Connect with us
dante-amor mi mosse dante-amor mi mosse

Fumetti e Cartoni

“Dante Alighieri, Amor mi mosse”: la recensione del fumetto di Kleiner Flug

Published

on

Nel 2015, in occasione dell’anniversario dei 750 anni dalla nascita di Dante, Kleiner Flug aveva pubblicato una biografia a fumetti intitolata “Dante Alighieri“: scritta da Alessio D’Uva e Filippo Rossi e illustrata da Astrid Lucchesi, ci faceva conoscere il Sommo Poeta attraverso lo sguardo del suo grande amore, di colei che lo ha condotto nel suo viaggio ultraterreno: Beatrice. Gli autori volevano infatti parlare del rapporto tra il poeta e la sua musa, di quell’amore che “move il sole e le altre stelle“.

Non per nulla nel 2018, quando è stato il momento di riproporre questo piccolo bestseller riveduto e corretto, la casa editrice l’ha intitolato Dante Alighieri, Amor mi mosse. Sono passati 3 anni e in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante la casa editrice ha ripubblicato un’edizione cartonata deluxe e definitiva dell’opera: ben 72 pagine e ricca di materiale inedito.

E noi non ci siamo lasciati scappare l’occasione di leggere questo fumetto, ma veniamo finalmente ai fatti, buona lettura!

Trama

La storia comincia tra le vie di Firenze, dove Dante e Beatrice si incontrano per la prima volta, e iniziano un discreto e a tratti sensuale gioco di sguardi, si spiano senza mai davvero entrare in contatto, il loro è un sentimento idealizzato, del quale Dante riuscirà a parlare solo dopo la prematura scomparsa di lei.

In quel momento il piano narrativo della storia si sposta e le vicende sono stralci di quelle narrate nella Divina Commedia, con una Beatrice non più di carne ma puro spirito che chiede aiuto a Virgilio per guidare Dante fuori dalla Selva oscura, metafora delle difficoltà della vita.

La narrazione

L’amore eterno e puro di Dante per Beatrice rappresenta il filo conduttore della storia e la donna diviene musa e salvatrice del Sommo Poeta. Di come Dante vedeva Beatrice sappiamo molto, del suo parer “tanto gentile e tanto onesta”, della sua bellezza idealizzata nei versi del Dolce Stil Novo. Ma in questo fumetto abbiamo modo di scoprire come sarebbe stato Dante raccontato da Beatrice.

Amor mi mosse in questo senso ci racconta una storia che conosciamo, ma da un nuovo punto di vista. Vediamo una Beatrice prima incerta e poi lusingata dagli sguardi di Dante, ma anche una donna che si sente tradita quando gli occhi del ragazzo si posano su altre donne.

In questa nuova edizione c’è anche una versione in prosa a fumetti degli ultimi tre canti del Purgatorio, riproposti in appendice anche nella loro versione originale.

I disegni

Lo stile grafico, chiaro e immediato, strizza l’occhio anche ai lettori più piccoli, il che è sicuramente un punto di forza per un’opera di divulgazione che vuole farsi conoscere da tanti. I disegni facili da “leggere” e i colori sempre ben studiati danno la sensazione di avere tra le mani una pergamena antica, il diario segreto di un amore inconfessato.

Cosa bolle in pentola?

Se pensate che Kleiner Flug non abbia altro in mente vi sbagliate di grosso: Amor mi mosse sarà infatti il primo atto di una tetralogia dedicata a Dante che sarà tradotta in francese e inglese per essere esportata sul mercato canadese e promuovere la cultura italiana nel mondo.

In autunno, infatti, la casa editrice pubblicherà altri tre volumi dedicati ad altrettanti “momenti” fondamentali della vita e nella produzione letteraria del poeta fiorentino: l’amicizia con “Primo de li miei amici”, la politica con “Le famose genti” e l’esilio con “La selva oscura”.

Appuntamenti da non perdere!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Faccio parte di quella strana categoria di persone che, nonostante ci siano mille film da guardare, milioni di manga da leggere e trecento nuovi titoli di videogiochi, si fissa sempre sulle solite cose, per poi passare notti intere a rimettersi in pari con il mondo. Laureata in Lettere e in Editoria e Giornalismo, colleziono libri antichi in modo ossessivo, adoro piante e gatti e pratico judo da anni nella speranza di diventare, se non invincibile, almeno più saggia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Fumetti e Cartoni

Samuel Stern 30: La crepa

Published

on

Samuel Stern 30 - La crepa

Samuel Stern 30 è il nuovo episodio dell’omonima saga. Il volume, edito da Bugs Comics, si presenta in edicola accompagnato dal terzo episodio de “I racconti del Derrylang”.

Samuel Stern 30: la trama

La storia inizia con l’avvocato Julie Sampson che presenta ad alcuni colleghi una causa riguardante un uomo che ha sparato alla moglie all’uscita di una chiesa. La Sampson ormai ha la causa in pugno, e sta per avere la meglio sulla difesa quando un improvviso male si impossessa di lei facendole dimenticare chi sia e cosa ci faccia lì.

