Connect with us
asterix-e-obelix asterix-e-obelix

Fumetti e Cartoni

Asterix e Obelix hanno sconfitto Coronavirus… sì, ma nel 2017

Published

on

Non è una novità che fumetti e cartoni animati talvolta abbiano la fortuna di prevedere il futuro, sono famose – ad esempio – le scene dei Simpson che, nella loro irriverenza, predicono avvenimenti con qualche anno di anticipo, come è accaduto con la salita di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti d’America.

Sulla scia delle “premonizioni” di questo genere abbiamo anche un albo a fumetti di Asterix e Obelix – famosi personaggi nati dalla mente e dalla penna di Renè Goscinny e Albert Uderzo -, per la precisione il numero 37 (creato da Jean-Yves Ferri e Didire Conrad) uscito in fumetteria nel 2017 con il nome Asterix et la Transitalique (Astrerix e la corsa d’Italia).



In questa storia i nostri simpatici galli dovranno affrontare tutte le popolazioni dell’Impero Romano che si sfideranno in una gara con i carri da Modica a Neapolis (da Monza a Napoli). La corsa infatti era stata indetta dal corrottissimo senatore Lactus Bifidus per dimostrare la bontà delle strade italiche (ahimè un altro problema che ci riguarda) ma il consenso del grande capo, il buon vecchio Giulio Cesare, sarebbe arrivato solo se il rappresentante di Roma fosse stato un auriga conosciuto con un nome infausto: Coronavirus. Asterix e Obelix parteciperanno alla gara assieme che, com’è nello stile del fumetto, è infarcita di pugni roboanti, gag spassose e divertenti colpi di scena.



Non si sa come mai gli autori, in tempi assolutamente non sospetti, abbiano deciso di chiamare il “nemico della storia” Coronavirus – anche se è ipotizzabile che sia per una ragione di coerenza visto che tutti i personaggi romani introdotti in questa storia hanno nomi che richiamano il mondo dei batteri e dei virus; nel 2017 non si sapeva ancora nulla del morbo che in questi mesi sta dilagando, il ceppo virale era conosciuto – anche perché si era già passati attraverso la SARS e la MERS – ma nulla di tutto questo si poteva immaginare. Rimane dunque una storia che, per caso, crea un divertente effetto premonizione che speriamo serva ad alleggerire un po’ gli animi reclusi.

E se volete potete sempre recuperare l’albo a fumetti.

Giurista appassionato di videogiochi che ama passare delle ore a guardare anime e serie tv, sembra una descrizione strampalata ma quando si aggiunge anche un sano amore per la palestra... il risultato è ancora peggio. Eppure una volta ero capace di vendermi bene.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fumetti e Cartoni

Bonelli presenta SENZANIMA – ASSEDIO, da oggi in libreria

Published

on

senzanima assedio

Per Bonelli Editore arriva in libreria e in fumetteria SENZANIMA – ASSEDIO, disponibile da oggi, 22 luglio. Soggetto di Stefano Vietti e Luca Enoch, disegni di Giancarlo Olivares.

Trama

Merovia è stretta d’assedio dalle truppe imperiali, fiancheggiate dalle compagnie mercenarie, tra le quali spiccano le lame dei Senzanima. Nel tentativo di spezzare le difese della città, il giovane Ian Aranill escogita un piano d’azione tanto astuto quanto azzardato, con l’appoggio del comandante dei mercenari, Greevo. Quale sarà l’esito del colpo di mano? La presunzione e l’arroganza di Ian condurranno i Senzanima al successo… oppure alla morte?

Nelle librerie del circuito Manicomix e nello Shop online di Sergio Bonelli Editore il volume è disponibile anche con una copertina variant, che contiene una stampa esclusiva che riproduce l’illustrazione di copertina.

  • Soggetto: Vietti Stefano, Enoch Luca
  • Sceneggiatura: Vietti Stefano
  • Disegni: Olivares Giancarlo
  • Copertina: Alberti Mario
  • Colori: Francescutto Paolo
  • Formato: 22 x 30 cm, colore
  • Tipologia: Cartonato
  • Pagine: 80
Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Fumetti e Cartoni

Jundo: un primo sguardo a “Il cacciatore di idee”

Published

on

cacciatore di idee

Eccoci con un nuovo primo sguardo dedicato ad un nuovo titolo reso fruibile da casa Jundo. “Il cacciatore di idee” una graphic novel scritta e disegnata dal team composto da: Valerio Cartuccia, Stefano Ficca, Gabriele Scarafia e Claudia Giuliani.

Il cacciatore di idee: sceneggiatura

La storia inizia con una giornalista del “air2air” che ferma il signor Millighan, che deduciamo essere un famoso scrittore, per farsi rilasciare un’intervista. L’intervista si svolge in modo tranquillo fino a quando la ragazza non gli pone una particolare domanda: “Come nasce un’idea?

