Connect with us
square-enix square-enix

Gaming

Square Enix: nuove reclute per un progetto misterioso

Published

on

La casa di produzione di videogiochi Square Enix, con sede a Tokyo, è famosa in tutto il mondo per essere la madre di quasi tutte le serie GDR (gioco di ruolo) alla giapponese più celebrate al mondo. I suoi sviluppatori negli anni hanno graziato i gamers con saghe magnifiche qualiFinal Fantasy, Dragon Quest e Kingdom Hearts.

E il successo di questa società non accenna a diminuire, dopo aver messo a segno due colpi straordinari con Dragon Quest XI nel 2017 e Final Fantasy 7 Remake – uscito a marzo di quest’anno –, Square Enix ha in cantiere un nuovo progetto avvolto dal mistero. Sbirciando sul sito della società, nelle pagine dedicate al reclutamento di membri per il team, si può notare una nuova interessante aggiunta dal nome Ryota Suzuki.

Ryota Suzuki ha fatto parte del team Capcom che ha prodotto titoli di successo come il maestoso e acclamato Devil May Cry 5 – hack and slash uscito nel marzo del 2019 per PS4, Xbox One e PC –, Dragon’s Dogma – di genere action uscito nel 2012 per PC e per le console di questa generazione e della precedente – e infine Monster Hunter: Worldaction RPG del 2018 uscito per console e PC –. Il suo profilo è quello di un creatore di videogiochi di azione, quindi non prettamente GDR, e questo porta a pensare che il progetto in sviluppo alla Square Enix sia un gioco di ruolo con forti elementi action nel proprio gameplay, com’è stato per il Remake di Final Fantasy 7.

Queste le poche informazioni che abbiamo riguardo al progetto di Square Enix, l’assunzione di Ryota Suzuki ci fa propendere per un action RPG ma, al momento, le nostre sono solo speculazioni. 

Alessandro Rigoni



Daily Nerd è un Magazine di cultura Nerd e Geek. Non si tratta semplicemente di riportare notizie, ma di approfondire e riflettere sulla cultura che ci circonda.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gaming

The Elder Scrolls Online Blackwood: il trailer di annuncio

Published

on

The-Elder-Scrolls-Online-Blackwood:-il-trailer-di-annuncio

Sul finire dello scorso anno Bethesda e ZeniMax avevano annunciato Cancelli dell’Oblivion (Gates of Oblivion), l’ultima espansione per il loro titolo The Elder Scrolls Online. Oggi veniamo a conoscenza dell’aggiunta Blackwood, che andrà a far parte di questa serie di DLC – appartenenti appunto a Gates of Oblivion – e che impegneranno i giocatori per tutto il 2021. Insomma gli sviluppatori vogliono ripetere quanto fatto durante l’anno trascorso con Dark Heart of Skyrim, tenere compagnia ai gamers per i prossimi mesi.

Ecco il trailer di presentazione di The Elder Scrolls Online Blackwood, direttamente dal canale YouTube di Bethesda Softworks:

Fuoco e ambizione arrivano a Tamriel con The Elder Scrolls Online: Blackwood, una parte dell’avventura dei Cancelli dell’Oblivion che durerà tutto l’anno. Esplora le diverse regioni di Blackwood, unisciti a potenti alleati con il nuovo sistema dei Compagni, scopri i terribili schemi di Mehrunes Dagon, il Principe Daedrico della Distruzione, 800 anni prima degli eventi di The Elder Scrolls IV: Oblivion!

Preordina ora The Elder Scrolls Online Collection: Blackwood per iniziare la tua avventura immediatamente nel gioco base o nei capitoli precedenti, ricevi l’accesso immediato alla cavalcatura Nagahide Welwa Ravager e all’animaletto Nightmare Bear Club, sono inoltre disponibili ulteriori aggiunte al lancio.

In arrivo l’1 giugno per PC/Mac e Stadia e l’8 giugno per PlayStation 4 e Xbox One. Disponibile solo in territori limitati.

The Elder Scrolls Online Blackwood dovrebbe essere l’aggiornamento più importante – almeno per quanto riguarda il prossimo periodo -, ma non l’unico. Altri DLC arriveranno, eccone una lista:

  • Flames of Abmbition (Fiamme dell’Ambizione) – da marzo su PC/Mac, PS4 e Xbox One
  • DLC Dungeon 1 – annunciato ma data ancora ignota
  • DLC Dungeon 2 – annunciato ma data ancora ignota

Sarà un anno goloso per tutti gli appassionati di The Elder Scrolls. Ad iniziare le danze sarà Flames of Ambition, in arrivo l’8 marzo per PC e il 16 per console e poi sarà la volta di Blackwood a giugno, come sopra annunciato. Per quanto riguarda gli altri due DLC già annunciati, non ci sono informazioni aggiuntive, ma è ragionevole pensare che andranno a coprire la seconda parte del 2021. Dodici mesi, quattro espansioni, una ogni tre mesi se la matematica non è un’opinione. Naturalmente il tutto salvo imprevisti.

Attraverserete di nuovo i Cancelli dell’Oblivion?

