Connect with us
the-last-of-us-2-videogioco-polonia the-last-of-us-2-videogioco-polonia

Gaming

The Last of Us Part 2: Il vergognoso review bombing su metacritic

Published

on

Era uno dei giochi più attesi di tutto il 2020, The Last of Us Part 2. Era, perché sono oramai trascorse più di 48 ore dalla sua pubblicazione. Era, perché nel giro di queste 48 ore, la parte più becera di alcuni sedicenti “gamer” è venuta fuori nel modo peggiore.

Dal momento della pubblicazione, avvenuta in seguito a numerose peripezie, il famoso aggregatore di recensioni Metacritic ha, come di consueto, dato a tutti la possibilità di esprimere la propria opinione sul titolo. Da quel momento, The Last of Us Part 2 è stato oggetto di un review bombing feroce e violento. 

Cos’è il review bombing? È l’atto di bombardare un prodotto di recensioni (solitamente negative) al fine di boicottarlo o danneggiare la sua reputazione. Questo è quello che è successo a The Last of Us Part 2, colpito per punire in qualche modo Neil Druckmann. Agli occhi dei “leoni da tastiera”, l’autore del gioco si sarebbe macchiato dei crimini più efferati: inserire personaggi e protagonisti LGBTQ+, trattare temi più impegnati, inserire scene forti, tutti peccati imperdonabili agli occhi dei paladini del buon gusto di tutto il mondo.

Purtroppo, Neil Druckmann non è nuovo a ricevere critiche di questo stampo. Già dopo la pubblicazione in rete di alcuni spoiler, furono in molti a protestare cancellando i pre-order Amazon del titolo. 

Non diciamo che il gioco debba piacere per forza, sarebbe assurdo e fuori luogo pretendere che tutti abbiano gli stessi gusti. Così come reputiamo corretto che tutti possano esprimere la propria opinione anche se questa dovesse risultare impopolare. A lasciare sconcertati è l’accanimento nei confronti di chi sta provando a elevare il videogioco allo status di medium maturo che lecitamente gli appartiene. Ancor più sconcertante che, a farlo, siano coloro che di tale medium si definiscono fan, appassionati o peggio, cultori. 

Appare chiaro che, chi ha deciso di lanciare le proprie anonime invettive nei confronti di The Last of Us part 2, sia animato solo dalla voglia di denigrare e vituperare un developer colpevole di avere prodotto un titolo progressista

Dal canto suo, Druckmann, non ha commentato pubblicamente la vicenda ma, anzi, tramite il blog PlayStation, ha scritto una lunga lettera di ringraziamento ai fan cogliendo ance l’occasione di ripercorrere le tappe fondamentali che hanno condotto la sua Naughty Dog fino alla pubblicazione.

Sette anni fa ci siamo posti la sfida di realizzare una storia che affrontasse temi difficili. Da quel momento, centinaia di sviluppatori si sono impegnati per portare a termine questo arduo compito. Abbiamo realizzato una storia incentrata sui personaggi. Ci siamo concentrati sulle loro individualità e sulla difficoltà delle loro scelte. Speriamo che voi possiate ridere, piangere, empatizzare con loro nelle difficoltà. Ma più di ogni altra cosa, speriamo che questo gioco possa ispirarvi nello stesso dibattito filosofico che ha ispirato noi durante la realizzazione. A nome di tutti, qui a Naughty Dog, grazie per essere parte di questo viaggio. Fino al prossimo viaggio, resistete e sopravvivete.

Avete già provato The Last of Us Parte 2? Fateci sapere come procede il vostro viaggio.

Considerato mezzo scemo da chi lo conosce solo a metà, ha preso il primo controller in mano a 5 anni e a quella età pare essersi fermato. Porta la sua competenza ovunque serva sul web. Il suo sogno nel cassetto è avere la sua pagina su Wikipedia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gaming

L’avversaria di Steam Deck è Switch? Valve dice di no

Published

on

L’avversaria di Steam Deck è Switch? Valve dice di no

A pochi giorni dalla presentazione al pubblico di Steam Deck, la console di Valve, gli appassionati di videogiochi si stanno domandando se la nuova piattaforma sia nata per fare concorrenza a Nintendo Switch. Il paragone è pressoché inevitabile, viste le fattezze delle due macchine e il loro obiettivo: dare ai gamers la possibilità di giocare ovunque vogliano, ma da Valve hanno lasciato intendere che l’avversaria di Steam Deck non è Switch.

Quindi somiglianza ma non concorrenza, come mai? Per un motivo in particolare che potrete leggere qui di seguito, nelle parole di Greg Coomer – designer di Valve – e di Gabe Newell – cofondatore della stessa casa di produzione. I commenti sono stati rilasciati su IGN, ecco una nostra traduzione:

Coomer: “Tutte le decisioni che abbiamo preso riguardo Steam Deck sono state fatte da noi con l’obiettivo di soddisfare ancor più la clientela che già si trovava bene con i giochi presenti sulla piattaforma, la nostra piattaforma. Era questo il nostro punto focale per le decisioni. Abbiamo creato un device che esteticamente condivide molti tratti con Switch ma questa è stata… una conseguenza dovuta al nostro modo di procedere riguardo il design della stessa”.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Newell: “Io credo che Nintendo stia facendo un lavoro eccellente mirando alla propria clientela con i prodotti che ha. Per noi però sarà diverso. Quando impugni questa console (Steam Deck ndr.), dà l’impressione di avere tra le mani un controller molto costoso, no? Perché è più grosso di una Switch. E se noi abbiamo ragione, questo è il compromesso più giusto per l’utenza alla quale ci rivolgiamo”.