Improvvisamente ci troviamo in un mondo che si potrebbe supporre essere la mente dello scrittore, in cui un cacciatore di idee, di ritorno dalla cattura una preda, indaga sulla presunta sparizione di un suo amico cacciatore.

Disegni

I disegni di questa storia sono molto ricercati. Abbiamo una prima sequenza ambientata nella realtà ed una seconda che ha luogo in un mondo fantastico. Il passaggio è molto equilibrato senza bruschi cambiamenti, tuttavia rimane marcato da pochi particolari che aiutano a capirne il significato.

Il colore è la vera star. Curato nei minimi dettagli con tavolozze ricche e ben studiate ad evocare non solo luoghi ma anche stati d’animo, tensione, dinamicità e drammaticità delle sequenze.

Capitoli e aggiornamenti

Il titolo è recente, parliamo infatti di giugno 2021. La graphic novel è adesso online completamente, suddivisa in tre capitoli disponibili sul sito o app di Jundo.

Il cacciatore di idee: conclusioni

Dalle prime tavole è un titolo che prende per diversi motivi: in primis i disegni e la colorazione che personalmente mi hanno catturato in questo mondo fantastico; in secundis la storia. La trama, infatti, smuove diverse questioni all’interno della narrazione facendo crescere la curiosità e, soprattutto, la voglia di capirne di più.

La magnifica metafora, chiamiamola così, della caccia alle idee, è un’intuizione che mi ha colpito molto. Farei quindi un plauso agli sceneggiatori che hanno avuto un’idea -perdonate il gioco di parole- tutt’altro che banale. La voglia di scoprire e dipanare i vari bandoli della matassa creativa porta il lettore a leggere tutto d’un fiato il titolo. In sintesi è una lettura che a mio parere merita.

Se siete interessati ad altre anteprime Jundo, leggete i nostri “primi sguardi“.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Fumetti e Cartoni

Dylan Dog 418 bis: QWERTYNGTON

Published

on

dylan dog 418 bis

Dylan Dog 418 bis: QWERTYNGTON, così si intitola questo particolare numero estivo della famosa testata bonelliana. Infatti il nostro Indagatore dell’Incubo, mentre è in campo con la tripletta vasconiana, ci concede una lettura che potremmo quasi definire alternativa: appunto “bis“.

Dylan Dog 418 bis: la trama

La storia inizia con Dylan nel suo studio che riceve la signora Gibbons. Questa rivela di essere la madre di una ragazza, Jennifer, scomparsa e prega il nostro indagatore dell’incubo di intervenire nella faccenda dal momento che Scotland Yard non prende il caso seriamente.

Il nostro detective si mette subito all’opera e analizzando il retro di alcuni francobolli delle cartoline inviatele dalle figlia scopre dei messaggi d’aiuto.

Così armato di Groucho e quinto senso e mezzo si mette in viaggio verso Qwertyngton, una particolare cittadina. Fin dalla prima rotonda si capisce che gli abitanti del posto hanno qualcosa che non va e fin da subito Dylan avverte qualcosa di strano. Riuscirà a ritrovare la ragazza e riportarla alla madre?

Narrazione e disegni

Luca Vanzella ci propone questa storia, in cui la sinistra ed inquietante cittadina è la vera protagonista. Gli avvenimenti che si susseguono all’interno compongono il corpo di una trama accattivante in cui l’innovazione dell’autore, che riscrive le proprie regole, si incontra con quello che potremmo definire un cliché delle ambientazioni “dylandogghiane“, combinando il tutto con abilità per un risultato da leggere d’un fiato.

I disegni non sono da meno, anzi, il nostro Luca Genovese ha saputo far esaltare le caratterizzazioni di ambientazione e di personaggi. Con il suo tocco riconoscibile ed esperto caratterizzato da una dinamicità continua, Genovese riesce a ricreare una sensazione di reale mista a un accenno di metafisico. Insomma il binomio Vanzella- Genovese è un’accoppiata vincente.

Dylan Dog 418 bis: conclusioni

Com’è scritto anche nella presentazione dell’albo, la Sergio Bonelli Editore ha deciso di pubblicare questo “Dylan Dog 418 bis”, per festeggiare due ricorrenze particolari: l’ottantesimo compleanno della casa editrice e il trentacinquesimo compleanno della testata Dylan Dog.

Un’iniziativa molto simpatica, che propongono nel periodo estivo, per far compagnia ai lettori che magari in vacanza, o a riposo all’ombra, o semplicemente a casa al riparo dal caldo, possono aprire un albo per passare un po’ di tempo a leggere una bella storia.

Non perdetevi neanche un’uscita, andate a leggere anche la recensione del numero precedente!

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending