Connect with us
star-comics star-comics

Anime e Manga

Star Comics rinnova il brand: nascono le etichette Star e Astra

Published

on

La casa editrice Star Comics si rinnova dando voce alle sue due “anime”: il fumetto orientale e occidentale. In oltre 30 anni di pubblicazioni Star Comics ha portato in Italia mostri sacri come DRAGON BALL, ONE PIECE, MY HERO ACADEMIA, RANMA ½, SAILOR MOON e DETECTIVE CONAN, fino al più recente, celebre DEMON SLAYER – KIMETSU NO YAIBA.

Questi sono solo alcuni dei titoli che hanno permesso alla casa editrice di diventare leader nel campo del fumetto giapponese. Oltre alla lunga e duratura collaborazione con le case editrici del Sol Levante, Star Comics vanta numerose e importanti pubblicazioni di titoli provenienti anche da Europa e Stati Uniti, annoverando tra gli autori in catalogo nomi del calibro di Rick Remender, Jeff Lemire, Greg Rucka, Mirka Andolfo, Mario Alberti, Matteo Bussola, Paola Barbato, Alessandro Bilotta ed Emiliano Mammucari.

https://youtube.com/watch?v=cb-VA4p1tjk%3Fcontrols%3D0

Il momento della svolta è arrivato

Il 2020 è stato un anno particolare per molte ragioni. In Star Comics lo vogliono ricordare come l’anno in cui hanno raggiunto – come editore indipendente – la prima posizione in classifica per numero di volumi venduti. Con l’inizio del 2021 hanno quindi deciso di identificare in modo immediato i due settori in cui operano: quello del manga e quello del fumetto occidentale.

Ecco quindi la nascita di due etichette, entrambe con un’identità chiara e riconoscibile, ma allo stesso tempo riconducibili immediatamente alla casa editrice. Questa nuova nascita segna anche il rebranding del marchio che – come per le due etichette – è stato affidato al designer Fabrizio Verrocchi.

STAR identificherà le pubblicazioni orientaliASTRA rappresenterà i titoli occidentali

DRAGON BALL GT ANIME COMICS – LA SAGA DEI DRAGHI MALVAGI, DR.STONE e HAIKYU!! saranno tra i primi volumi che riporteranno la nuova etichetta STAR, mentre gli americani YEAR ZERO e RED BORDER quelli destinati ad ASTRA.

Le dichiarazioni dei protagonisti

«STAR e ASTRA nascono per andare incontro alle esigenze di lettori – vecchi e nuovi – permettendo a chi si avvicina al fumetto di muoversi con più facilità all’interno del catalogo Star Comics, ma senza trascurare i lettori che ci accompagnano da tempo e che collezionano i nostri prodotti. Per rappresentare i manga abbiamo pensato di ufficializzare un nome che per la community era già così, da sempre: tra lettori e lettrici, Star Comics è “la Star” o, appunto, STAR. Subito dopo abbiamo dato vita “all’altra stella”: è nata così ASTRA, per rappresentare l’altra importantissima parte del nostro catalogo, quella dedicata al fumetto occidentale» ha spiegato Claudia Bovini, Direttore Editoriale e Responsabile della casa editrice.

«Rinnovare un marchio storico è sempre un’operazione molto delicata. Il design è cruciale, certo, ma quando parliamo di qualcosa che si è impresso per decenni nell’immaginario di una grandissima community ci sono di mezzo i ricordi, le esperienze, l’affetto: tante storie accomunate da un Segno – racconta Fabrizio Verrocchi, designer non nuovo a operazioni di logo revamping -. Per rappresentare un catalogo sterminato composto da titoli di ogni genere, il marchio doveva essere immediato, diretto e al contempo il più onnicomprensivo possibile. Non c’era bisogno di inventare alcun nome, era già tutto lì, in quelle poche lettere che racchiudono un mondo. Lavorare a un refresh dell’immagine di una realtà così importante per il mondo del fumetto è stato un grandissimo privilegio».

Rinnovarsi senza dimenticare le origini

Il rinnovamento della veste grafica della casa editrice attraverso il nuovo logo, così come la nascita di STAR e ASTRA, trasforma e reinterpreta in maniera moderna il marchio storico disegnato da Sergio Cavallerin nel 1987, quando venne fondata l’azienda.

Rinnovarsi, ma senza abbandonare le origini quindi, mantenendo una continuità grafica con la brand identity che caratterizza Star Comics, rappresentata da un evocativo e universale simbolo come la stella che, oggi più che mai, risplende sul fumetto e sul manga.

E infine una piccola rassicurazione per i collezionisti: i dorsi dei volumi delle serie in corso rimarranno invariati.

Daily Nerd è un Magazine di cultura Nerd e Geek. Non si tratta semplicemente di riportare notizie, ma di approfondire e riflettere sulla cultura che ci circonda.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Anime e Manga

One Piece: l’autore si prenderà una pausa per preparare la parte finale del manga

Published

on

One Piece: l’autore si prenderà una pausa per preparare la parte finale del manga

One Piece è il famosissimo manga di Eiichirō Oda che prosegue ininterrottamente dal 1997, l’opera si appresta a compiere i venticinque anni di serializzazione settimanale – il primo capitolo era stato pubblicato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump precisamente il 22 luglio 1997 – e i lettori sanno che si sta per concludere uno degli archi narrativi più importanti fino ad ora. Alla luce di ciò l’autore ha deciso di prendersi una pausa per preparare come si deve la parte finale del manga, questa notizia è arrivata proprio dallo stesso Oda.

