Connect with us
playstation 5 sony playstation 5 sony

Gaming

PlayStation 5: alcuni chiarimenti su DualSense e Audio 3D

Published

on

Con l’imminente arrivo di PlayStation 5 anche qui in Europa – già uscita in altre parti del mondo – i gamer del Vecchio Continente sono sempre più bramosi di notizie in merito alla nuova console di casa Sony. Per permettere agli appassionati di arrivare preparati all’appuntamento del 19 novembre, PlayStation.Blog ha stilato una lista delle domande più frequenti fatte riguardo PlayStation 5. In un nostro precedente articolo avevamo riportato le FAQ a nostro parere più interessanti sulla console Sony in sé. Oggi, invece, vi proponiamo una scelta di domande che riguardano il controller DualSense e l’Audio 3D di PlayStation 5, per fare ancor più chiarezza. Ecco a voi:

Playstation 5: DualSense

Quali sono le differenze tra il controller wireless DualSense e il controller wireless DUALSHOCK 4? 

Il controller wireless DualSense migliora il coinvolgimento dei giocatori nel gioco. Ciò è possibile grazie a diverse funzionalità immersive di nuova generazione, tra cui la tecnologia di feedback aptico e i grilletti adattivi.

Sia il feedback aptico che i grilletti adattivi sono progettati per riprodurre potenti sensazioni tattili che aumentano il coinvolgimento del giocatore e migliorano l’interattività di gioco.

Come funziona la tecnologia di feedback aptico del controller wireless DualSense?

Il feedback aptico di ultima generazione sostituisce le tradizionali funzioni di vibrazione con due attuatori, offrendo una suite più immersiva di potenti sensazioni fisiche. Siamo certi che gli sviluppatori di giochi troveranno molti modi interessanti e utili per sfruttare le esclusive funzionalità aptiche del controller wireless DualSense, dall’immersione più profonda dei giocatori alla comunicazione di vari stati di gioco e molto altro ancora.

Come funzionano i grilletti adattivi?

I nuovi grilletti adattivi, incorporati nei tasti L2 e R2, creano un potente effetto grilletto in tempo reale che simula le tue azioni di gioco. Ad esempio, tirando la corda di un arco nel gioco, il giocatore riesce a percepire la resistenza della corda in tensione. Oppure, premendo il pedale del freno in un gioco di guida, il giocatore può la resistenza dello sterzo in una curva stretta.

Gli sviluppatori possono programmare in modo indipendente la resistenza di ciascun grilletto, quindi ci aspettiamo di vedere tante applicazioni creative dopo il lancio della console PS5!

I giocatori potranno ridurre o disabilitare l’effetto grilletto, se lo desiderano. Se un gioco non utilizza questa funzione, i tasti L2 e R2 si comportano in modo simile ai tasti del controller wireless DUALSHOCK 4.

Il touch pad del controller wireless DualSense offre nuove funzionalità?

Il touch pad è leggermente più grande e più accessibile ai giocatori. Inoltre, è dotato di una barra luminosa che può essere usata per mostrare lo stato del controller e cambia colore per comunicare lo stato dell’azione di gioco, analogamente al controller wireless DUALSHOCK 4.

Il controller wireless DualSense dispone di un tasto “SHARE”?

Sì, il tasto Crea è progettato per sfruttare il successo del nostro tasto SHARE, il primo del settore. Con il tasto Crea, ancora una volta offriamo ai giocatori la possibilità di creare avvincenti contenuti basati sull’azione di gioco da condividere col mondo intero, o semplicemente da rivedere in seguito.

Il controller DualSense supporta opzioni di accessibilità?

Sì, i giocatori di PlayStation 5 potranno ridurre o disabilitare l’intensità del feedback aptico e dei grilletti adattivi. I giocatori possono anche riconfigurare i tasti sul controller. Inoltre, il microfono integrato del controller wireless DualSense supporta funzioni di dettatura vocale, permettendo ai giocatori di cercare contenuti tramite comando vocale più facilmente.

Quale è l’autonomia del controller wireless DualSense con una carica completa? Quanto tempo impiega a ricaricarsi?

Nella maggior parte dei casi, la durata della batteria dovrebbe essere simile a quella del controller wireless DUALSHOCK 4. Quando il controller è collegato alla console PS5 o alla base di ricarica DualSense, la ricarica richiede circa tre ore.

Il controller wireless DualSense sarà disponibile in nero (o in altri colori)?

In futuro saranno disponibili altri colori. Tuttavia, al momento non ci sono annunci in merito.

Posso usare il controller wireless DualSense con il PC?

La riproduzione remota su PC supporta il controller wireless DualSense tramite una connessione con cavo USB.

Playstation 5: Audio 3D

Che cos’è Tempest 3D AudioTech?

Tempest 3D AudioTech è il motore personalizzato di PlayStation 5 per l’audio 3D. Garantisce prestazioni audio di alta qualità e offre un senso di coinvolgimento molto più profondo nel gioco, grazie all’esecuzione personalizzata dell’audio 3D con cuffie compatibili con PS5.

In che modo l’audio 3D di PlayStation 5 migliora l’azione di gioco?

I giochi potranno sfruttare le funzionalità avanzate dell’audio 3D di PS5 in diversi modi, in base agli obiettivi del team di sviluppo. Tra le altre funzioni audio avanzate, l’audio 3D di PS5 supporta un posizionamento audio estremamente preciso.

Ad esempio, permette di sentire una freccia che sfiora la testa del giocatore o di sentire il rumore di passi in un’altra stanza per rilevare la posizione del nemico.

Tutti i giochi per PlayStation 5 sfrutteranno l’audio 3D?

Sì. Anche l’audio basato su canali standard risulterà più avvolgente grazie a Tempest 3D AudioTech di PS5. Gli effetti audio 3D specifici possono variare in base al gioco e l’ottimizzazione da parte dello sviluppatore offrirà l’esperienza migliore.

Più in generale, le funzionalità di elaborazione audio della console PlayStation 5 sono notevolmente più avanzate rispetto a quelle di PS4, quindi gli sviluppatori di giochi per PS5 avranno a disposizione nuovi e potenti strumenti per creare audio di gioco di qualità.

L’audio 3D funziona con gli altoparlanti della TV?

L’audio surround virtuale dell’altoparlante della TV non sarà disponibile il giorno del lancio per la console PlayStation 5, ma è in programma per un aggiornamento futuro.


Per la lista completa delle domande e delle risposte, potete visitare il sito PlayStation.Blog. Voi cosa ne pensate dell’Audio 3D e del controller DualSense di PlayStation 5? Rivoluzioneranno davvero l’esperienza di gioco?

Giurista appassionato di videogiochi che ama passare delle ore a guardare anime e serie tv, sembra una descrizione strampalata ma quando si aggiunge anche un sano amore per la palestra... il risultato è ancora peggio. Eppure una volta ero capace di vendermi bene.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gaming

Ma i Remake di Pokémon Diamante e Perla? Se ne parla ancora

Published

on

Pokémon_Diamante-Perla

I remake di Pokémon Diamante e Perla sono due titoli molto attesi e discussi, la serie Pokémon ha raramente visto un hype simile crearsi attorno a videogiochi che non sono una novità, bensì un rifacimento di avventure già vissute. Chi legge non deve fraintendere: Diamante e Perla sono stati una coppia di videogame di pregevole fattura, tanto che la quarta generazione è ricordata come una delle migliori. Ma l’attesa per questi remake è talmente lunga che viene da chiedersi: se ne parla ancora? Sì, è ci sono alcuni rumors interessanti che girano.

Anche qui non vogliamo esser fraintesi: tutto quello che leggerete non è ufficiale. I post che vedrete contengono semplicemente dei leaks, ma rincuora sapere che i fan non hanno perso la speranza e la voglia di ripercorrere le strade di Sinnoh. Ecco i tweet di Centro Pokémon LEAKS e Centro Pokémon:

Ora possiamo confermare che Pokémon Diamante e Pokémon Perla arriveranno su Nintendo Switch.

Il dominio diamondpearl.pokemon.com è stato attivato.

Il primo rumor dà una sensazione di sicurezza e la frase al suo interno non lascia spazio a dubbi: i remake arriveranno e si potranno giocare su Nintendo Switch. Non si sa quando – si parla di febbraio, ma ovviamente si parlerebbe solo di un annuncio per quel periodo -, nulla di ufficiale ancora come abbiamo detto.

Il secondo cinguettio, invece, fa riferimento ad un dominio online dedicato a Pokémon Diamante e Perla; per esperienza sappiamo che quando viene aperto un dominio internet per un videogioco a breve seguono delle news dedicate. Non funziona sempre così, ma spesso si.

Se questi rumors dovessero confermarsi come veritieri o meno solo il tempo ce lo dirà. Ci chiediamo però quanto Game Freak possa ancora ignorare questa voglia dilagante di Quarta Generazione, vox populi vox dei come si dice.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

Cyberpunk 2077: il co-fondatore di CD Projekt Red si scusa

Published

on

Che Cyberpunk 2077 sia al centro di una tempesta è cosa nota, da tempo giungono notizie di problemi, denunce e soprattutto di una fan base molto scontenta. A prendere in pieno quest’onda anomala sono, ovviamente, gli sviluppatori polacchi di CD Projekt Red. Il rilascio dell’attesissimo titolo ha reso chiaro come questo non fosse pronto per essere giocato su alcuni tipi di piattaforme – in particolare le versioni base di PlayStation 4 e Xbox One -, risultando un’esperienza di gioco pessima.

CD Projekt Red, nella persona di Marcin Iwiński, ha espresso il proprio dispiacere scusandosi per la situazione. Il video che trovate di seguito è stato caricato sul canale YouTube di Cyberpunk 2077:

Qualche considerazione:

Non è semplice proporre delle considerazioni riguardo al video che abbiamo appena visto. Da una parte, in questo tipo di situazioni, le scuse sono sempre un atto dovuto e fatto con lo scopo di migliorare la propria immagine; d’altra parte il mea culpa è da vedersi come un bel gesto, che in qualche modo ravvicina gli sviluppatori “colpevoli” e i fan delusi.

Parliamo di sviluppatori colpevoli perché, nel video, Iwiński dice che chi ha deciso di lanciare il gioco così com’era non voleva che accadesse nulla di tutto ciò che è successo. Non fatichiamo a crederlo, ma non è una scusa: chi ha preso la decisione sapeva perfettamente qual era la situazione di Cyberpunk 2077 – problemi compresi -, non si lancia un gioco per caso e senza cognizione di causa. Sicuramente nessuno avrebbe potuto prevedere tutto il marasma che si è creato, ma quando si pubblica un prodotto bisogna che questo corrisponda a quanto promesso. Non dimentichiamo mai che i videogiocatori pagano il gioco con denaro sonante, a prezzo pieno. E non entriamo nemmeno nel merito della serietà e professionalità (molto più importanti del becero denaro sopra menzionato), che vengono quantomeno messe in discussione quando si vedono comportamenti di questo tipo.

Il fondatore di CD Projekt Red promette aggiornamenti e miglioramenti il prima possibile: nei prossimi 10 giorni arriverà un primo aggiornamento e nelle prossime settimane un secondo, più consistente. Speriamo che servano a migliorare l’esperienza di gioco per tanti gamers.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

Hogwarts Legacy rimandato al 2022, è ufficiale

Published

on

Hogwarts Legacy rimandato al 2022, è ufficiale

La stagione delle posticipazioni e dei rimandi sembra non finire, il 2021 parte male da questo punto di vista. In particolare oggi vi portiamo una notizia relativa ad Hogwarts Legacy, l’ultimo titolo dedicato alla fortunata saga di Harry Potter è stato ufficialmente rimandato al 2022.

Dal profilo Twitter di Hogwarts Legacy leggiamo un post che conferma il tutto:

Vorremmo ringraziare tutti i fan nel mondo per la meravigliosa reazione all’annuncio di Hogwarts Legacy, dell’etichetta Portkey Games. Creare la miglior esperienza possibile per tutti i fan del Mondo Magico e dei videogiochi è per noi fondamentale, perciò stiamo dando al gioco il tempo che necessita.

Hogwarts Legacy arriverà nel 2022.

Dunque pochi dubbi: Hogwarts Legacy sarà rilasciato l’anno prossimo, gli sviluppatori non vogliono affrettare i tempi. È una scelta condivisibile, soprattutto alla luce dei problemi che la fretta – assieme ad altri fattori – ha creato a Cyberpunk 2077, e a CD Projekt Red. I due titoli non hanno nulla in comune ovviamente, ma questa decisione può essere stata condizionata dai brutti effetti che stanno subendo gli sviluppatori polacchi, la paura di finire in un polverone mediatico sicuramente fa la sua parte.

Sia come sia, la decisione è presa e toccherà aspettare ancora un altro anno per immergerci nel magico mondo dell’Inghilterra di fine 1800. Hogwarts Legacy è sviluppato da Avalanche Software e distribuito da Porteky Games, verrà pubblicato per PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S e PC. Nel gioco il protagonista vestirà i panni di uno studente della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, potrà frequentare le lezioni e imparare incantesimi, potrà esplorare la Foresta Proibita e altri luoghi resi famosi dalla saga di Harry Potter.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending