Connect with us

Film e Serie TV

Il personaggio di Spider-Man: tra fumetti, film e cartoni

Published

on

Molti probabilmente avranno visto i suoi ultimi film e molti altri avranno notato la sua crescente centralità all’interno del ciclo Avengers della Marvel, ed è su di lui che vorrei fare un piccolo focus. Più che su di lui su quello che si è scritto di lui. Di chi sto parlando? Ma di Spider-Man!

Le origini di Spider-Man

Spider-Man ha origine nel 1962, edito sul quindicesimo numero della collana “Amazing fantasy” pubblicata da Marvel Comics. Creato dallo scrittore e sceneggiatore Stan Lee e disegnato da Steve Ditko, è stato uno dei più audaci esponenti di quella che noi oggi definiamo Silver Age

Ben presto ottenne una testata tutta sua con il nome di “The amazing Spider-Man” e salì brevemente in cima alle classifiche di vendita.

A differenza delle grandi storie epiche appartenenti ai supereroi della Golden Age, durante la Silver Age Stan Lee cercò di avvicinare il pubblico post-bellico al fumetto supereroistico dando ai supereroi i loro “superproblemi”.

La Silver Age non inizia con Spider-Man, tuttavia per quanto concerne l’universo Marvel fu un balzo di qualità, tanto che, secondo la IGN Entertainment, viene considerato il terzo supereroe per importanza dietro a Superman e Batman, e seguito da Wolverine.

Trasposizioni di Spider-man

Dal fumetto sono state adoperate diverse trasposizioni per il grande e piccolo schermo. Per le serie animate ricordiamo sicuramente “Spider-Man: the animated serie” che, secondo molti esperti, è il miglior cartone del nostro amico arrampicamuri

Per quanto riguarda le trasposizioni cinematografiche abbiamo la saga di Sam Raimi comprensiva di tre film. Saga, a mio personale avviso, più riuscita. Prodotto il primo nel 2002 riscosse subito un gran successo tanto che si pensò subito alla programmazione di un secondo e successivamente di un terzo film. Ricordando l’emozionante locandina con Tobey Maguire, nei panni dell’uomo ragno, appeso a testa in giù mentre bacia Kirsten Dunst, alias Mary Jane Watson.

Successivamente nel 2012 fu prodotto “The amazing Spider-Man” con Andrew Garfield nel ruolo di Peter Parker, dando una visione più giovane del protagonista. Ricordiamo nei panni di Gwen Stacy la bravissima Emma Stone che, con il già sopraccitato Andrew Garfield, hanno fatto un ottimo lavoro. Ma “The amazing Spider-Man” non fu l’unico della saga, infatti nel 2014 fu prodotto il sequel in cui Peter Parker si trova a misurarsi contro Electro. Interpretato magistralmente da Jamie Fox.

Risale invece al 2017 il primo “Spider-Man: homecoming” seguito nel 2019 da “Spider-Man: far from home” in cui a vestire il ruolo di Peter Parker è il bravissimo Tom Holland (doppiato in italiano da Alex Polidori). Sebbene nel primo la figura di Peter Parker non faccia trasparire molto del piccolo ragno di quartiere, ma sia incentrata sul ciclo Avangers (cui prenderà parte guidato da Iron-man), nel sequel Spiderman si troverà a combattere contro Mysterio interpretato da, niente di meno che Jake Gyllenhaal; in una storia che, a suon di colpi di scena, tiene incollati allo schermo.

spider-man

Ultimo, ma non per importanza, anzi, abbiamo “Spider-Man: un nuovo universo”. Film d’animazione prodotto dalla Sony nel 2018, in cui torniamo a sentire il classico odore dei muri newyorkesi, anzi precisamente di Brooklyn. Il protagonista è un ragazzo afro- americano di nome Miles Morales che viene a contatto con un Peter Parker piuttosto adulto da un altro universo. I vari mondi collidono portando nell’universo del nostro piccolo Miles diversi Spider-Man e sarà proprio lui a dover sistemare le cose. Oltre a combattere fra universi quantici, Miles, deve affrontare la propria famiglia, il razzismo, il bullismo che subisce a scuola, e convivere con alcune consapevolezze e pesi fra cui l’essere Spider-man.

L’uomo ragno-identità segreta

Il volume in questione ritrovato dopo svariati anni s’intitola proprio così “L’uomo ragno identità segreta” una ristampa italiana all’interno di una serie in cui riporta alcuni capitoli di Spider-Man scritti da Brian M. Bendis. Brian Bendis, a mia conoscenza, è uno fra i più importanti e rilevanti esponenti di Spider-Man. Ne sono un esempio i suoi racconti che descrivono il noto Peter Parker così bene e così intensamente da far commuovere, arrabbiare e gioire tutto il pubblico. Non è un caso infatti che anche le trasposizioni più simili a questa visione di Peter (e non solo, direi degli Spider-Man tutti) abbiano avuto il maggior successo su vari tipi di pubblico.

