Connect with us
the-seven-deadly-sins-grand-cross-attacco-dei-giganti the-seven-deadly-sins-grand-cross-attacco-dei-giganti

Gaming

The Seven Deadly Sins e l’Attacco dei Giganti, insieme in un mobile game

Published

on

Nel mobile game di The Seven Deadly Sins: Grand Cross, faranno la loro comparsa i protagonisti de l’Attacco dei Giganti. Per il momento questo gioco sarà disponibile solo in Giappone e Corea, e non è ancora stato ufficializzato se verrà esportato anche in altri Paesi.

Con questo contenuto i giocatori potranno utilizzare Eren, Levi, Mikasa e i loro attacchi speciali e sarà possibile anche trasformarsi in giganti! Per combattere i giganti sarà quindi possibile usare sia i personaggi di The Seven Deadly Sins o uno dei personaggi di Shingeki no kyojin.

Vi lasciamo con il trailer di questa strana ma speriamo ben riuscita collaborazione!

Daily Nerd è un Magazine di cultura Nerd e Geek. Non si tratta semplicemente di riportare notizie, ma di approfondire e riflettere sulla cultura che ci circonda.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gaming

In arrivo nuovi titoli per Nintendo Switch Online

Published

on

Nintendo-switch-Online-Luglio

Dal 15/07 gli iscritti al Nintendo Switch Online avranno accesso ad altri giochi per Super NES e NES, incluso il classico del 1994 DonkeyKong Country e tanti altri titoli tra cui The Immortal e Natsume Championship Wrestling, che si aggiungono ai grandi classici già presenti in catalogo.

Per accedere ai contenuti è necessario avere un abbonamento valido a Nintendo Switch Online (ci sono varie soluzioni mensili, trimestrali e annuali). La sottoscrizione dà la possibilità di godere di contenuti extra come tanti giochi online, titoli Nes e Super Nes, cloud dei dati di salvataggio, app per smartphone e offerte esclusive.

Donkey Kong Country

Mostra i muscoli con Donkey Kong e Diddy Kong e affronta K. Rool e il suo equipaggio di Kremlings. Gioca da solo, con un amico o in gruppo, in oltre 100 livelli pieni di oggetti da collezionare e livelli bonus nascosti.

Natsume Championship Wrestling

Scegli tra 12 lottatori e preparati alla sfida! Oltre 50 mosse da padroneggiare in uno dei giochi di wrestling più realistici dell’era a 16 bit. Metti alla prova la tua forza contro l’IA o sfida un amico.

The Immortal

Esplora il labirinto dell’eternità e immergiti nelle profondità del sotterraneo per scoprire i misteri delle antiche rovine. Il tuo insegnante Mordamir ti aspetta!

Siete pronti a questo tuffo nel passato?

Continue Reading

Gaming

Qual è stato il primo Easter Egg della storia?

Published

on

easter-egg-adventure

Qual è stato il primo Easter egg della storia? Ecco una domanda curiosa alla quale abbiamo cercato di dare risposta. Partiamo dall’inizio: un Easter Egg nel gergo videoludico-informatico è un contenuto di natura bizzarra che i progettisti o gli sviluppatori nascondono all’interno del gioco o software.

È evidente che l’espressione richiama la caccia alle uova di Pasqua, tradizione di alcuni Paesi anglofoni, e si riferisce appunto alla sfida nel cercare qualcosa che non si vede a prima vista.

Il termine è stato coniato da Steve Wright della Atari, proprio nell’ambito dei videogiochi ed è ormai opinione comune che il primo caso riconosciuto di Easter Egg sia in Adventure, del 1979, dove, dopo aver svolto una procedura ben precisa, appare il nome dell’autore Warren Robinett.

C’è da aggiungere che ci sarebbe un caso addirittura precedente di Easter Egg in una cartuccia per la console Fairchild Channel F dove, inserendo un codice di 48 numeri all’inizio del gioco Spitfire si vede apparire il nome del presunto autore, Michael K. Glass. Però questo Easter Egg è stato scoperto solo tempo dopo l’uscita del gioco, dopo aver analizzato l’interno della cartuccia che portò a scoprire sia il codice nascosto che la porzione di programma che si attivava con esso.

Oggi l’espressione ha assunto un significato più ampio e include qualsiasi elemento nascosto in un prodotto, che può diventare accessibile anche attraverso una serie di passaggi predefiniti.

Ad oggi la caccia agli Easter Egg è diventata prassi comune tra molti fan di videogiochi, film e cartoni animati e non di rado sono gli autori stessi ad inserirli come una sorta di firma, durante la fase di sviluppo.

Quali sono “le sorprese” che vi hanno divertito di più?

Continue Reading

Gaming

Sega annuncia Astro City Mini, la console vintage in formato ridotto

Published

on

Astro-City-Mini-sega

Per i 60 anni di Sega, dopo il Game Gear Micro, ecco arrivare l’annuncio di Astro City Mini a dimostrazione di come il mercato delle console vintage in formato ridotto sia davvero un pozzo senza fondo!

Astro City Mini sarà quindi la versione miniaturizzata del classico cabinato che era diffuso nelle sale giochi in Giappone. Il dispositivo includerà 36 titoli arcade, tra i quali grandi classici come Golden AxeVirtua Fighter Fantasy Zone.

Oltre a poter giocare sul piccolo display integrato, Astro City Mini potrà essere collegato alla TV tramite cavo HDMI e sarà alimentato grazie alla porta micro-USB (il che potrebbe ovviare i problemi causati dalle ridotte dimensioni dello schermo). Ci saranno in aggiunta altre porte USB per l’uso di controller e arcade stick aggiuntivi.

La console sarà venduto al prezzo di 12.800 yen (circa 106€) e la sua uscita è prevista per dicembre, ma per il momento solo in Giappone, e non è stato ancora confermato se arriverà anche in Occidente.

Un must per tutti gli appassionati un po’ nostalgici.

Continue Reading

Trending