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

Immortals Fenyx Rising: ecco la data per il primo DLC

Published

on

Immortals-Fenyx-Rising:-ecco-la-data-per-il-primo-DLC

Immortals Fenyx Rising è un titolo che è riuscito a sorprendere, si era presentato come un modesto videogioco senza troppe pretese per poi rivelarsi un piccolo gioiello. Di genere azione e avventura, Fenyx Rising è stato sviluppato dalla divisione di Ubisoft Quebec ed è stato lanciato sul mercato lo scorso 3 dicembre. A distanza di quasi due mesi dalla sua pubblicazione, c’è la conferma dell’arrivo – molto prossimo – del primo DLC per il titolo.

Il contenuto aggiuntivo per Immortals Fenyx Rising arriverà il 28 gennaio 2021 e sarà solo il primo di una serie di DLC che andranno ad accrescere questa esperienza videoludica che si perde fra miti e divinità. Il sito ufficiale di Ubisoft, invece, ci mostra il titolo dell’espansione con una breve sinossi:

Immortals Fenyx Rising – Una Nuova Divinità

Nei panni di Fenyx, supera le leggendarie prove e sfide degli dei dell’Olimpo per cambiare il pantheon greco e compiere il tuo destino.

Questa nuova aggiunta vedrà il\la protagonista affrontare vari cimenti all’interno del Pantheon, situato fuori dall’isola d’oro. Grazie a queste sfide Fenyx riuscirà a provare il suo valore e la sua abilità di fronte a tutti gli dei.

Ma Una Nuova Divinità non è il solo DLC di Immortals Fenyx Rising in programma, anzi sul sito ufficiale troviamo già titoli e descrizioni dei prossimi due contenuti aggiuntivi, che tuttavia ancora non sappiamo quando arriveranno. Ecco le informazioni a riguardo:

Immortals Fenyx Rising – Miti del regno d’oriente

Affronta una storia tutta nuova ispirata alla mitologia cinese, dove nei panni di Ku, un nuovo eroe, incontrerai nuovi dei e combatterai mostri esotici in una terra lontana.

Immortals Fenyx Rising – Gli dei perduti

In quest’avventura, sperimenta un nuovo stile di esplorazione e combattimento con visuale dall’alto! Fai la conoscenza di una nuova eroina, Ash, imbarcandoti in un epico viaggio per riunire gli dei greci.

Per concludere, ecco a voi il trailer del Season Pass del videogioco che aggiunge altre informazioni relative ai contenuti scaricabili. Il video è stato caricato sul canale YouTube di PlayStation:

Vi ricordiamo che Immortals Fenyx Rising è disponibile per PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S, PC, Nintendo Switch e Google Stadia. Insomma, se avete una console ci potete giocare.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Gaming

God of War: Kratos e Atreus si somigliano più di quanto sembri

Published

on

God-of-War:-Kratos-e-Atreus-si-somigliano-più-di-quanto-sembri

Chiunque abbia giocato al capitolo di God of War uscito il 20 aprile 2018 in esclusiva per PlayStation 4 conosce la qualità di questo prodotto, e chiunque non ci abbia giocato può semplicemente andare a leggersi la lunga sfilza di premi che il titolo si è portato a casa per comprenderne il livello. Uno dei punti fondamentali della storia, nonché una delle colonne portanti di tutto God of War, è il rapporto fra Kratos e suo figlio Atreus; nel corso delle vicende i due protagonisti crescono e imparano a conoscersi, ma forse si somigliano più di quanto sembri.

L’utente conosciuto su Twitter come DotPone ha evidenziato un particolare interessante presente nei volti di Kratos e Atreus, particolare che era sfuggito fino ad ora. Le cicatrici presenti sulla parte destra del volto del giovane ricalcano il tatuaggio presente nella stessa parte del volto di Kratos. Ma ecco il tweet:

Lo sapevate? Le cicatrici sulla parte destra del volto di Atreus hanno la stessa forma del tatuaggio di Kratos.

La cosa interessante è che a confermare il tutto è stato proprio Cory Barlog, il direttore della serie, che ha risposto al messaggio dell’utente con una simpatica gif affermativa. Come abbiamo detto in apertura, il rapporto fra Kratos e Atreus è uno degli elementi fondamentali di God of War e notare questa somiglianza – evidentemente voluta dai creatori del titolo – non fa che aumentare il significato della vicinanza fra i due personaggi.

Ma crediamo che la vicenda non finisca qui, anzi siamo certi che Kratos e Atreus ci regaleranno ancora tante emozioni nel corso delle loro prossime avventure. A tal riguardo siamo in attesa di notizie sul prossimo capitolo della serie, God of War: Ragnarok, che dovrebbe arrivare nel corso di quest’anno. Se il prossimo titolo avrà una cura dei dettagli come il suo predecessore, che si continua a dimostrare un capolavoro anche a distanza di quasi tre anni, avremo fra le mani un piccolo gioiello.

Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, se ti piace quello che leggi sul nostro sito sostienici!



Continue Reading

Supporta il sito

Aiutaci a mantenere il sito aperto! Daily Nerd è un progetto gestito interamente da volontari, ma mantenere un sito ha dei costi. Se vuoi sostenerci basta un euro per aiutarci.

Be brave, be #Nerd

.

Advertisement

Trending