Le chiavi vincenti che sono insite nell’indole del fumetto di Spider-Man sono proprio le grandi sfide della vita di tutti i giorni: lavoro, studi, relazioni, amicizie… Spider-Man risulta quasi essere contro il nostro simpatico protagonista, piuttosto che una fonte di potere. Un grosso fardello da contenere e controllare per non soccombere alla solitudine e al disfacimento della propria personalità. 

Celebre è la frase “da un grande potere derivano grandi responsabilità” ed è proprio di questo che parla Spider-Man: ogni persona ha scelte che comportano pro e contro. Ogni scelta è difficile nella vita: è sofferenza, ed ogni singolo attimo potrebbe essere l’ultimo.

Una vita imprevedibile e difficile con un potere la cui convivenza non è solo rose e fiori, questo è realmente Peter. Che faccia l’università, che faccia le superiori o a qualsiasi età, Peter è questo: un normale ragazzo, anche un po’ impacciato, che prova a sgomitare in una società che soffoca i buoni, che soffoca la giustizia, che soffoca la ragione. Un normale ragazzo che vuole dire: esisto.

Altri ragni

Nei vari universi Marvel ed in particolar modo di Spider-Man, Peter Parker non è l’unico detentore dei poteri del ragno geneticamente modificato, ma ci sono diversi personaggi che lo impersonano. Per chi non fosse avvezzo al fumettismo sfrenato di Spider-Man, un’ottima infarinatura la dà sicuramente il film d’animazione di cui poco fa ho parlato; “Spider-Man: Un nuovo universo”.

Precisamente parliamo di Ragnoverso (Spider-Verso) ed è una serie di fumetti che ha l’uomo ragno come protagonista scritto da Dan Slott e Christos Gage, disegnato da Oliver Coipel e Giuseppe Camucoli ed edito dalla Marvel Comics alla fine del 2014. Ed è proprio in questo frangente che conosciamo nuovi Spider-Man di nuove realtà fra cui Miguel O’Hara e Gerald Drew, o appunto, Miles Morales scritto da, niente meno che, Brian Bendis e disegnato dalla nostra stella del fumetto Sara Pichelli.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Film e Serie TV

Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey, in arrivo la serie Apple con Samuel L. Jackson

Published

on

Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey

Apple TV+ ha svelato le prime immagini di “Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey”, la serie limitata prodotta e interpretata dal candidato all’Oscar® Samuel L. Jackson e basata sull’acclamato romanzo dell’autore di best-seller Walter Mosley, che ha curato l’adattamento per lo schermo ed è anche produttore esecutivo.

L’avvincente serie di sei episodi su famiglia, memoria ed eredità uscirà in tutto il mondo venerdì 11 marzo su Apple TV+ con i primi due episodi, seguiti da un nuovo episodio settimanale, ogni venerdì.

Trama: Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey

Ideato da Apple Studios, “Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey” vede Samuel L. Jackson nei panni di Tolomeo Grey, un uomo malato dimenticato dalla sua famiglia, dai suoi amici e persino da se stesso.

Improvvisamente lasciato senza il suo fidato custode e sull’orlo di sprofondare ancora di più in una demenza solitaria, Tolomeo viene assegnato alle cure dell’adolescente orfana Robyn, interpretata dalla candidata al BAFTA Dominique Fishback (“Judas and the Black Messiah”).

Quando vengono a conoscenza di un trattamento in grado di ripristinare i ricordi confusi dalla demenza di Tolomeo, inizia un viaggio verso verità scioccanti sul passato, presente e futuro.

Cast

Oltre a Samuel L. Jackson e Dominique Fishback, nel cast della serie Apple Original troviamo anche Cynthia Kaye McWilliams (“Coyote”, “Real Husbands of Hollywood”), Damon Gupton (“Black Lightning”, “Bates Motel”), Marsha Stephanie Blake (“Sono la tua donna – I Am Your Woman”, “When They See Us”), Walton Goggins (“Justified,” “The Unicorn”) e Omar Miller (“The Unicorn,” “Ballers”).

Produzione

Insieme a Mosley e Jackson, “Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey” è prodotto da Diane Houslin, partner di produzione di Mosley, da Ramin Bahrani, Eli Selden e David Levine per Anonymous Content e LaTanya Richardson.

Continue Reading

Film e Serie TV

Suspicion, trailer e news sulla serie thriller di Apple con Uma Thurman

Published

on

suspicion

Apple TV+ ha svelato il trailer della serie thriller “Suspicion”, che farà il suo debutto mondiale il prossimo 4 febbraio. La prima stagione al cardiopalma, composta da otto episodi e con protagonista l’attrice nominata agli Oscar Uma Thurman (“Kill Bill”, “Pulp Fiction”), verrà lanciata con i primi due episodi, seguiti da un nuovo episodio settimanale, ogni venerdì.

Trama Suspicion

Quando il figlio di un’importante donna d’affari americana (Uma Thurman) viene rapito da un hotel di New York, i sospetti cadono subito su quattro cittadini britannici, apparentemente normali, che si trovavano nello stesso hotel la notte del sequestro.