Newell: “Nintendo Switch ha avuto un grande successo, ovviamente, hanno venduto qualcosa come 85 milioni di copie. Ma mettiamola così: se sei un videogiocatore e prendi una Switch e poi prendi una di queste (Steam Deck ndr.), saprai subito qual è giusta per te, no? Ci metterai dieci secondi per capirlo”.

Il motivo per il quale, almeno stando a Valve, Steam Deck e Switch non sarebbero in concorrenza è fondamentalmente il diverso target di clientela che hanno le due console. Ma sarà davvero così? Le somiglianze fra le due piattaforme sono innegabili e difficilmente i fan sapranno fare a meno di un continuo confronto.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

Miitopia: arrivano nuovi ruoli per i personaggi!

Published

on

miitopia nuovi ruoli personaggi

Miitopia è arrivato nelle nostre console a Maggio di quest’anno, con non poca attesa alle spalle. Nintendo ha da poco rilasciato un nuovo trailer che mostra i vari “ruoli” presenti nel gioco.

Se per molti il gioco poteva sembrare poco stimolante, questo nuovo trailer rilasciato sul canale YouTube ufficiale della famosa casa di produzione, fuga certamente ogni dubbio.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Nel trailer possiamo vedere come il nostro personaggio può rivestire il ruolo di guerriero, ladro, scienziato o addirittura di un vero e proprio carro armato!

ruoli-miitopia-mario-isabelle-link

Miitopia raccoglie migliaia di fan in tutto il mondo per il suo aspetto e mood divertente. Lo scopo del gioco è quello di sconfiggere il perfido Dark Lord in un’avventura RPG dove amici e familiari possono fare da protagonisti. Il gioco presenta adesso nuove feature per personalizzare al meglio i propri personaggi, sua caratteristica principale.

Sembrerebbe questo il momento perfetto per provare il nuovo Miitopia, e perché no, magari sulle nuove console OLED.

Miitopia: la trama ufficiale del gioco

Il duca del male ha rubato i volti di tutti gli abitanti di Miitopia, incluso il re, e tocca a te recuperarli. Crea una squadra di Mii e riporta l’equilibrio nel regno con il potere dell’amicizia.

Crea dei Mii ispirati alle tue conoscenze della vita reale e trasformali in alleati e nemici! Puoi personalizzare il tuo eroe come preferisci e poi assegnare gli altri ruoli a chi desideri. Dai tuoi compagni di squadra al duca del male in persona, in questa avventura i protagonisti li decidi tu!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

Monopoly x Animal Crossing: arriva l’edizione speciale ispirata a new Horizons

Published

on

Animal Crossing Monopoly

Monopoly è il gioco da tavolo per eccellenza, un grande classico di Hasbro che ha deciso di rifarsi il look per un’edizione speciale in collaborazione con Nintendo. Arriva l’edizione Monopoly x Animal Crossing, che porterà i giocatori “tradizionali” nel mondo digitale creato da Nintendo.

Questa nuova edizione, in particolare, si ispira all’ultima uscita della saga videoludica: Animal Crossing New Horizons, che l’anno scorso ha conquistato migliaia di persone in tutto il mondo. Durante la pandemia giocatori vdi tutto il mondo si sono incontrati virtualmente per festeggiare lauree, feste e persino matrimoni nel mondo virtuale creato da Nintendo.

Non è la prima volta che Hasbro collabora con altre realtà per creare nuove versioni del suo gioco più celebre, ma per molti questa è stata una sorpresa inaspettata.

Il gioco sarà disponibile a partire da settembre 2021, ma qualcuno è già riuscito a metterci le mani. Su Reddit infatti, già girano le prime foto del gioco, scattate dall’utente calysunflower che ha comprato il gioco (evidentemente per errore) a Walmart.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Monopoly x Animal Crossing: la descrizione ufficiale

Questa versione porta la classica modalità di gioco di Monopoly in un mondo nuovo e presenta illustrazioni, personaggi e temi ispirati al videogioco Nintendo Animal Crossing New Horizons. In questa versione di Monopoly, i giocatori visitano isole, raccolgono risorse come insetti, pesci, fossili e frutta, vendono le risorse per guadagnare Stelline, comprano decorazioni e ottengono Miglia di Nook per vincere.

Spostatevi sul tabellone con una delle 4 pedine ispirate ad Animal Crossing New Horizons. In questa versione, oltre al dado numerato, è presente anche un dado Bottega di Nook che stabilisce quale tipo di risorsa può essere venduta. Dopo aver fatto il primo giro intorno al tabellone del Monopoly, i giocatori possono scegliere una carta abilità da utilizzare per il resto della partita.

E voi? Cosa ne pensate di questa nuova versione di Monopoly targata Animal Crossing New Horizons?

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending