Connect with us
xbox-series-x-e-playstation-5-confronto xbox-series-x-e-playstation-5-confronto

Gaming

PlayStation 5 e Xbox Series X: le specifiche tecniche a confronto

Published

on

Dopo il nostro articolo di ieri, riguardante l’apertura sul sito ufficiale di Sony della pagina dedicata a PlayStation 5, sono arrivate le prime indiscrezioni riguardanti le specifiche tecniche della console giapponese. Le abbiamo raccolte qui per confrontarle con le informazioni che abbiamo già a disposizione su Xbox series X, la console Microsoft diretta concorrente di PlayStation 5.

Partiamo immediatamente con quella informazione che interessa tutti gli amanti dell’altissima risoluzione; PS5 non avrà l’8K, o almeno non per i giochi. Nonostante sul sito ufficiale viene riportato il supporto fino agli 8K, raggiungere questa risoluzione per i giochi, con il resto dell’Hardware installato su PS5 risulta praticamente impossibile. Resta salva la possibilità di poter godere dei 7680×4320 per i film. Il primo round è quindi un pareggio tra PS5 e Xbox series X, anche la console Microsoft supporterà una risoluzione non superiore ai 4k.

Restando in tema grafico possiamo parlare di GPU; entrambe le macchine monteranno al loro interno una AMD Radeon RDNA ma, mentre per XboX si ipotizzano già i 12 Teraflops, per PlayStation mancano ancora dati sufficienti anche solo per dar adito a una speculazione. A quanto pare la casa di Redmond passa in vantaggio con questo secondo incontro.

Altro punto di contatto, invece, tra le due macchine sarà rappresentato dalla capacità di immagazzinamento dei dati affidato, in entrambi i casi, ad un SSD dalla capienza di 1TB minimo. Vengono finalmente abbandonati i più lenti HDD in favore di una tecnologia dalle prestazioni migliori.

Parafrasando un noto YouTuber “ma come si può giudicare una console senza prendere in considerazione i giochi che ci gireranno sopra?” E difatti proprio di giochi vogliamo parlare.
Se per Xbox series X è stato confermato almeno un titolo al lancio (Hellblade 2) lo stesso non può essere detto della rivale prodotta da Sony che, invece, sembra sempre più intenzionata a dare gli ultimi momenti di lustro alle sue console attuali con The Last of Us part II e Ghost of Tsushima. La stessa Sony, tramite le parole di Jim Ryan sul suo blog, ha più volte confermato la loro esclusività su PS4.

Dal nuovo continente Phil Spencer ha ammesso che Xbox series X non godrà di esclusive console tripla A almeno per un anno, lasciando dunque aperta la porta a titoli che usciranno contemporaneamente anche per PC e per la console precedente. Microsoft dunque lascia ancora una volta il fianco scoperto alla questione esclusive, da sempre meglio gestite da parte di Sony che, dal canto suo, sta inanellando studi di sviluppo first party in rapida sequenza (al momento sono 14 gli studi della scuderia Sony e si vocifera già di un quindicesimo acquisto).

L’ultima annosa questione è legata alla retrocompatibilità con i giochi precedenti. Entrambe le concorrenti hanno confermato la totale retrocompatibilità con i titoli appartenenti all’attuale generazione (Xbox One e PS4) ma sono rimaste più sul vago per quanto riguarda i giochi apparsi sulle versioni precedenti delle console. Per Microsoft è facile ipotizzare la realizzazione di un supporto simile a quello visto già nella Xbox One con la possibilità di utilizzare gratuitamente i giochi di cui si possiede la copia fisica semplicemente scaricando quella digitale e utilizzando il supporto fisico come “conferma”. Discorso leggermente diverso per quanto riguarda Sony che offre invece la possibilità di recuperare i titoli PS3 e PS4 tramite PlayStation Now, servizio al quale risultano ufficialmente abbonati circa 40 milioni di utenti.

Insomma, PS5 non è ancora stata ufficialmente svelata ma pare proprio che Xbox series X avrà filo da torcere anche per questa generazione.

Roberto V. Minasi



Daily Nerd è un Magazine di cultura Nerd e Geek. Non si tratta semplicemente di riportare notizie, ma di approfondire e riflettere sulla cultura che ci circonda.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Gaming

The Legend of Dragoon: un tweet riaccende le speranze per il remake

Published

on

The Legend of Dragoon: un tweet riaccende le speranze per il remake

The Legend of Dragoon è un gioco di ruolo alla giapponese, pubblicato nel Paese del Sol Levante sul finire dello scorso millennio, è approdato qualche mese dopo anche in occidente riportando un discreto successo e riuscendo a stregare una fetta di pubblico che, ancora oggi, spera in un suo remake. Riguardo a questo tanto sospirato remake del titolo di Sony Computer Entertainment, è stato pubblicato un tweet di Shuhei Yoshida – l’allora produttore del videogioco – il quale tratta delle musiche del titolo.

Il post di Shuhei Yoshida è un retweet di un messaggio di Dennis Martin, compositore delle musiche di The Legend of Dragoon. Di seguito potete trovare il post:

20 anni fa ho composto le musiche di The Legend of Dragoon per PlayStation. Era un progetto enorme con un fantastico team e conservo ancora dei bellissimi ricordi. Buon anniversario!

Grazie a tutti per i messaggi. Credete ancora nell’amore?

È facile notare come il tweet originale di Martin risale al 2019, è particolare il fatto che Yoshida abbia deciso – senza un apparente motivo o in forza di qualche collegamento – di riproporre il messaggio del compositore delle musiche di The Legend of Dragoon.

È il caso di vederci un messaggio nascosto? Magari un primo indizio che potrebbe portare, in futuro, all’annuncio di un remake del titolo? Forse questo sarebbe il proverbiale passo più lungo della gamba, è indubbio però che i fan chiedano a gran voce un ritorno di The Legend of Dragoon e sicuramente questo tweet riaccende le speranze. Staremo a vedere.

Continue Reading

Gaming

Final Fantasy: tutte le migliori invocazioni in un video di Square Enix

Published

on

Final Fantasy: tutte le migliori invocazioni in un video di Square Enix

Final Fantasy è la serie di titoli GDR più famosa al mondo, nel corso della sua storia ha saputo affascinare milioni di giocatori in tutto il mondo grazie alle sue atmosfere magiche, al suo gameplay innovativo (soprattutto capace di rinnovarsi) e ai suoi personaggi indimenticabili. Una delle caratteristiche peculiari della serie sono le invocazioni (o summon), potenti creature che possono essere chiamate dal giocatore per aiutarlo nei momenti di difficoltà; le invocazioni sono tantissime ma Square Enix ha deciso di mostrare le migliori in un breve video.

Trovate il video, postato sul profilo Instagram ufficiale di Square Enix, qui di seguito:

Chiamatele Invocazioni, Eidolons, Eoni, Eikons… qualunque sia il nome, non sarebbe Final Fantasy senza di esse! Celebriamo alcune di queste eccezionali entità.

Quale è la vostra invocazione preferita?

Nel video abbiamo potuto osservare alcune delle summon più famose, in particolare:

  • Ifrit evocato in FF 7 Remake Intergrade
  • Shiva evocata in FF X/X-2 HD Remaster
  • Tonberry evocato in FF VIII Remaster
  • Odin evocato in FF IX
  • Ramuh evocato in FF XV
  • Bahamut evocato in FF VII

Le creature che si possono evocare nel corso della serie di Final Fantasy sono molte di più rispetto a quelle che sono state mostrate nel video, certo alcuni di questi nomi hanno fatto la storia delle invocazioni dei FF, Ifrit, Shiva e Bahamut in particolare. Queste entità, a quanto pare, avranno un ruolo particolarmente importante nel prossimo titolo della serie principale, ossia Final Fantasy 16, staremo a vedere in che termini potranno essere utilizzate e quale sarà il loro impatto nella storia futura.

Continue Reading

Gaming

Tower of Fantasy sarà ufficialmente disponibile dall’11 agosto

Published

on

Tower of Fantasy

Level Infinite e Hotta Studio hanno annunciato che l’RPG open-world Tower of Fantasy sarà disponibile per il pre-download il 9 agosto, e sarà disponibile in tutto il mondo l’11 agosto 2022 (UTC). Oltre 3 milioni di giocatori si sono già registrati sul sito ufficiale di Tower of Fantasy.

“Watch me, I’m not who I used to be, used to be”. Ecco la theme song del gioco in una versione speciale anni ’30, Clan, dell’artista Milet! Potrete ascoltare la versione completa in agosto. Non dimenticate di ascoltare il suo nuovo singolo, Always You, il 17 agosto.

Trama Tower of Fantasy

Ambientato centinaia di anni nel futuro, dopo che l’umanità è sfuggita al collasso dell’ambiente terrestre ed è fuggita sul lontano pianeta di Aida, l’azione open-world di Tower of Fantasy ha riscosso un grande successo tra i giocatori in Cina e presto anche i giocatori del resto del mondo potranno godersi a pieno il titolo.

I giocatori potranno sperimentare uno stile artistico sci-fi post-apocalittico ispirato agli Anime, uno sviluppo libero dei personaggi, obiettivi coinvolgenti e combattimenti entusiasmanti attraverso battaglie avvincenti e un’emozionante esplorazione del mondo di gioco.  

La release globale arriva dopo due closed beta che hanno permesso ai fan di dare una prima occhiata al titolo. I giocatori sono rimasti impressionati dall’approfondito sistema di personalizzazione del personaggio, dall’elettrizzante azione incentrata sulle armi, dall’esplorazione condivisa del mondo di gioco e dall’avvincente narrazione.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI:

  • RPG Open-world
  • Stile sci-fi anime post- apocalittico
  • Profonda personalizzazione
  • Combattimento immersivo ed emozionante
  • Esplorazione del mondo di gioco
  • Fisica di gioco realistica (scalata, scivolata, nuoto.)
  • Modalità multiplayer cooperativa

Le pre-registrazioni di Tower of Fantasy sono ancora disponibili sul sito ufficiale, oltre che su SteamEpic Game StoreApp Store e Google Play.

Continue Reading
Advertisement

Trending