Un tweet dell’utente Artur – Library of Ohara contiene il messaggio dell’autore, il quale conferma la notizia che avete appena letto. Qui sotto potete trovare il post:

Notizia Importante: Con la conclusione della saga di Wano, One Piece andrà in pausa per un mese, dal 27 di giugno al 25 di luglio così che Oda possa preparare la saga finale.

La notizia di per sé non lascia spazio a dubbi di sorta: OnePiece si sta avviando verso quella che è l’ultima porzione della sua storia. I dubbi che rimangono, invece, sono quelli relativi a cosa si intende per “saga finale”. Con questo messaggio Oda ha voluto dire che si sta preparando a creare l’ultimo arco narrativo oppure l’ultima parte della storia?

Al momento non abbiamo una risposta certa perché le parole usate dall’autore sono abbastanza vaghe. A parere di chi scrive, quello che è lecito e ragionevole aspettarsi è un’ultima saga, intesa come parte di opera composta da più archi narrativi che potrebbe andare avanti ancora qualche anno.

Per il momento lasciamo un po’ di meritato riposo a Oda, così che possa riprendere il suo lavoro con rinnovate energie.

Continue Reading

Anime e Manga

Dragon Ball: Toriyama svela chi è il più forte fra i Guerrieri Z

Published

on

Dragon Ball: Toriyama svela chi è il più forte fra i Guerrieri Z

Dragon Ball, l’opera più famosa del mangaka Akira Toriyama, è da molti considerato il padre dei battle-shōnen, quel filone di manga appositamente pensato per i ragazzi che fa degli scontri il suo punto di forza. Stante l’importanza fondamentale delle battaglie nell’opera in questione, non è difficile immaginare come i fan si siano sempre chiesti quale sia il più forte combattente all’interno del gruppo di protagonisti di DragonBall, gruppo noto come i Guerrieri Z. Fino ad ora non era mai arrivata una risposta ufficiale da parte dell’autore, ora però anche Toriyama si è espresso a riguardo.

L’account Twitter ufficiale di Dragon Ball Super ha riportato una breve intervista all’autore, il quale ha svelato che Gohan è il più forte fra i Guerrieri Z. Di seguito potete trovare il post con l’intervista:

Il sito Comicbook ha riportato la risposta di Toriyama al quesito, eccone una nostra traduzione:

Gohan in realtà è il più forte di tutti… o almeno così viene detto, ma recentemente non ha avuto modo di mostrare ciò di cui è capace. Per motivare Gohan occorre il contributo del suo rispettato maestro Piccolo, piuttosto che di suo padre Goku. Ho pensato di far nascere un nuovo supereroe mettendo al centro dell’attenzione questi due personaggi attraverso le loro intense battaglie con gli androidi Gamma”.

Quindi si, stando a quanto affermato da Toriyama è proprio Gohan, il figlio di Goku, ad essere il più forte tra i guerrieri della Terra, solo che non ha ancora avuto modo di dimostrare il suo valore e la sua potenza. Il prossimo film di Dragon Ball in uscita – Dragon Ball Super: Super Hero – darà nuovamente il giusto spazio a questo personaggio.

Continue Reading

Anime e Manga

Shaman King: trailer della parte finale della nuova serie anime

Published

on

Shaman King: trailer della parte finale della nuova serie anime

Shaman King è l’opera più famosa del mangaka Hiroyuki Takei, iniziata per la prima volta nel 1998 sulle pagine del settimanale giapponese Weekly Shōnen Jump. Il successo del manga ha portato, di lì a poco, alla creazione di un anime che ha iniziato ad essere trasmesso nel 2001 ed è noto come la prima versione della trasposizione animata. Dallo scorso anno (2021), invece, è iniziata la pubblicazione della nuova serie anime che ora si mostra nel trailer della parte finale.

Il video è stato pubblicato sul canale YouTube Netflix Anime, lo potete trovare qui di seguito:

Preparatevi per la battaglia finale. Shaman King Stagione 1 Parte 4 è in arrivo.

Il medium Yoh Asakura partecipa a un torneo che si svolge ogni 500 anni e si misura con altri sciamani per eleggere l’onnipotente Shaman King.

La nuova serie anime di Shaman King è stata prodotta dallo studio Bridge (Saint Seiya: Soul of Gold in collaborazione con Toei Animation, Fairy Tail alcuni episodi in collaborazione con A-1 Pictures e CloverWorks), per la regia di Joji Furuta e e la sceneggiatura di Shōji Yonemura per un totale di 52 episodi.

I doppiatori originali dei personaggi principali sono:

  • Yōko Hikasa doppia Yoh Asakura
  • Megumi Hayashibara doppia Anna Kyoyama
  • Katsuyuki Konishi doppia Amidamaru
  • Minami Takayama doppia Hao Asakura

Gli ultimi episodi della serie Shaman King saranno distribuiti attraverso la piattaforma di streaming Netflix.

Continue Reading
Advertisement

Trending