Connect with us
dr stone consigli uniporco alessandro dr stone consigli uniporco alessandro

Anime e Manga

Dr. Stone, la scienza protagonista

Published

on

L’opera che vi consigliamo oggi s’intitola Dr. Stone, prima manga creato a quattro mani da Riichirō Inagaki (scrittura) e Boichi (disegni) e poi anime prodotto da TMS Entertainment. L’opera cartacea è stata pubblicata per la prima volta nel 2017 sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump – ancora in corso – e qui in Italia da Star Comics, l’anime invece si può trovare anche sottotitolato sulla piattaforma online Crunchyroll, per un totale al momento di 24 episodi.

Un mondo di pietra

L’incipit di Dr. Stone colpisce il lettore (o spettatore) dritto in faccia, tanto che ci si trova quasi attoniti di fronte allo svolgersi degli eventi, troppo rapidi e gargantueschi. Per i primi minuti seguiamo l’energico liceale giapponese Taiju Oki, da sempre innamorato della sua compagna di scuola Yuzuriha Ogawa, che ha finalmente deciso di rivelarle i suoi sentimenti. Prima che possa fare ciò, però, un evento misterioso trasforma tutti gli esseri umani in statue di pietra.

Passato lo shock del colpo di scena l’attenzione viene riportata su Taiju che, altrettanto misteriosamente risvegliatosi dal lapideo sonno, si ritrova in una zona che non conosce: foreste, antiche rovine e verdeggianti pianure a perdita d’occhio. Ancora pieno di domande, Taiju decide di andare a cercare qualcuno che possa sapere dove egli sia. Fortuna vuole che trovi Senku, un suo amico di liceo e geniale scienziato anche lui risvegliatosi dalla pietrificazione, che gli svela come loro si trovino ancora in Giappone e non si siano mossi, ma siano trascorsi 3.700 anni dal cataclisma.

Preso atto del passaggio dei millenni, Taiju e Senku decidono di voler salvare l’umanità, scoprire cosa abbia causato la tramutazione in pietra e ricostruire la civiltà umana grazie alle conoscenze scientifiche.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



L’unica protagonista indiscussa: la scienza

Può sembrare strana la scelta di basare un manga shōnen su un concetto notoriamente ritenuto noioso dalla maggior parte dei ragazzi: la scienza. Ciò soprattutto se pensiamo che uno degli autori dell’opera è Boichi – pseudonimo di Mujik Park – che è arrivato al successo mondiale grazie a Sun Ken Rock, un seinen fortemente incentrato sugli scontri e la lotta.

Pensiero non potrebbe essere più sbagliato.

La protagonista indiscussa di Dr. Stone è la scienza, e vi assicuriamo che non avrete nemmeno il tempo di un secondo per annoiarvi. Nel corso delle avventure di Senku, geniale scienziato e figura centrale dell’opera, è messo di fronte a situazioni particolari e bizzarre che richiedono ogni volta l’utilizzo di questa o quella nozione per creare questo o quel ritrovato scientifico per risolvere questo o quel problema; si va dalla creazione di un “semplice” forno per la fusione dei materiali alla riscoperta della ialurgia, dalla re-invenzione delle maschere a gas al brevetto della squisita “Senku-Cola”. Il tutto con gli strumenti dell’età della pietra.

E se ancora pensate che la scienza non possa essere il fulcro di un manga/anime divertente, simpatico, che intrattiene e – perché no – educa allo stesso tempo, Dr. Stone vi fornirà l’occasione per ricredervi.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Un’opera che istruisce

Il motivo principale che dovrebbe spingere una persona a fruire di Dr. Stone è la sua diversità dal resto delle opere shōnen, questo non solo perché si basa anche sulle nozioni scientifiche. I personaggi sono ben scritti – anche quelli secondari – e sapranno farsi strada nei vostri cuori con la loro simpatia e tenacia, l’incipit è straordinariamente ben pensato, le vicende si svolgono attorno ad una macro-cornice di trama e sono l’occasione per imparare sempre qualcosa di nuovo.

Un’opera che istruisce e diverte allo stesso tempo? Sì, si chiama Dr. Stone.


Se siete interessati ad altre opere shōnen leggete il nostro consiglio dell’Uniporco riguardo a My Hero Academia. Volete anche voi un Uniporco? Lo trovate nello shop online di Nixie Creations!

Giurista appassionato di videogiochi che ama passare delle ore a guardare anime e serie tv, sembra una descrizione strampalata ma quando si aggiunge anche un sano amore per la palestra... il risultato è ancora peggio. Eppure una volta ero capace di vendermi bene.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anime e Manga

The Witcher Nightmare of the Wolf: trailer ufficiale

Published

on

The Witcher Nightmare of the Wolf: trailer ufficiale

The Witcher Nightmare of the Wolf è un film di animazione, prodotto da Netflix, che si propone di allargare ulteriormente il mondo nato dalla penna dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski, raccontandoci la storia di uno degli Strighi più famosi: Vesemir. L’arrivo di Nightmare of the Wolf, esclusivamente sulla piattaforma di streaming della N rossa, è previsto per il prossimo 23 agosto, come confermato dall’ultimo trailer ufficiale pubblicato.

