Connect with us
animal-crossing-new-horizons-bandito-cina-proteste-hong-kong animal-crossing-new-horizons-bandito-cina-proteste-hong-kong

Gaming

Vendita di “Animal Crossing: New Horizons” vietata in Cina

Published

on

Il solo pensiero che un gioco come Animal Crossing possa essere visto come “pericoloso” ed essere conseguentemente vietato dal governo di uno dei paesi più potenti del mondo ha un che di comico e di surreale. Eppure sembra che in Cina sia successo proprio questo: la vendita di un titolo il cui unico scopo è vivere una vita pacifica su un’isola deserta, fatta di pesca, bricolage e caccia all’outfit perfetto, sarebbe stata vietata.

Ciò che rende il tutto ancora più assurdo è che il gioco non fosse ancora ufficialmente in vendita in Cina. Per bypassare i lunghi tempi d’approvazione governativa a cui spesso sono sottoposti i videogiochi, i fan cinesi si erano rivolti a piattaforme d’importazione, dato che il gioco, anche se non ancora ufficialmente localizzato, prevede la lingua cinese tra le sue impostazioni.



Ciò che sarebbe stato vietato è proprio la vendita del titolo tramite le piattaforme di rivendita online, come Pinduoduo e Taobao (quest’ultimo di proprietà del colosso Alibaba), attraverso le quali i giocatori erano finora stati in grado di reperire il gioco Nintendo. I giocatori più “smanettoni” sono ancora in grado di accedere alla versione e-shop del titolo cambiando la regione della propria Nintendo Switch, ma ciò non toglie che ogni altro metodo di accesso al gioco più pericoloso del pianeta sia attualmente precluso.

Come spesso accade negli ultimi tempi, è probabile che la decisione del governo cinese sia legata alle proteste di Hong Kong. A partire dal rilascio del gioco lo scorso mese, infatti, numerosi sono stati i post sui social media da parte dei protestanti, che, cavalcando la dirompente popolarità del titolo, hanno utilizzato le funzionalità più creative di Animal Crossing per imbastire scene di satira e protesta indirizzate al governo cinese. Il più eclatante esempio, data la popolarità della figura, l’ha rappresentato un tweet di Joshua Wong, segretario generale del partito pro-democrazia Demosisto. Nel suo tweet, Wong non fa segreto dell’utilizzo che molti protestanti stanno facendo del gioco: perpetrare la causa democratica in questi giorni in cui la pandemia ha reso impossibili le manifestazioni pubbliche.

Un ulteriore tweet, stavolta dello Studio Incendo (una no-profit di fotografi provenienti da Hong Kong e dal Giappone), mostra in video gli avatar dei protestanti che colpiscono selvaggiamente (consentiteci l’ironia) con i propri retini per insetti delle foto piazzate a terra raffiguranti il capo esecutivo di Hong-Kong, la politica Carrie Lam, le cui effigi vengono poi ricoperte di sabbia. Nell’inquadratura campeggia il messaggio “Free Hong-Kong revolution now”, che non ha certo bisogno di traduzioni.

Non è da escludere, dunque, che la decisione di vietare le importazioni del titolo sia da attribuire alle funzionalità creative che, all’interno di Animal Crossing, consentono la libera realizzazione di immagini e messaggi potenzialmente antigovernativi, notoriamente poco apprezzati dalla censura del partito.



Qualunque fan cinese che non si sia ancora assicurato una copia d’importazione di Animal Crossing: New Horizons potrebbe ora ritrovarsi in balia di una localizzazione finale fortemente censurata, forse del tutto privata delle funzionalità che hanno consentito ai protestanti di Hong-Kong di imbastire i loro messaggi di protesta e di satira. Un pensiero, di nuovo, decisamente surreale.

Letterato e giornalista di formazione, scansafatiche poliedrico di professione. Il mio super potere è la capacità di interessarmi di pressoché qualsiasi cosa e dedicargli un’attenzione media di 7,8 secondi. Con le dovute eccezioni. Quando non perdo tempo, lavoro. Quando non lavoro, scrivo. Quando non scrivo, consumo media o gioco di ruolo. Quando non consumo media e non gioco di ruolo, perdo tempo. Il cerchio della vita.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gaming

Godfall arriva su PlayStation 4 e porta l’espansione Fire & Darkness

Published

on

Godfall arriva su PlayStation 4 e porta l’espansione Fire & Darkness

Le voci su un possibile arrivo diGodfall su PlayStation 4 circolavano nei siti specializzati già da qualche tempo, tutti indizi che alla fine si sono rivelati corretti e infatti Gearbox Software – che ha pubblicato il titolo –, nel corso del suo showcase all’E3 2021, ha confermato che Godfall arriverà anche su PS4. Ma questa non è la sola notizia interessante perché il videogioco si arricchirà anche di un’espansione chiamata Fire & Darkness.

Vediamo il trailer di presentazione per l’espansione, caricato sul canale YouTube di PlayStation:

Godfall arriva su PlayStation 4 per la prima volta. Fiancheggiato da una nuova espansione, Fire & Darkness e dall’update gratuito Lightbringer, questo è il momento migliore per ascendere a Godfall. Tutti i contenuti mostrati arriveranno il 10 agosto su PS5 e PS4.

Per mettere le mani sulla versione della precedente generazione di Godfall non occorrerà aspettare poi molto, la data di uscita è prevista per il prossimo 10 agosto e darà modo, a tutti quelli che ancora non hanno fatto il passaggio generazionale, di giocare a questo action RPG. Infine è previsto l’upgrade gratuito alla versione PS5 per tutti coloro che acquisteranno Godfall su PS4 e poi compreranno l’ultima piattaforma di casa Sony.

Per quanto riguarda invece l’espansione Fire & Darkness in sé, il trailer ci ha mostrato parecchio nuovo materiale che andrà ad aggiungersi all’originale. Nuovi loot, nuove skins per le Valorplates, nuovi nemici e nuove avventure piene di azione saranno le principali novità che i giocatori di Godfall possono aspettarsi.

Vi rimandiamo dunque ad agosto per la versione PS4 di Godfall e la sua espansione Fire & Darkness.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

PlayStation si espanderà nel mercato mobile, la conferma del CEO

Published

on

playstation-5-jim-ryan

È nota già da tempo l’intenzione dei PlayStation Studios di espandersi oltre il mercato delle console da tavolo – non dimentichiamoci di PSP e PS Vita – e, nonostante la piattaforma fissa pare rimarrà ancora per molto il fulcro della sezione gaming di Sony, le sue mire sono indirizzate anche al mercato dei giochi mobile. L’intenzione della casa giapponese di muoversi verso questo nuovo fronte è stata confermata dal CEO di Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan.

Proprio nel corso di un’intervista ad Axios, l’amministratore ha commentato come i piani di Sony per arrivare nel mercato del mobile gaming siano in fase avanzata, e che i primi risultati di questo lavoro arriveranno molto presto. Ecco il commento di Ryan a tal proposito:

Stiamo lavorando su un numero di modelli per aprirci al mobile. Vedrete i primi frutti di tutto questo prima di quanto possiate immaginare”.

Insomma PlayStation Studios è già al lavoro su alcuni titoli che potrebbero arrivare su iOS e Android molto presto, questo ci fa pensare che l’investimento – in termini di tempo, denaro e lavoro in generale – in tal senso sia avvenuto già qualche tempo fa, e che i piani di Sony per il suo allargamento al mobile gaming fossero in movimento già da un po’.

Sia come sia, le parole di Jim Ryan non possono che rincuorare tutti coloro che passano ore e ore davanti al loro smartphone a giocare e divertirsi con i più svariati titoli. Rimaniamo in attesa di questi primi frutti del lavoro di Sony.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

Elden Ring: trailer e data di uscita ufficiali

Published

on

Elden Ring: trailer e data di uscita ufficiali

Questa volta non ci sono brevi teaser di pochi secondi o immagini trapelate nel mondo di internet da chissà dove, Elden Ring è stato mostrato in tutto e per tutto all’interno di un trailer che ci fornisce anche la data di uscita. Nel corso del Summer Game Fest, tenutosi il 10 giugno scorso, Elden Ring ha trovato il suo meritato spazio e, dopo anni di attesa, i fan potranno finalmente mettere le mani sul prodotto di FromSoftware che sarà disponibile dal 21 gennaio 2022.

Ma ecco il trailer, caricato sul canale YouTube di Bandai Namco Entertainment Europe:

Sorgi, Tarnished.

Elden Ring arriverà su PlayStation, Xbox e PC dal 21 gennaio 2022.

Il titolo è un action RPG, gioco di ruolo misto ad azione, che si pone in continuità con il filone dei cosiddetti “soulslike”, ossia quei videogiochi che al loro interno hanno tutti gli elementi dei titoli appartenenti alla serie Souls – come Demon’s Souls, Dark Souls e Sekiro: Shadows Die Twice. Suddetta serie è stata creata proprio da FromSoftware, nella persona del suo game director Hidetaka Miyazaki, e quindi è naturale che Elden Ring riporti al suo itnerno tali peculiarità. Ma oltre al talento, indiscutibile, del team di sviluppo, Elden Ring può vantare anche l’apporto di un grande personaggio: lo scrittore Geroge R.R. Martin – autore de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco – ha infatti collaborato alla creazione del videogioco.

Il video ci ha mostrato ambientazioni evocative, nemici agguerriti e decisamente disturbanti nelle loro fattezze, e quelli che sembravano degli scontri con alcuni boss. Oltre a ciò il trailer sembra confermare che Elden Ring avrà elementi da titolo open-world – le cavalcature indicano in tal senso – (com’era stato anticipato) e che avrà un respiro piuttosto ampio.

Aspettiamo dunque il prossimo gennaio, quando Bandai Namco pubblicherà il tanto atteso Elden Ring.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending