infinita, uno studente universitario gioca con il filo rosso del destino e cerca di farsi notare una volta per tutte dalla ragazza dei suoi sogni.

Ricalcando lo stile di altri anime surreali come Mind Game e The Tatami Galaxy, Masaaki Yuasa ancora una volta piega la realtà come le pagine di un libro, e gioca con iperrealismo e colori scoppiettanti per raccontare una storia tanto semplice quanto accattivante. Chapeau.

9. Mushishi (2005)

“People derive their happiness in a variety of ways, even though it might seem cruel.”

Un mix di folklore giapponese e misticismo, Mushishi può essere definito come un’intima esplorazione della relazione uomo-natura. La serie segue il viaggio di Ginko, un uomo capace di vedere i mushi (spiriti) che abitano il mondo, e la sua missione di riparare ai danni causati da queste entità agli esseri umani.

Magico, affascinante, e talvolta inquietante, ogni episodio racchiude profonde riflessioni sulla fragilità dell’animo umano e il delicato equilibrio con natura, vita e morte. Forse Mushishi non è una serie che vi sconvolgerà la vita, ma sicuramente sa come toccare le corde del cuore e lasciare il segno.

10. Toilet-bound Hanako-kun

All’Accademia Kamome, le leggende soprannaturali non sono solo un diceria. L’imbranata Nene Yashiro ne ha la prova quando si trova faccia a faccia con Hanako, il famoso fantasma che infesta i bagni dell’istituto. Intrappolata in un contratto che la lega al mondo paranormale, Nene deve scoprire i misteri che si celano nella scuola, e risolverli prima che sia troppo tardi.

Toilet-bound Hanako-kun è forse uno degli anime surreali più dark e vivaci allo stesso tempo. Ma non fatevi ingannare dagli adorabili personaggi e dai caldi toni pastello: non si sa mai che cosa si può nasconde nell’ombra.

Continue Reading
Advertisement

Trending