Ecco il video, caricato sul canale YouTube di Netflix Italia:

Affronta i tuoi demoni. The Witcher: Nightmare of the Wolf debutta il 23 agosto 2021 in tutto il mondo su Netflix.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Come dicevamo, il protagonista delle vicende sarà lo Strigo Vesemir, mentore e figura paterna per Geralt di Rivia, protagonista delle vicende narrate nella serie The Witcher. Attualmente Vesemir è il più vecchio Witcher di Kaer Morhen e – probabilmente – il praticante più esperto della Scuola del Lupo. Nightmare of the Wolf narrerà la storia di questo personaggio tornando parecchio indietro nel tempo, chi è familiare con The Witcher sa che Vesemir è un Witcher anziano, mentre nel trailer che avete appena visionato è un giovane dinamico e anche un po’ spavaldo.

Oltre a questo sappiamo che alla produzione tornerà Lauren Schmidt Hissrich, che ha già ricoperto lo stesso ruolo nel corso delle prime due stagioni della serie tv di Netflix. Ad occuparsi del comparto animato del film sarà, invece, lo studio Mir, casa di animazione con sede a Seul già produttrice di serie famose, fra quali: La Leggenda di Korra e Dota Dragon’s Blood.

Dunque appuntamento il 23 agosto.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Anime e Manga

Summer Time Rendering: news sulla serie e nuova visual

Published

on

summer time rendering

Il sito ufficiale dell’anime di Summer Time Rendering, trasposizione dell’apprezzato manga di Yasuki Tanaka, ha annunciato che l’anime arriverà nel 2022 e viene mostrata anche una nuova visual.

Trama

Dopo la morte dei suoi genitori, Shinpei è stato accolto dalla famiglia Kofune e cresciuto come un figlio. Finita la scuola media, il ragazzo si trasferisce a Tokyo, ma non molto tempo dopo, un triste evento lo riporta sull’isola dov’è nato: la morte di Ushio, sua sorella adottiva e migliore amica.

Dopo il funerale, Shinpei scopre che la morte della ragazza potrebbe non essere stata un incidente, ma un omicidio. Un’inquietante leggenda circa l’isola viene a galla.

summer time rendering

Nel messaggio che ha accompagnato l’annuncio dell’anime lo scorso gennaio, Tanaka ha svelato che insieme allo staff dell’anime stavano studiando i diversi luoghi della prefettura di Wakayama, ovviamente per meglio contestualizzare la storia.

Il manga ha debuttato su Shonen Jump+ nell’ottobre del 2017 e il 13° e ultimo volume è stato pubblicato lo scorso 2 aprile in Giappone. In Italia il manga è pubblicato da Star Comics e ricordiamo, inoltre, che è attesa anche una trasposizione live action.

Curiosità

Fra colpi di scena, suspense e atmosfere inquietanti, si snoda la trama di uno dei thriller a fumetti più coinvolgenti degli ultimi anni, una storia che vi farà saltare sulla sedia a ogni pagina e che ha entusiasmato addirittura Kohei Horikoshi, il celebre autore di My Hero Academia!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Anime e Manga

Tokyo 2020: Tomorrow’s Leaves è il corto dedicato alle Olimpiadi

Published

on

Tokyo 2020: Tomorrow’s Leaves è il corto dedicato alle Olimpiadi

In questi giorni si stanno tenendo le Olimpiadi Tokyo 2020, il massimo evento sportivo mondiale sta andando in scena non senza ansie e preoccupazioni, dovute alle problematiche legate alla pandemia e alla sicurezza dei partecipanti. Assieme a questi gravi sentimenti, tuttavia, sono presenti anche quei valori che stanno alla base dei Giochi, quali determinazione, amicizia e rispetto; tutto ciò stato artisticamente riassunto in Tomorrow’s Leaves, un corto prodotto dallo Studio Ponoc proprio in occasione dell’evento sportivo.

Ecco a voi il video, caricato sul canale YouTube ufficiale delle Olimpiadi:

Alla creazione di quello che avete appena visto hanno partecipato il Comitato Internazionale Olimpico, la Fondazione Olimpica per la Cultura e il Patrimonio e lo Studio Ponoc. Quest’ultimo è uno studio di animazione giapponese fondato nel 2015 da due ex lavoratori dello Studio Ghibli (cosa facilmente evincibile dallo stile del corto); proprio uno dei due fondatori di Ponoc, Yoshiaki Nishimura, è stato alla direzione di Tomorrow’s Leaves, assieme a Yoshiyuki Momose (Una Tomba per le Lucciole, La Storia della Principessa Splendente).

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Come dicevamo, il corto si propone di celebrare quel sistema di valori che, dall’alba della civiltà umana, permea i Giochi olimpici. Ad affermare ancora una volta questo è Angelita Teo, Direttore della Fondazione Olimpica per la Cultura e il Patrimonio. Leggiamo le sue parole, in una nostra traduzione:

Volevamo celebrare lo spirito delle Olimpiadi indirizzandoci ad un pubblico totalmente nuovo, soprattutto ai giovani, attraverso un tipo di proiezione artistica completamente differente. Per portare avanti il programma culturale a Tokyo 2020, abbiamo deciso di esplorare l’animazione per esprimere i valori presenti alle Olimpiadi, quali quelli di eccellenza, amicizia e rispetto. Questo corto è un’opera d’arte per ispirare le future generazioni”.

Infine, se volete saperne di più riguardo Tomorrow’s Leaves, qui trovate il link alla pagina ufficiale.

Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending