Connect with us
twitch-fortnite-soldi twitch-fortnite-soldi

Gaming

Twitch: mamma ottiene rimborso dopo le maxi donazioni del figlio

Published

on

Aveva speso quasi 20.000 dollari. per fare donazioni ai suoi streamer di Fortnite preferiti. I risparmi di famiglia raccolti con piccoli miracoli di economia domestica sono stati bruciati così da un ragazzino su Twitch.

Probabilmente vi ricorderete di questa storia che vi abbiamo raccontato non molto tempo fa. Il caso venne alla luce grazie all’articolo del sito Dot Esports che ci aveva raccontato di come un ragazzino era riuscito a sperperare 19.870,94 dollari in appena 17 giorni. Donazioni su donazioni fatte a streamer di Twitch che giocavano a Fortnite.

La madre, disperata, si era rivolta a Reddit nel tentativo di ricevere consigli su come avere indietro l’ingente somma. Obiettivo non facile da portare a termine. La donna, che ha scelto di rimanere anonima, ha raccontato di come ogni tentativo di negoziazione con Twitch o Amazon si fosse scontrato contro un muro di mattoni.

A raccontare l’epilogo della vicenda ci ha pensato IGN. Il consiglio giusto è arrivato sempre da Reddit dove un utente ha suggerito di rivolgersi a Xsolla, la società che gestisce e monitora i pagamenti sulla piattaforma streaming. Dopo aver spiegato la situazione e alcuni giorni di fitta corrispondenza, il miracolo. Richiesta accolta, i soldi verranno restituiti.

Una storia che ha lasciato il suo segno in tutti gli attori coinvolti. In primis Xsolla che ha posto come unica condizione alla restituzione del denaro il permaban dell’account del ragazzino spendaccione. Comprensibile che la società voglia evitare possa accadere nuovamente.

Ma anche la famiglia è rimasta segnata dalla vicenda. Sempre tramite Reddit, la madre ha raccontato di come il figlio abbia compreso la lezione e si senta molto amareggiato di quello che ha fatto. In casa della donna, adesso, vigono delle nuove regole. Il giovane potrà utilizzare i videogiochi per un tempo limitato durante il giorno e sotto la supervisione di un adulto. Oltre a ciò, il ragazzo inizierà anche a svolgere attività parallele come il trascorrere più tempo con la famiglia e praticare esercizio fisico.

Nessun commento invece da Twitch. Il CEO della piattaforma, Emmett Shear, non ha rilasciato dichiarazioni.

Una storia a lieto fine ma che poteva essere evitata. Oltre alla riflessione della nostra Lucrezia, che potete recuperare comodamente sul nostro sito, vi invitiamo, come sempre, a rivolgervi al portale tuttosuivideogiochi.it inaugurato da IIDEA qualche tempo fa. Lì troverete anche tip e consigli su come vivere i videogame in famiglia e come guidare i più piccoli nell’approccio al medium.

Chissà, magari non sentiremo più storie come questa.

Considerato mezzo scemo da chi lo conosce solo a metà, ha preso il primo controller in mano a 5 anni e a quella età pare essersi fermato. Porta la sua competenza ovunque serva sul web. Il suo sogno nel cassetto è avere la sua pagina su Wikipedia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Gaming

La serie Bomberman debutta su Apple Arcade

Published

on

bomberman

Konami Digital Entertainment ha annunciato AMAZING BOMBERMAN, già disponibile dal 5 agosto per Apple Arcade, popolare servizio game in abbonamento di Apple che offre accesso illimitato a una collezione in costante aumento di oltre 200 titoli premium — con nuove uscite, titoli premiati dalla critica e giochi amati dai fan, tutti senza pubblicità o acquisti in-app.

AMAZING BOMBERMAN introduce il caos musicale nella storica serie; mentre i giocatori saranno impegnati a distruggere ostacoli e raccogliere oggetti speciali, gli stage cambieranno in base alle diverse canzoni presenti in-game. Al lancio, il gioco presenterà sette diversi livelli giocabili e musiche originali composte da artisti giapponesi e internazionali.

AMAZING BOMBERMAN caratteristiche principali:

  • Battaglie online facili da giocare ovunque e in ogni momento!
  • Il meglio della serie Bomberman con musiche originali appositamente create per il gioco.
  • Modalità pratica single player.
  • Divertenti battaglie con gli amici grazie alla modalità “FRIEND BATTLE”!
  • Oggetti collezionabili e personalizzazione.

Giocabile su iPhone, iPad, Mac e Apple TV, AMAZING BOMBERMAN è disponibile in esclusiva per Apple Arcade, servizio in abbonamento mensile a € 4,99 con un mese di prova gratuita. Apple Arcade fa anche parte dei pacchetti Apple One – Individuale € 14,95 al mese, Famiglia € 19,95 al mese, con un mese di prova gratuita*.

Continue Reading

Gaming

The Legend of Dragoon: un tweet riaccende le speranze per il remake

Published

on

The Legend of Dragoon: un tweet riaccende le speranze per il remake

The Legend of Dragoon è un gioco di ruolo alla giapponese, pubblicato nel Paese del Sol Levante sul finire dello scorso millennio, è approdato qualche mese dopo anche in occidente riportando un discreto successo e riuscendo a stregare una fetta di pubblico che, ancora oggi, spera in un suo remake. Riguardo a questo tanto sospirato remake del titolo di Sony Computer Entertainment, è stato pubblicato un tweet di Shuhei Yoshida – l’allora produttore del videogioco – il quale tratta delle musiche del titolo.

Il post di Shuhei Yoshida è un retweet di un messaggio di Dennis Martin, compositore delle musiche di The Legend of Dragoon. Di seguito potete trovare il post:

20 anni fa ho composto le musiche di The Legend of Dragoon per PlayStation. Era un progetto enorme con un fantastico team e conservo ancora dei bellissimi ricordi. Buon anniversario!

Grazie a tutti per i messaggi. Credete ancora nell’amore?

È facile notare come il tweet originale di Martin risale al 2019, è particolare il fatto che Yoshida abbia deciso – senza un apparente motivo o in forza di qualche collegamento – di riproporre il messaggio del compositore delle musiche di The Legend of Dragoon.

È il caso di vederci un messaggio nascosto? Magari un primo indizio che potrebbe portare, in futuro, all’annuncio di un remake del titolo? Forse questo sarebbe il proverbiale passo più lungo della gamba, è indubbio però che i fan chiedano a gran voce un ritorno di The Legend of Dragoon e sicuramente questo tweet riaccende le speranze. Staremo a vedere.

Continue Reading

Gaming

Final Fantasy: tutte le migliori invocazioni in un video di Square Enix

Published

on

Final Fantasy: tutte le migliori invocazioni in un video di Square Enix

Final Fantasy è la serie di titoli GDR più famosa al mondo, nel corso della sua storia ha saputo affascinare milioni di giocatori in tutto il mondo grazie alle sue atmosfere magiche, al suo gameplay innovativo (soprattutto capace di rinnovarsi) e ai suoi personaggi indimenticabili. Una delle caratteristiche peculiari della serie sono le invocazioni (o summon), potenti creature che possono essere chiamate dal giocatore per aiutarlo nei momenti di difficoltà; le invocazioni sono tantissime ma Square Enix ha deciso di mostrare le migliori in un breve video.

Trovate il video, postato sul profilo Instagram ufficiale di Square Enix, qui di seguito:

Chiamatele Invocazioni, Eidolons, Eoni, Eikons… qualunque sia il nome, non sarebbe Final Fantasy senza di esse! Celebriamo alcune di queste eccezionali entità.

Quale è la vostra invocazione preferita?

Nel video abbiamo potuto osservare alcune delle summon più famose, in particolare:

  • Ifrit evocato in FF 7 Remake Intergrade
  • Shiva evocata in FF X/X-2 HD Remaster
  • Tonberry evocato in FF VIII Remaster
  • Odin evocato in FF IX
  • Ramuh evocato in FF XV
  • Bahamut evocato in FF VII

Le creature che si possono evocare nel corso della serie di Final Fantasy sono molte di più rispetto a quelle che sono state mostrate nel video, certo alcuni di questi nomi hanno fatto la storia delle invocazioni dei FF, Ifrit, Shiva e Bahamut in particolare. Queste entità, a quanto pare, avranno un ruolo particolarmente importante nel prossimo titolo della serie principale, ossia Final Fantasy 16, staremo a vedere in che termini potranno essere utilizzate e quale sarà il loro impatto nella storia futura.

Continue Reading
Advertisement

Trending