Samuel, nel frattempo, assiste all’omelia di Padre Duncan O’Connor, che si rivela essere stato presente durante la sparatoria. Durante la deposizione la Sampson ha un altro mancamento: è posseduta!

E cosa potrebbe succedere se Samuel non avesse alcun potere sul demone che controlla un essere umano? Se provasse a cacciarlo ma non fosse possibile? La resa è una strada da percorrere?

Narrazione e disegni

Il trio Fumasoli, Savegnago e Colandrea riesce a creare questo stupendo albo con un connubio inteso fra disegni e testi.

La trama appassiona il lettore fin dalle prime tavole che risultano intriganti e molto esplicative soprattutto per quanto riguarda la drammaticità di alcune azioni ed espressioni.

La narrazione fila liscia trasportando il lettore in una sorta di vortice di avvenimenti che catturano l’attenzione e coinvolgono tramite vignette e sequenze avvincenti.

Conclusioni

Samuel Stern 30 è un albo che mantiene alto lo standard sia narrativo che grafico di questa serie che sta sempre di più prendendo piede.

Lascia anche spunti di riflessioni successivi alla lettura del capitolo, creando curiosità per quelle che sono le varie backstory dei personaggi. Samuel Stern si sta affermando sempre di più e, in particolare, episodi come La crepa, risultano calzare appieno lo stile di questo fumetto,

Continue Reading

Fumetti e Cartoni

Dylan Dog 428: Dove i sogni vanno a morire

Published

on

dylan dog

Eccoci presenti con l’appuntamento mensile che riguarda Dylan Dog 428: “Dove i sogni vanno a morire“. Edito da casa Sergio Bonelli Editore, il volume del quale vi andrò a parlare è il numero di maggio della serie normale dell’omonimo personaggio.

Dylan Dog 428: la trama

Dylan Dog si ritrova su una piattaforma nel Pacifico, costruita attorno ai resti di un’astronave precipitata, in seguito a una misteriosa missione.

La nave è tornata sulla Terra sotto forma di un poliedro impossibile che emette un segnale puntato proprio verso il numero 7 di Craven Road, a Londra.

Narrazione e disegni

Al soggetto e sceneggiatura troviamo Bruno Enna, penna consolidata e di esperienza, capace di destreggiarsi in diverse situazioni. Ne vediamo gli effetti in quest’albo che riesce ad ottenere un ritmo coinvolgente e una narrazione tutt’altro che banale.

Luca Genovese è una nuova leva fra i disegnatori di Dylan Dog, tuttavia il suo stile lo caratterizza rendendo il fumetto inconfondibile ed enormemente espressivo. Un tocco che ben si adatta a quest’episodio e mette in risalto le abilità del fumettista stesso.

Conclusioni

Dylan Dog 428 è un albo che lascia un ottimo sapore in bocca. Il mistero la fa da padrone facendo percepire anche un corollario di emozioni in grado di trasportarti in questa storia.

Sicuramente non ha niente a che invidiare con i suoi “fratelli” precedenti e mi fa piacere vedere che, nonostante rarissime eccezioni, la serie Dylan Dog riesca a mantenersi su standard comunque alti.

Aggiornandosi ma facendo fede al protagonista, Dylan Dog riesce a “stregare” ed appassionare ancora molti lettori.

Continue Reading

Fumetti e Cartoni

Kalya, la nuova serie fantasy di Bugs Comics in arrivo a novembre

Published

on

kalya-bugs comics

BUGS Comics presenta la sua nuova serie fantasy a fumetti: Kalya, in uscita, in edicola, a novembre 2022. Il personaggio è stato creato da Luca Lamberti e Leonardo Cantone e questa sarà la seconda serie a fumetti in edicola. Scopriamo di cosa parla.

Trama Kalya

Quando i Fondamenti caddero dal cielo, i loro cadaveri plasmarono il mondo di Theia donando potere alle loro tombe. Secoli dopo tali eventi, è tornato alla luce l’Alkest, l’antico manufatto del Fondamento mai caduto.

La giovane Kalya, insieme al suo compagno goblin Tagh, vive alla giornata, tra furti, scommesse e lavori disonesti finché Dakan, il misterioso essere appartenente alla potente specie dei gjaldest, non le darà l’incarico di recuperare il misterioso Alkest.

Ma il gjaldest non è l’unico a volere il manufatto. Tra improbabili alleanze e pericoli sconosciuti, Kalya dovrà affrontare un viaggio tra diversi regni, città sotterranee abbandonate e luoghi inospitali, che porterà alla luce uno dei più oscuri segreti di Theia.

BUGS Comics è una casa editrice specializzata in fumetti, attiva nel settore dal 2015. Dopo anni di lavoro in fumetteria e libreria, esce in edicola con il suo primo personaggio seriale, mensile, nel 2019: Samuel Stern. Da BUGS, anche una scuola di fumetto: BUGS Academy.

Continue Reading
Advertisement

Trending