Improvvisamente al centro di una corsa transatlantica per sfuggire alle forze combinate dell’Agenzia nazionale anticrimine e dell’FBI, ai quattro diventa evidente che per dimostrare la propria innocenza, non ci si possa fidare di tutti. Chi c’è veramente dietro il misterioso rapimento e chi è soltanto colpevole di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato?

Cast

Oltre a Uma Thurman, il cast di “Suspicion” comprende Kunal Nayyar (“The Big Bang Theory”), Noah Emmerich (“The Americans”), Georgina Campbell (“Black Mirror”), Elizabeth Henstridge (“Agents of SHIELD”), Tom Rhys-Harries (“White Lines”), Elyes Gabel (“Scorpion”) e Angel Coulby (“Dancing on the Edge”).

Con il candidato al BAFTA Award Rob Williams (“L’uomo nell’alto castello”) in qualità di showrunner e produttore esecutivo, “Suspicion” è basata sulla pluripremiata serie israeliana “False Flag” ed è prodotta fuori dal Regno Unito da Keshet Productions, il braccio di produzione britannico di Keshet International.

Oltre a Rob Williams, sono produttori esecutivi il candidato all’Emmy Award Chris Long (“The Americans”), che troviamo anche alla regia, Howard Burch per Keshet Productions, Avi Nir per Keshet Media Group e Anna Winger. La serie è prodotta da Darin McLeod (“Watchmen”).

Vi lasciamo qui di seguito il nuovo trailer, rilasciato da poco, della serie thriller di Apple Tv Suspicion!

Continue Reading

Film e Serie TV

Spiderman: No Way Home, quando uscirà sulle principali piattaforme streaming

Published

on

Spider-Man No Way Home: nuovo trailer italiano e data di uscita confermata

Il terzo capitolo del regista Jon Watts sul supereroe Spiderman ha fatto letteralmente impazzire tutti i fan della Marvel. Il titolo è Spiderman: No Way Home ed è uscito in tutte le sale cinematografiche italiane il 15 dicembre ed è stato un vero e proprio successo. La pellicola riprende da dove Far From Home si era interrotto. 

Spidey, interpretato da Tom Holland, ha visto la sua identità segreta svelata al mondo intero. Questo ovviamente ha scatenato la reazione di tutta la popolazione mondiale, divisa tra chi lo ama e chi invece vuole vederlo in carcere. Come se non bastasse, è ricercato per l’omicidio di Mysterio. Peter Parker, disperato per quanto sta accadendo, cerca di sistemare la situazione, per questo motivo si rivolge al maestro delle arti mistiche, Doctor Strange, per far dimenticare al mondo il suo incredibile segreto.

Fin qui nulla di male, peccato però che il personaggio interpretato da Tom Holland commette l’errore di distrarre Strange durante l’incantesimo, scatenando il caos più totale. Si creano delle spaccature spazio-temporali che fanno collassare il multiverso su se stesso. Ovviamente non è l’unico problema, perché arriveranno dagli altri universi i vecchi cattivi dell’Uomo Ragno, ovvero Green Goblin, Doctor Octopus, Electro e tanti altri. La domanda che sorge spontanea è: riuscirà a salvare ancora una volta il pianeta? La sua identità sarà al sicuro? Per scoprirlo, ovviamente, bisognerà guardare il film!

No Way Home uscirà in streaming?

Come detto anche già in precedenza, il film è uscito nelle sale il 15 dicembre, sono in molte le persone ad aver visto il film della Marvel e sono in tanti a volerlo rivedere. Per questo motivo una delle domande più gettonate online, insieme alla ricerca “rimborso delle perdite nei casino online”, è la seguente: uscirà mai in streaming?

Domanda legittima, visto l’importanza e lo strapotere delle piattaforme online. La risposta è sì! C’è una data per cui possiamo assistere alle imprese dell’Uomo Ragno in streaming. A rivelare lo scoop è il sito Fandango, che conferma come il film sarà disponibile negli store digitali al prezzo di 19.99 dollari. La data è il 28 febbraio e sarà disponibile sulle seguenti piattaforme:

  • Amazon Prime Video
  • Apple TV
  • Google Play
  • Vudu

Ma Netflix? Com’è possibile non venga citata la grande azienda? State tranquilli, perché in seguito all’uscita sulle appena citate piattaforme, sarà possibile apprezzare l’ultima avventura di Peter Parker anche in streaming gratuito. Infatti non dobbiamo dimenticare che esiste un accordo proprio tra la Sony, distributrice del film, e Netflix, colossal dello streaming. Sopra alla loro app, infatti, troveremo gratuitamente l’ultimo capitolo del film. L’importante è avere un qualsiasi abbonamento per poter gustare in serenità e comodità le avventure di Spiderman. Non a caso già i precedenti film sono di questa nuova trilogia sono presenti all’interno del catalogo. Ma quando accadrà questo? Beh, probabilmente l’ultima settimana di marzo 2022. Per quanto riguarda la piattaforma Disney+, non ci sono ancora indiscrezioni su una possibile uscita.

Continue Reading
Advertisement

Trending